Il gol fantasma in Cosenza-Crotone, in Serie B

cosenza crotone gol fantasma

Cosenza-Crotone, posticipo della ventesima giornata di Serie B, in programma ieri allo stadio San Vito-Gigi Marulla, è finito 1-0 per il Crotone. La partita, piuttosto equilibrata, è stata decisa dal gol segnato dall’esterno brasiliano Junior Messias al dodicesimo minuto del primo tempo.

Un gol annullato al Cosenza a venti minuti dalla fine della partita ha generato molte polemiche. Su cross da calcio d’angolo Daniele Sciaudone ha colpito di testa il pallone, facendolo finire oltre la linea della porta difesa dal portiere del Crotone Alex Cordaz. L’arbitro, Eugenio Abbattista, non ha convalidato il gol, nemmeno dopo essersi consultato con il guardalinee Pasquale Cangiano.

Nella stessa porta, il 26 dicembre scorso, un altro caso di “gol fantasma” aveva riacceso le discussioni sulla necessità di introdurre VAR e goal-line technology in Serie B. La partita tra il Cosenza e l’Empoli, vinta dal Cosenza per 1-0, era finita sulle prime pagine dei quotidiani sportivi nazionali per un gol, chiaramente regolare, non convalidato al centrocampista dell’Empoli Samuele Ricci.

Grazie alla vittoria nel derby calabrese, quarta vittoria consecutiva in campionato, il Crotone ha rafforzato il terzo posto in classifica. Ha recuperato due punti sul Pordenone, ora secondo ma con un solo punto di vantaggio. In testa alla classifica c’è il Benevento, con dodici punti di vantaggio. Il Cosenza è terzultimo, con due punti in meno della Cremonese, quartultima.