Juventus-Ajax, Champions League: formazioni e pronostico

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Juventus-Ajax è una partita di ritorno dei quarti di finale di Champions League, si gioca martedì: le probabili formazioni e il pronostico.

JUVENTUS – AJAX | martedì ore 21:00

Juventus-Ajax è l’unica partita dei quarti di finale di Champions League che riparte da una situazione di parità. All’andata all’Amsterdam Arena è finita 1-1: al vantaggio di Cristiano Ronaldo – al suo ottavo gol contro l’Ajax su sei partite – sul finire del primo tempo, ha risposto con un bel destro a giro David Neres dopo appena undici secondi dall’inizio del secondo tempo.

Tutte e due le squadre nel turno precedente hanno dato il meglio nella partita di ritorno, ribaltando i risultati dell’andata. La Juventus in casa ha battuto 3-0 l’Atletico Madrid ponendo rimedio alla sconfitta per 2-0 del “Wanda Metropolitano”, mentre l’Ajax ha addirittura vinto 4-1 al “Santiago Bernabeu” contro i campioni in carica del Real Madrid.

Una vittoria, quella di Madrid, che sta facendo passare l’Ajax per squadra molto pericolosa quando gioca in trasferta anche più che in casa. A ben guardare i risultati stagionali si nota invece il contrario: le uniche sconfitte dell’Ajax in questa stagione di Eredivisie sono arrivate tutte in trasferta e tra l’altro in tre occasioni su quattro proprio contro le altre squadre più forti d’Olanda: Psv (3-0), Feyenoord (6-2) e Az Alkmaar (1-0). In Champions League prima della vittoria del Bernabeu, l’Ajax aveva vinto solo contro il modesto Aek Atene, pareggiando invece contro Bayern Monaco e Benfica, in tutti e due i casi in rimonta. Anche nei precedenti turni preliminari di Champions League l’Ajax aveva superato il turno grazie alle vittorie in casa, mentre in trasferta aveva pareggiato contro Standard Liegi e Dinamo Kiev. Inoltre nelle ultime dodici partite giocate in trasferta, solo in una occasione l’Ajax è riuscito a mantenere la porta inviolata.

La Juventus ha maggiore esperienza e potrebbe accedere per la terza volta nelle ultime cinque stagioni in semifinale, mentre l’Ajax non raggiungeva questa fase dalla competizione addirittura dal 1997 quando venne eliminata in semifinale proprio dai bianconeri.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore della Juventus sabato nella partita di campionato persa 2-1 contro la Spal ha lasciato a riposo quasi tutti i calciatori che saranno titolari contro l’Ajax, fatta eccezione per Cancelo. Allegri nel frattempo ha recuperato Emre Can che era assente in Olanda, mentre Rugani – che aveva saltato la Spal per un affaticamento agli adduttori – e Bentancur, uscito dal campo zoppicante sabato pomeriggio, saranno regolarmente tra i convocati. Solo il primo è però sicuro del posto, perché in difesa non sarà ancora disponibile Chiellini. Al fianco di Rugani ci sarà regolarmente Bonucci, mentre sulle fasce di difesa giocheranno Cancelo e Alex Sandro con Szczesny in porta. Il modulo di gioco dovrebbe essere il 4-3-3 e a centrocampo i due titolari sicuri del posto sembrano essere Pjanic e Matuidi. L’altro titolare sarà uno tra Emre Can (favorito) e Bentancur.

In attacco giocheranno sicuramente Cristiano Ronaldo – in gol all’andata – e Bernardeschi, ancora una volta uno dei migliori dopo la prestazione superlativa contro l’Atletico Madrid. La grande sorpresa nella formazione titolare, il colpo ad effetto tipico di Allegri, potrebbe arrivare proprio in attacco: Mandzukic si è infortunato e al suo posto ci sarà uno tra Kean, Dybala e Douglas Costa. Il brasiliano in verità è pure lui acciaccato e Allegri come all’andata potrebbe decidere di concedergli la mezzora finale, magari per sfruttarne la velocità contro l’Ajax sbilanciato in attacco.

Fuori Tagliafico per squalifica, De Jong c’è

Rispetto alla partita di andata l’Ajax non avrà a disposizione il suo terzino sinistro titolare Tagliafico. Il nazionale argentino sarà sostituito probabilmente da Veltman, con Mazraoui – al rientro dalla squalifica – titolare sull’altra fascia. Frenkie De Jong – uscito per infortunio al 28′ della partita di Eredivisie vinta sabato dall’Ajax 6-2 contro l’Excelsior – dovrebbe recuperare in tempo: il problema al bicipite femorale è meno grave del previsto, anche se il condizionale è d’obbligo e questo problema fisico potrebbe condizionare la prestazione del calciatore più importante a livello tattico dell’Ajax. Con De Jong in mezzo al campo ci sarà ancora Schone, mentre sulla trequarti giocheranno Ziyech, van de Beek e Neres, con Tadic schierato come attaccante centrale o, se preferite, “falso nueve”. Ancora panchina per Huntelaar e Dolberg. Quest’ultimo potrebbe però giocare titolare in caso di assenza di De Jong, con Van de Beek e Schone in mezzo al campo e Tadic arretrato sulla trequarti.

I possibili sviluppi tattici della partita

Il risultato della partita di andata mette la Juventus in una condizione vantaggiosa, ovvero quella di potere passare il turno anche con uno 0-0. Un risultato in verità improbabile quando gioca l’Ajax, squadra che è sempre abituata ad attaccare e a fare pressing immediato quando perde il possesso del pallone, mantenendo il più possibile un baricentro alto.

La Juventus – pur essendo molto solida dietro – non può rischiare di fare una partita difensiva cedendo l’esclusività del possesso palla all’Ajax. Rispetto all’andata dovrà essere brava a tenere di più il pallone e farlo girare per abbassare i ritmi di gioco degli avversari. A questo proposito ci si aspetta una prestazione migliore da parte di Pjanic, che nelle partite importanti di Champions League ha spesso deluso da quando è alla Juventus. Allegri sa bene come il modo più facile per fare gol all’Ajax sia quello di sorprenderlo in velocità in contropiede ed è per questo motivo che Mandzukic sarebbe probabilmente rimasto ugualmente fuori con uno tra Kean e Douglas Costa titolari. Senza dimenticare Dybala, che potrebbe agire da trequartista con Ronaldo attaccante centrale e due esterni pronti ad aggredire gli spazi come Bernardeschi e Cancelo.

Il limite principale dell’Ajax è allo stesso tempo il suo pregio più grande: gioca benissimo, ma sempre allo stesso modo, non sa alternare più registri all’interno di una stessa partita, cosa che invece sa fare la Juventus grazie alla duttilità di molti suoi calciatori e alle intuizioni tattiche dell’allenatore Allegri.

Il pronostico

La maggiore esperienza dei campioni d’Italia rispetto ai giovani calciatori dell’Ajax e la presenza di Cristiano Ronaldo spingono a credere nella possibile vittoria della Juventus in una partita da almeno tre gol complessivi.

Le probabili formazioni di Juventus-Ajax

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanić, Matuidi; Bernardeschi; Kean (Dybala), Ronaldo.
AJAX (4-3-3): Onana; Veltman, Blind, De Ligt, Mazraoui; De Jong, Van de Beek, Schöne; Neres, Tadić, Ziyech.

PROBABILE RISULTATO: 3-1