“La presa del secolo”, ai mondiali di cricket

Ben Stokes cricket

Giovedì al Kennington Oval di Londra la nazionale inglese di cricket e quella sudafricana hanno giocato la prima partita della Coppa del Mondo, che quest’anno si svolge in Inghilterra e in Galles. Ha vinto l’Inghilterra, 192 a 3, e ne scrivono oggi tutti i giornali britannici nelle sezioni sportive. La partita è stata molto commentata soprattutto per una presa difficilissima e rara compiuta da Ben Stokes, fielder dell’Inghilterra, e quasi unanimemente definita dai giornali “la presa del secolo”.

Nel Regno Unito così come in alcune sue ex colonie – l’India, per esempio – il cricket è uno sport popolarissimo e notoriamente molto seguito dalla stampa.

I fielders sono i giocatori della squadra che difende, incaricati di afferrare la pallina lanciata dal loro lanciatore. Tra i due tempi di gioco (innings) le squadre si invertono. La squadra che difendeva manda in campo i suoi battitori, e quella che attaccava schiera i suoi undici giocatori, tra cui un lanciatore, un ricevitore e nove fielders. L’obiettivo della squadra che difende è sempre quello di eliminare i battitori avversari limitando così il numero di punti segnati dagli avversari. Uno dei modi per riuscirci è prendere al volo la palla colpita dal battitore, come nel caso capitato a Ben Stokes.