Bologna-Juventus, Chievo-Genoa e Sassuolo-Spal, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Bologna-Juventus, Chievo-Genoa e Sassuolo-Spal sono le tre partite di Serie A che si giocheranno questa domenica alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

BOLOGNA – JUVENTUS | domenica ore 15:00

La Juventus ha un vantaggio ragguardevole sul Napoli secondo in classifica e ha già ipotecato da tempo uno Scudetto mai stato in discussione nel corso di questa stagione. Dopo la brutta sconfitta di Madrid contro l’Atletico nell’andata degli ottavi di finale di Champions League, però, c’è da aspettarsi una reazione da parte della Juventus, perché un nuovo risultato negativo farebbe crescere i malumori e aumentare le critiche, cosa di cui Allegri e i suoi calciatori non hanno bisogno. Per questo c’è da aspettarsi una buona determinazione e concentrazione da parte della Juventus, e tanto dovrebbe bastare per battere il Bologna che pure essendo in netta ripresa dall’arrivo di Mihajlovic ha dei limiti tecnici che paiono invalicabili se messi a confronto con quelli della Juventus.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Bologna Mihajlovic dovrà fare a meno degli infortunati Mattiello e Destro, ma recupera Orsolini in attacco che rispetto alla partita contro la Roma prenderà il posto di Edera in attacco nel 4-3-3. Confermato il centrocampo a tre formato da Poli, Pulgar a Soriano, in difesa si rivedrà Lyanco al fianco di Danilo, mentre i terzini saranno Mbaye a destra e Dijks a sinistra.

Nella Juventus l’allenatore Allegri darà una possibilità da titolare in porta a Perin. Un altro possibile cambio ci sarà in difesa dove Caceres prenderà il posto di Chiellini al fianco di Bonucci. I terzini saranno Cancelo e Alex Sandro, a centrocampo senza Khedira indisponibile ed Emre Can squalificato, giocheranno Pjanic, Bentancur e Matuidi. In attacco con Mandzukic e Cristiano Ronaldo ci sarà Bernardeschi al posto di Dybala, deludente contro l’Atletico Madrid.

Il pronostico

Il Bologna ha completamente cambiato modo di giocare con l’arrivo di Mihajlovic al posto di Inzaghi, ora adotta una tattica più offensiva e punta sul pressing, contrariamente a prima quando badava a difendere e a ripartire in contropiede. La Juventus potrebbe soffrire questo atteggiamento, come fatto contro l’Atletico Madrid, e con Caceres in difesa rischia di subire un gol fermo restando che parte favorita per la vittoria.

Le probabili formazioni di Bologna-Juventus

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Poli, Pulgar, Soriano; Sansone, Santander, Orsolini.
JUVENTUS (4-3-3): Perin; Cancelo, Bonucci, Caceres, Alex Sandro; Pjanic, Bentancur, Matuidi; Bernardeschi, Ronaldo, Mandzukic.

PROBABILE RISULTATO: 1-2

CHIEVO – GENOA | domenica ore 15:00

Il destino del Chievo sembra ormai segnato: nelle otto occasioni in cui una squadra di Serie A si è ritrovata con meno di due vittorie alla ventiquattresima giornata è poi retrocessa. Per la squadra allenata da Di Carlo, che tra l’altro ha anche tre punti in meno in classifica di penalizzazione, servirebbe un vero e proprio miracolo. Le cessioni di Radovanovic e Birsa nel corso del calciomercato invernale hanno ulteriormente indebolito una rosa che dopo i tanti anni di Serie A sembrava ormai logora e con un’età media troppo avanzata per potere resistere un’altra stagione.

Il Genoa dopo la bella vittoria in rimonta sulla Lazio nell’ultimo turno proverà ad approfittare della delusione del Chievo, che nell’ultimo turno ha perso a Udine per un calcio di rigore assegnato con l’ausilio del VAR. Da quando è arrivato Prandelli grazie al passaggio al 4-4-2 la fase difensiva è migliorata e il Genoa è imbattuto da quattro partite in campionato, anche se in trasferta continua a subire puntualmente gol e sono quattordici le partite da cui non mantiene la porta inviolata. Inoltre Sanabria, sostituto di Piatek, si è subito ambientato segnando tre gol in quattro partite.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Chievo Di Carlo dovrà fare a meno degli infortunati Frey, Tomovic e Pellissier a cui si aggiungono gli squalificati Depaoli e Giaccherini. In difesa nel ruolo di terzino destro possibile l’impiego di Schelotto, arrivato nel corso del calciomercato invernale. A completare il reparto saranno Schelotto, Bani, Barba e Jaroszynski. A centrocampo dovrebbero giocare Leris, Rigoni ed Hetemah, sulla trequarti agirà Kiyine in appoggio a Stepinski e Meggiorini.

