Stasera in TV: i film da vedere – sabato 4 aprile

braveheart
Il trailer del film “Braveheart” ( Paramount Movies/YouTube)

Uno dei film di stasera in TV, per quanto riguarda le trasmissioni in chiaro, è Braveheart, il film di Mel Gibson più conosciuto e mediamente apprezzato. C’è anche una programmazione decisamente meno violenta e per famiglie, su Italia 1, come consueto al sabato. E c’è infine qualche film più recente e di relativo successo come l’horror di Shyamalan The Visit e il premiatissimo Vita di Pi di Ang Lee.

Braveheart (Rai 4, canale 21, 21:18)

Nella carriera di Mel Gibson, attore e regista statunitense di fama mondiale, c’è un prima e un dopo piuttosto facile da definire. Prima del 1996 era principalmente noto come il coraggioso e suonato sbirro protagonista della serie di film Arma Letale. Dopo il 1996 è diventato per chiunque William Wallace, leggendario condottiero delle rivolte scozzesi contro l’Inghilterra di Edoardo I Plantageneto, nel XIII secolo. Fu un successo clamoroso e planetario. Braveheart, un film la cui accuratezza storica è chiaramente da prendere con le pinze, vinse cinque premi Oscar: film, regia, fotografia, trucco e montaggio sonoro.

Nut Job 2 – Tutto molto divertente (Italia 1, 21:25)

Da qualche tempo la programmazione di Italia 1 al sabato è più orientata alle famiglie, con film e saghe destinate anche ai più giovani. Stasera c’è il sequel di un film d’animazione, Nut Job 2, del 2017: racconta le vicende di un parco di New York e dei suoi numerosi animaletti. Il protagonista è uno scoiattolo di nome Spocchia. È un film “minore” in quella fortunata e sterminata serie recente di cartoni che hanno come protagonisti delle bestie antropomorfe, da Madagascar a Zootropolis.

Un marito per Cinzia (La7, 21:15)

Nel 1958 Sophia Loren, all’epoca ventiquattrenne, recitò in questo film di Melville Shavelson e con Cary Grant, che all’epoca di anni ne aveva 54. Lei era all’apice della sua carriera americana, e nonostante la giovane età aveva già lavorato con registi italiani notissimi e apprezzati anche negli Stati Uniti come Vittorio De Sica. Famosissimo Cary Grant lo era da un pezzo. In questo film interpreta un avvocato vedovo, padre di tre figli, che incontra una giovane scappata di casa, letteralmente, e se ne innamora. L’anno dopo l’uscita di Un marito per Cinzia avrebbe poi recitato per la quarta e ultima volta in un film di Alfred Hitchcock, Intrigo internazionale, e fu un successo memorabile.

The Visit (Italia 2, canale 66, 21:20)

Nel 2015 M. Night Shyamalan, regista americano di origini indiane noto per il film Il sesto senso, veniva da una serie di insuccessi di critica e di pubblico. I suoi film dopo The Village avevano ricevute critiche talmente negative da indebolire gravemente la reputazione dello stesso Shyamalan tra i grandi produttori. Prodotto e distribuito da una piccola società indipendente, nonostante un budget ridottissimo, The Visit ottenne incassi per quasi 100 milioni di dollari (e ne era costato appena 5). Girato usando la tecnica del falso documentario, racconta la storia di due bambini che vengono provvisoriamente lasciati dai loro genitori in casa dei nonni. E cominciano ad accadere cose inspiegabili e inquietanti.

the visit
Il trailer del film “The Visit” ( Universal Pictures/YouTube)

Agente 007. Vivi e lascia morire (TV8, 21:30)

È il primo film della serie di 007 con Roger Moore a fare la parte di James Bond. Lo diresse nel 1973 Guy Hamilton, già regista di due capitoli precedenti con Sean Connery (Missione Goldfinger e Una cascata di diamanti). Fu molto apprezzato, nonostante le aspettative elevatissime, e Roger Moore convinse da subito i fan della serie, tanto che interpretò Bond altre sei volte. In questo film Bond viene chiamato a indagare sugli omicidi di tre agenti segreti britannici che stavano seguendo le operazioni sospette di un dittatore di un’isola dei Caraibi.

Il segno della libellula – Dragonfly (Nove, 21:25)

Diretto da Tom Shadyac nel 2002 Il segno della libellula è uno degli ultimi film di quel genere di thriller statunitense soprannaturale che a un certo punto degli anni Novanta conobbe un moderato successo di pubblico. Il protagonista, Kevin Costner, è un medico di pronto soccorso che perde tragicamente la moglie in un incidente stradale. Cercando di superare il trauma della perdita si accorge che qualcosa o qualcuno sta ancora cercando di mettersi in contatto con lui.

The Transporter Legacy (Venti, 21:05)

Tratto dal soggetto dell’acclamato regista e produttore francese Luc Besson, The Transporter Legacy riprende la storia dell’autista Frank Martin, già protagonista di tre film precedenti. È un reboot dell’intera saga, con Ed Skrein al posto di Jason Statham, e non occorre aver visto gli altri tre. Rientra anche questo nella categoria film d’azione con tante botte, auto velocissime, belle donne e inseguimenti, e senso presente solo a tratti. Per come funzionano quei film va bene così.

Red Dragon (Iris, canale 22, 21:00)

Girato da Brett Ratner nel 2002, Red Dragon è il prequel del thriller di grande successo Il silenzio degli innocenti, uscito undici anni prima. Già ci aveva provato Ridley Scott, nel 2001, a riprendere quella storia, e ne era uscito un film, Hannibal, non apprezzatissimo dalla critica ma comunque dignitoso. In Red Dragon recitarono, oltre ad Anthony Hopkins, anche attoroni come Edward Norton, Emily Watson, Ralph Fiennes e Philip Seymour Hoffman. La storia non riguarda direttamente il serial killer Hannibal Lecter ma un altro assassino che sarà scoperto grazie alla consulenza di Lecter da parte di un agente dell’FBI.

Vita di Pi (Rai Movie, canale 24, 21:10)

Ang Lee, il più famoso e acclamato cineasta taiwanese vivente, vinse nel 2013 il suo secondo premio Oscar come miglior regista, dopo quello vinto sette anni prima per I segreti di Brokeback Mountain. Fu premiato per un film apprezzatissimo dalla critica e dal pubblico, tratto da un romanzo dello scrittore canadese Yann Martel. Racconta la storia surreale di un ragazzo indiano che in seguito a un tragico naufragio finisce per trascorrere 227 giorni in mare su una barca insieme a una tigre del Bengala che riesce faticosamente ad ammaestrare.

vita di pi
Il trailer del film “Vita di Pi” ( Movieclips Trailers/YouTube)

La sposa fantasma (Paramount, canale 27, 21:10)

La sposa fantasma è una commedia americana del 2008 con Eva Longoria, all’epoca già nota come protagonista della serie TV Casalinghe disperate. Qui fa la parte del fantasma di una sposa morta il giorno stesso del suo matrimonio, e che continua a orbitare intorno al marito, il quale però nel frattempo conosce una medium e piano piano se ne innamora. E la sposa fantasma non la prende benissimo.