Coronavirus: Valencia-Atalanta e Getafe-Inter a porte chiuse

Valencia Betis
Lo stadio “Mestalla”, a Valencia (foto: Wikimedia Commons, ritagliata, licenza CC BY-SA 3.0)

Il ministro della Salute spagnolo, Salvador Illa, ha annunciato che a causa del nuovo coronavirus la partita di Champions League Valencia-Atalanta, il prossimo 10 marzo, e la partita di Europa League Getafe-Inter, il 19 marzo, si svolgeranno a porte chiuse. D’accordo con il Consiglio Superiore dello Sport e con le Comunità autonome spagnole il Ministero ha esteso le misure a tutti gli eventi che coinvolgono flussi di tifosi provenienti dalle aree maggiormente interessate dai contagi recenti da coronavirus (SARS-CoV-2).

I paesi principali interessati dal provvedimento sono l’Italia, la Corea del Sud, il Giappone, la Cina, l’Iran e Singapore. In Spagna si registrano al momento circa 150 casi di contagi, di cui 7 gravi e 13 che riguardano operatori sanitari. Il direttore del Centro per il coordinamento degli allarmi e delle emergenze sanitarie, Fernando Simón, ha preannunciato misure di controllo per quanto riguarda le manifestazioni sportive.

Valencia-Atalanta è una partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions League: all’andata l’Atalanta ha vinto 4-1, a San Siro. Getafe-Inter è una delle partite di ritorno in programma per gli ottavi di finale di Europa League.