Formula 1, GP Spagna: Bottas in pole position

bottas mercedes gp monaco 2019
Formula 1, Valtteri Bottas sulla Mercedes AMG F1 W10 (foto: Wikipedia, ritagliata, licenza Creative Commons)

Il pilota finlandese Valtteri Bottas ha ottenuto la pole position nel Gran Premio della Spagna di Formula 1, a Barcellona, quinta corsa del mondiale del 2019. Lewis Hamilton ha ottenuto il secondo miglior tempo, con un distacco di sei decimi di secondo. La Mercedes ha anche stabilito il record della pista e non ha mai avuto rivali in grado di contenderle le prime due posizioni. Il ferrarista Sebastian Vettel si è qualificato in terza posizione, seguito dalla Red Bull di Max Verstappen e dall’altra Ferrari, guidata da Charles Leclerc. In sesta posizione partirà l’altra Red Bull, guidata da Pierre Gasly.

Già nel corso di tutte le prove libere la Mercedes era stata stabilmente più veloce di qualsiasi altra squadra. Entrambi i piloti si sono alternati nelle prime posizioni mostrando una perfetta messa a punto delle macchine. Nella mattinata di sabato, durante l’ultima sessione di prove libere, Bottas aveva peraltro girato meno degli avversari a causa di un fuoripista.

La Ferrari, che in questo Gran Premio ha introdotto alcune evoluzioni tecniche su entrambe le vetture, non è mai stata in grado di contendere la pole position alla Mercedes. Nella seconda manche delle qualifiche (Q2) Leclerc ha commesso un errore di guida durante il suo primo tentativo di segnare un giro veloce. Ha leggermente danneggiato il fondo della sua vettura, e le necessarie verifiche condotte dai meccanici sulla sua macchina hanno richiesto più tempo del previsto. Leclerc ha quindi avuto meno tempo a disposizione nella terza manche, decisiva per la pole position.

La partenza del Gran Premio della Spagna è in programma domenica alle 15:10. Il circuito di Catalogna, a Barcellona, è lo stesso in cui le squadre svolgono generalmente le sessioni di test invernali. La pista è ritenuta dagli addetti una delle migliori per valutare in modo attendibile tutti i punti di forza e le eventuali debolezze delle macchine. Su questa stessa pista nella scorsa sessione di test invernali, ma con temperature mediamente più basse, la Ferrari era stata la squadra più veloce.