Liga: Eibar-Villarreal e Maiorca Osasuna

EIBAR – VILLARREAL | giovedì ore 19:00

Dopo la problematica stagione scorsa e il concreto rischio di retrocessione, il Villarreal di Javi Calleja è tornato a occupare parti della classifica più in linea con la sua storia negli ultimi dieci, quindici anni. Cinque vittorie nelle ultime sette giornate gli hanno permesso di portarsi a ridosso della sesta posizione, a cinque punti dal Barcellona. La più recente, venerdì scorso in casa contro l’Alaves, battuto 4-1,ha confermato le eccellenti qualità offensive della squadra, che ha il secondo migliore attacco del campionato (24 gol).

Calleja ha avuto ulteriori segnali positivi dalla nuova disposizione tattica con Gerard Moreno esterno e Karl Toko Ekambi punta centrale. Il camerunese ha segnato i prime due gol contro l’Alaves, uno nel primo e l’altro nel secondo tempo, prima di lasciare il campo per Javi Ontiveros, autore del quarto gol. Poco prima Gerardo Moreno aveva segnato il terzo, confermandosi miglior marcatore della squadra con sette gol.

Per la trasferta all’Ipurúa contro l’Eibar Calleja non ha escluso la possibilità di praticare del turnover. in vista della partita di domenica prossima in casa contro l’Athletic Bilbao. Ontiveros potrebbe dare il cambio a uno tra Gerard Moreno ed Ekambi: più probabile che giochi al posto di quest’ultimo, e che per stavolta Moreno ritorni al centro dell’attacco. L’Eibar viene da due sconfitte consecutive e sembra aver risentito più del dovuto dell’assenza di Ivan Ramis, che manca per infortunio da due giornate. Alla sconfitta interna per 3-0 contro il Barcellona è seguita quella per 2-0 in trasferta contro il Valladolid.

Il pronostico

Il Villarreal è l’unica squadra del campionato ad aver segnato almeno un gol in ogni partita, nelle prime dieci giornate. Sette volte su dieci ne sono stati capaci anche i suoi avversari, e anche stavolta nella trasferta a Eibar l’ipotesi più verosimile è che entrambe le squadre trovino alla fine il modo di segnare almeno un gol per parte.

Le probabili formazioni

EIBAR (4-4-2): Dmitrovic; Ruben Peña, Arbilla, Ramis, José Angel; Cucurella, Pape Diop, Joan Jordan, Orellana; Kike Garcia, Sergi Enrich.
VILLARREAL (4-2-3-1): Asenjo; Mario Gaspar, Albiol, Pau Torres, Xavi Quintillà; Trigueros, Anguissa, Iborra; Iborra, Ontiveros, Chukwueze, Gerard Moreno.

POSSIBILE RISULTATO: 2-2

MAIORCA – OSASUNA | giovedì ore 19:00

Tra Maiorca e Osasuna, due delle tre squadre promosse quest’anno in prima divisione, è l’Osasuna ad avere finora ottenuto qualcosa di più (14 punti in dieci giornate). Delle due vittorie nelle ultime tre giornate, notevoli e in rimonta entrambe, la più schiacciante è stata quella di domenica scorsa contro il Valencia, battuto 3-1. Passato in vantaggio con un gol di Rodrigo Moreno dopo dodici minuti, il Valencia è rimasto in dieci per l’espulsione dello stesso Rodrigo, a causa di una gomitata a un avversario. Da quel momento in poi c’è stato soltanto l’Osasuna, in campo.

I tre gol, segnati da Oier Sanjurjo, Ruben Garcia ed Estupinan, sono anche sembrati non abbastanza a fronte dei quattordici tiri in porta. In generale la squadra allenata da Jagoba Arrasate, finora a segno con sette diversi giocatori, sta mostrando molta qualità soprattutto nell’organizzazione di gioco e nella disposizione tattica (è una squadra che batte mediamente molti corner, peraltro). Manca un centravanti formidabile e costante, ma la difesa è decisamente al di sopra del livello medio del campionato. Nella trasferta a Palma di Maiorca dovrà fare a meno dell’attaccante Adrian Lopez, per un infortunio ai muscoli adduttori. Avrà quindi a disposizione soltanto Ezequiel Chimy Ávila, argentino di riconosciute qualità tecniche ma molto discontinuo (è uno da gol eccezionali ma carente con i gol facili).

Il Maiorca ha dieci punti, quattro in meno dell’Osasuna, ma nelle ultime giornate ha ricevuto molte attenzioni per la vittoria per 1-0 contro il Real Madrid. Come vale per l’Osasuna, tende a mostrare il meglio di sé in fase difensiva più che in termini di realizzazione. Il suo centravanti titolare, autore di tre dei sette gol finora segnati dalla squadra, è il croato Ante Budimir, ex Crotone e Sampdoria.

Il pronostico

Per caratteristiche delle due squadre non è da escludere che questa partita possa concludersi con ben pochi gol o con almeno una delle due squadre incapace di segnarne nemmeno uno.

Le probabili formazioni

MAIORCA (4-3-3): Reina; Sastre, Valjent, Raillo, Fran Gamez; Iddrisu Baba, Salva Sevilla, Kubo; Lago Junior, Dani Rodriguez, Budimir.
OSASUNA (4-3-3): Ruben Martinez; Lillo, David Garcia, Aridane Hernandez, Estupinan; Brasanac, Moncayola, Meridan; Roberto Torres, Avila, Brandon.

POSSIBILE RISULTATO: 0-0