Europa League, cambio regola squalifiche: pronostici ammoniti

Raul Garcia del Getafe ammonito durante una partita di Europa League (Bigstockphoto/Voffka)

L’Europa League riparte con gli ottavi di finale. Saranno partite di ritorno in sei casi su otto, per altre due (Inter-Getafe e Siviglia-Roma) si tratterà di gare secche. Verranno giocate in campo neutro in Germania.

E a parte alcuni confronti in cui il risultato della partita di andata ha già virtualmente deciso la qualificazione, in particolare modo per quanto riguarda Manchester United-Lask Linz, ci sarà grande tensione e probabilmente un maggiore ricorso al fallo tattico. Nonostante le porte chiuse e l’assenza di pubblico, potremmo assistere a delle partite più “cattive” e fallose del solito. Questo anche in virtù di una modifica regolamentare introdotta dalla Uefa dopo lo stravolgimento dei calendari legato alla pandemia.

L’Uefa ha infatti annunciato che verrà azzerata la conta dei cartellini gialli per i calciatori alla vigilia di quella che sarà la nuova “Final Eight”. A partire dai quarti di finale, che saranno in partita secca, senza il ritorno, non ci saranno più diffidati. I diffidati che non riceveranno ammonizioni in queste partite degli ottavi di finale vedranno cadere l’ammonizione conseguita precedentemente. Tutti i calciatori che si presentano invece a questi ottavi di finale senza diffida saranno consapevoli che un’eventuale ammonizione verrà subito cancellata e non verrà conteggiata per una eventuale squalifica.

Leggi anche: Il Getafe di Bordalás, avversario dell’Inter in Europa League: SCHEDA

pronostici
L’allenatore dell’Inter Antonio Conte (Bigstockphoto/canno73)

Europa League, i pronostici sulle ammonizioni

La partita che sulla carte promette più falli è senza dubbio Inter-Getafe, per lo stile di gioco molto aggressivo della squadra allenata da Bordalas. Il Getafe ricorda a molti l’Atletico Madrid, per il pressing continuo e per l’aggressività dei calciatori che spesso cercano lo scontro fisico. Lo stesso allenatore dell’Inter Conte ha detto che sarà una partita sporca, e questo ha creato una mezza polemica con Bordalas che ha risposto così: «Non ho ascoltato le sue dichiarazioni, ma forse voleva dire “intensa”. Immagino si riferisse a quello». Nessuna sorpresa se il numero totale di ammoniti sarà superiore a sei. E anche un’espulsione non sarebbe poi così clamorosa.

Un numero alto di ammonizioni (almeno cinque) è probabile anche nelle altre due partite del mercoledì con la qualificazione ancora potenzialmente in bilico: Copenaghen-Basaksehir e Shakhtar Donetsk-Wolfsburg. I cartellini gialli potrebbero essere parecchi anche in Siviglia-Roma (partita secca) e Wolverhampton-Olympiacos, viste le caratteristiche delle due squadre.