Dall’altra parte l’allenatore del Genoa Prandelli risponderà con un 4-3-1-2: difesa formata da destra a sinistra da Biraschi, Romero, Zukanovic e Criscito, autore del gol con cui la sua squadra ha battuto la Lazio all’ultimo minuto nella scorsa giornata. A centrocampo ai lati dell’ex Radovanovic agiranno Lerager e Rolon, Bessa farà il trequartista con Sanabria e Kouamè in attacco.

Il pronostico

Il Chievo è sia la squadra che ha raccolto meno punti (solo uno) sia quella che ha subito più gol (13) nel 2019 in Serie A: in questa partita il Genoa dovrebbe evitare la sconfitta, in una partita in cui tutte e due le squadre potrebbero segnare.

Le probabili formazioni di Chievo-Genoa

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Schelotto, Bani, Barba, Jaroszynski; Leris, Rigoni, Hetemaj; Kiyine; Stepinski, Meggiorini.
GENOA (4-2-3-1): Radu; Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito; Lerager, Radovanovic, Rolon; Bessa; Sanabria, Kouamè.

PROBABILE RISULTATO: 1-1

SASSUOLO – SPAL | domenica ore 15:00

I risultati recenti di Sassuolo e Spal sono stati tutt’altro che eccezionali ma se la squadra allenata da De Zerbi a quota 30 punti è già virtualmente in salvo, il discorso è molto diverso per quella di Semplici che a quota 22 ha soli quattro punti in più del Bologna terzultimo. Il Sassuolo ha vinto solo una delle ultime otto partite di Serie A subendo nel parziale ben 17 gol, tanti quanti ne aveva subiti nelle precedenti tredici di questo campionato. La Spal ha fatto addirittura peggio visto che ha vinto solo una delle ultime quindici partite, incassando almeno due gol in nove di queste partite.

La fase difensiva di entrambe sta lasciando a desiderare, ma se nel caso del Sassuolo, che con De Zerbi prova ad attuare un calcio offensivo basato sul possesso palla, si tratta di un rischio calcolato, in quello della Spal sorprende ancora di più visto che l’atteggiamento tattico è molto prudente, con tre centrali, due esterni che coprono e tre centrocampisti centrali.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Sassuolo De Zerbi dovrà fare a meno di quello che dopo la cessione di Boateng al Siviglia è diventato il suo calciatore più importante a livello offensivo e cioè Berardi. Al suo posto ci sarà Boga che insieme a Djuricic giocherà da esterno nel 4-3-3 in cui l’attaccante centrale sarà Babacar, favorito su Matri. La difesa continua a deludere e così dopo sei esclusioni consecutive Ferrari potrebbe tornare titolare al posto di Magnani, con i soliti Lirola e Rogerio sulle fasce. Il centrocampo sarà formato molto probabilmente da Locatelli, Magnanelli e Duncan.

Dall’altra parte l’allenatore Semplici deve fare i conti con delle assenze importanti a centrocampo dove mancheranno Schiattarella al centro e Lazzari a destra. Ai loro posti dovrebbero giocare il rientrante Missiroli e Murgia, mentre la difesa sarà confermata con il solito Felipe, Cionek e Bonifazi, mentre in attacco per una volta al fianco di Petagna potrebbe esserci Paloschi e non Antenucci.

Il pronostico

Si affrontano due squadre che stanno subendo gol con troppa facilità sia su azione che sulle palle inattive: Spal e Sassuolo sono infatti due delle quattro squadre che hanno subito più gol su sviluppo di calci d’angolo (sei a testa). Sarà una partita aperta e probabilmente tutte e due le squadre riusciranno a fare gol, con il Sassuolo che dovrebbe quanto meno evitare la sconfitta.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Spal

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Locatelli, Magnanelli, Duncan; Boga, Babacar, Di Francesco.
SPAL (3-5-2): Viviano; Felipe, Cionek, Bonifazi; Murgia, Kurtic, Missiroli, Valoti, Fares; Petagna, Paloschi.

PROBABILE RISULTATO: 1-1