Bundesliga, l’Hertha mette fuori rosa Kalou per una diretta Facebook

Bundesliga
Lo stadio dell'Hertha Berlino (bigstockphoto)

La Bundesliga sta provando a ripartire. Quella di domani sarà una giornata importante per uno dei campionati di calcio più importanti a livello europeo, che attende il via libera da Angela Merkel. L’obiettivo è quello di riprendere il 15 o il 22 maggio, con il tradizionale anticipo del venerdì sera. Ci sono ancora nove giornate da disputare, che verrebbero giocate a ritmi serrati nell’arco di poche settimane, qualora arrivasse l’ok dalla politica.

Per fornire una piacevole distrazione all’intera popolazione tedesca, le partite previste in contemporanea potrebbero essere mostrate in chiaro attraverso una “diretta gol”. Una sorta di versione televisiva di “Tutto il calcio minuto per minuto”, format che abbiamo imparato a conoscere da tanto tempo anche in Italia. I singoli match integrali, invece, continuerebbero ad andare in onda soltanto sui canali criptati. Sarà necessario trovare un accordo con Sky, emittente che detiene i diritti di trasmissione degli incontri.

Il tentativo di ripartenza, peraltro, non riguarda unicamente il massimo campionato, ma anche la seconda serie. Tutti i membri delle squadre di Bundesliga e Zweite Liga sono stati sottoposti ai tamponi. In totale, su 1724 controlli effettuati, i casi positivi risultano dieci. Secondo la Lega Calcio tedesca, visto che il numero dei contagi è decisamente basso, ci sono tutte le premesse per programmare la ripresa dell’attività agonistica.

Leggi anche: Premier League e Liga, la ripartenza resta un’incognita

Bundesliga, la nota stonata

All’interno di un panorama complessivamente incoraggiante, però, c’è una nota stonata. Salomon Kalou è stato protagonista di un video che ha fatto molto discutere. Durante una diretta Facebook, l’attaccante dell’Hertha è entrato in spogliatoio e ha iniziato a stringere mani ai propri compagni di squadra. Inoltre, ha fatto irruzione in una stanza in cui un altro calciatore del club di Berlino si stava sottoponendo al tampone. Nessuna attenzione per il distanziamento sociale, nessun rispetto in un momento nel corso del quale lo staff medico era impegnato nella somministrazione di un importante test.

Kalou ha successivamente cancellato le immagini dal web, ma troppo tardi. L’Hertha Berlino – che ovviamente non ha gradito il comportamento dell’ivoriano, davvero censurabile – ha deciso di sospenderlo e metterlo fuori rosa.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.