Formula 1: i pronostici sul Gran Premio di Spagna

Formula 1, Gran Premio Spagna
Formula 1: Gran Premio della Spagna, a Barcellona

Il Gran Premio di Spagna di Formula 1, che si corre domenica a Barcellona alle 15:10, è stato finora un’ulteriore prova del dominio della Mercedes in questo campionato. Nelle qualifiche entrambi i piloti della squadra hanno facilmente ottenuto la prima fila. E la “notizia” relativamente inattesa e più promettente in vista della gara è stata la concorrenza interna alla Mercedes, al momento assai più viva di quella contro le altre squadre.

Il finlandese Valtteri Bottas ha ottenuto la pole position per la terza volta consecutiva in cinque gare. Il suo tempo è risultato migliore di oltre sei decimi di secondo rispetto a quello del suo compagno di squadra Lewis Hamilton. L’impressione è che il divario insolitamente ampio tra i due piloti possa essere legato a una differente messa a punto della macchina, imperfetta su quella di Hamilton.

Le Ferrari non sono riuscite mai a competere concretamente per la pole position. Tra i due piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc è riuscito persino a piazzarsi Max Verstappen, olandese pilota della Red Bull, quarto in griglia. Sono andati infine molto bene fin dalle prove libere anche i due piloti della Haas, Romain Grosjean e Kevin Magnussen, settimo e ottavo in griglia.

La griglia di partenza

[lt id=”42″]

* Daniel Ricciardo è stato penalizzato con un arretramenti di tre posizioni in griglia per le responsabilità che gli sono state attribuite in merito a un incidente con Dani Kvyat nel precedente Gran Premio dell’Azerbaijan. * George Russel ha ricevuto un arretramento di cinque posizioni per aver sostituito il cambio dopo un incidente nelle prove libere.

L’incidente tra Hamilton e Rosberg, nel 2016

Bottas è al momento in prima posizione nella classifica generale dei piloti, con un punto di vantaggio sul suo compagno di squadra e campione in carica Hamilton. Considerando la rivalità sportiva che sembra essersi sviluppata quest’anno all’interno della squadra, diversi commentatori hanno citato l’esempio del Gran Premio di Spagna del 2016 come modello da non ripetere per la Mercedes.

Hamilton partì in pole position, seguito dal suo compagno di squadra di allora, Nico Rosberg. Perse la prima posizione alla prima chicane e tentò di riprendersela al termine della terza. Rosberg ostacolò con decisione il sorpasso e Hamilton finì sull’erba, perse il controlla della macchina e finì per tamponare lo stesso Rosberg. Fu un incidente clamoroso e indimenticabile, e segnò un passaggio irreversibile nelle relazioni tra Hamilton e Rosberg, che poi vinse quel mondiale e si ritirò.

I pronostici per la gara

Bottas è un pilota molto intelligente e molto corretto ma probabilmente meno audace di Rosberg. La sensazione è che di fronte a un’eventuale situazione di rischio per entrambe le Mercedes il primo ad alzare il piede sarebbe lui, non Hamilton. È un dettaglio che tendenzialmente produce il massimo beneficio per la squadra ma che a questi livelli, dal punto di vista del pilota, può fare la differenza tra vincere e perdere.

Pur avendo mostrato maggiori difficoltà nel trovare il corretto assetto della macchina, probabilmente Hamilton cercherà proprio in questa prima gara europea di frustrare gli sforzi del suo compagno di squadra imponendo una chiara gerarchia interna. Forse potrebbe perdere qualcosa in partenza – è sul lato sporco della pista – ma nei giri successivi non eviterà alcuna possibilità di superare Bottas in pista e vincere questo Gran Premio.