Napoli-Spal, Sassuolo-Torino e Udinese-Frosinone, Serie A (sabato)

Serie A
Serie A

Napoli-Spal, Sassuolo-Torino e Udinese-Frosinone sono le altre tre partite di Serie A che si giocheranno questo sabato alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

NAPOLI – SPAL | sabato ore 15:00

Il Napoli ha superato la delusione per l’eliminazione dalla Champions League centrando un’importante vittoria nell’ultimo turno di campionato in casa del Cagliari, grazie a un gol su calcio di punizione di Milik negli ultimi minuti di gioco. Tre punti che hanno permesso alla squadra allenata di Ancelotti di tenere ancora virtualmente aperto il campionato. La distanza dalla Juventus è già di otto punti, ma ancora siamo alla fine del girone di andata e c’è tutto quello di ritorno da giocare.

Questa partita con la Spal arriva prima dello scontro diretto per il secondo posto contro l’Inter, motivo per cui Ancelotti dovrebbe fare un po’ di turn over. Finora nel corso di questo campionato ha spesso cambiato formazione ottenendo comunque risultati sempre positivi, rispetto alla gestione Sarri la novità è stata principalmente questa e chissà che non possa rappresentare un vantaggio nella volata finale del campionato.

La Spal, che ha perso tutte le ultime nove partite di campionato contro il Napoli, arriva a questa partita sfiduciata dai recenti risultati negativi. Contro il Chievo non è arrivata nell’ultimo turno quella vittoria che sarebbe stata fondamentale per allontanarsi dalla zona retrocessione. La squadra allenata da Semplici ha vinto solo una delle ultime dodici partite di campionato e se conserva ancora quattro punti di vantaggio dalla terzultima lo deve alle tre vittorie nelle prime quattro giornate e soprattutto all’andamento lento delle ultime tre, Bologna incluso.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’unica certezza sulla formazione del Napoli è il 4-4-2, per il resto Ancelotti potrebbe fare numerosi cambi a partire dal portiere, con Meret che potrebbe partire titolare contro la sua ex squadra. In difesa dovrebbe restare a riposo Koulibaly, che essendo diffidato in caso di ammonizione salterebbe la prossima partita contro l’Inter, sulla carta più importante di questa. Al centro dovrebbero così esserci Albiol e Maksimovic, con Hysaj e Ghoulam sulle fasce. Allan non è al meglio e potrebbe lasciare il posto a Rog al fianco di Hamsik, un’altra sorpresa potrebbe essere Verdi schierato da esterno di centrocampo, con Callejon confermato a destra. In attacco per una volta potrebbe restare in panchina Insigne, anche lui diffidato e a rischio squalifica: pronta la coppia Milik-Mertens.

Dall’altra parte l’allenatore Semplici dovrà fare a meno dell’infortunato Missiroli a centrocampo che verrà sostituito da Valoti. Per il resto sarà la formazione tipo con Gomis in porta, Cionek, Vicari e Felipe in difesa, Lazzari, Schiattarella, Kurtic e Fares a completare il centrocampo e Petagna con Antenucci in attacco.

Il pronostico

Il Napoli dovrebbe vincere la partita e segnare almeno due gol.

Le probabili formazioni di Napoli-Spal

NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Ghoulam; Callejon, Rog, Hamsik, Verdi; Milik, Mertens.
SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; M. Lazzari, Valoti, Schiattarella, Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci.

PROBABILE RISULTATO: 2-0

SASSUOLO – TORINO | sabato ore 15:00

Le partite contro Milan e Juventus in cui il Torino ha fatto un solo punto senza riuscire a segnare hanno ancora una volta ritardato il salto di qualità della squadra allenata da Mazzarri che proprio non riesce a entrare stabilmente in zona Europa League. Il campionato tuttavia sta aspettando il Torino, che a voler sognare ha soli cinque punti di distanza dalla zona Champions League, anche se in mezzo ci sono altre sei squadre.

Tra queste sei squadre c’è pure il Sassuolo, che grazie alla vittoria dell’ultimo turno in casa del Frosinone è salito a quota 24 punti, due in più del Torino. Dopo un campionato molto difficile in cui ha rischiato addirittura la retrocessione, il Sassuolo è ripartito dai giovani e da un allenatore emergente come De Zerbi, che sta facendo giocare molto bene la sua squadra. Nelle ultime giornate non ha avuto a disposizione Boateng che era stato determinante in avvio di stagione nel ruolo di “falso nueve”, ma le alternative in attacco non mancano e l’attuale tridente formato da Berardi, Babacar e Di Francesco sta facendo molto bene.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il modulo di gioco del Sassuolo dipenderà dal recupero o meno di Duncan, che ha svolto un lavoro differenziato nelle giornate di mercoledì e giovedì. Con Duncan in campo il modulo di gioco sarebbe il 4-3-3, in caso di sua assenza si passerebbe alla difesa a tre con Sensi e Bourabia al centro del campo e Lirola e Rogerio in posizione leggermente più avanzata. L’attacco resterà in ogni caso a tre, con Berardi, Babacar e Di Francesco titolari. Agli assenti Boateng e Adjapong si è aggiunto lo squalificato Djuricic.

Dall’altra parte l’allenatore del Torino Walter Mazzarri dovrà rinunciare dei titolari al solo portiere Sirigu che verrà sostituito da Ichazo. Il modulo sarà il 3-5-2 con Izzo, N’Koulou e Djidji in difesa, Aina, Meité, Rincon, Baselli e Ansaldi a centrocampo, Iago Falque e Belotti in attacco.

Il pronostico

Il Torino è ancora imbattuto in trasferta in questo campionato e potrebbe riuscire ancora una volta a evitare la sconfitta in una partita molto equilibrata in cui però i gol non dovrebbero mancare.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Torino

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Marlon, G. Ferrari, Rogerio; Duncan, Sensi, Bourabia; Berardi, Babacar, Di Francesco.
TORINO (3-5-2): Ichazo; Izzo, N’Koulou, Djidji; Aina, Meité, Rincon, Baselli, Ansaldi; Iago Falque, Belotti.

PROBABILE RISULTATO: 1-1

UDINESE – FROSINONE | sabato ore 15:00

Come l’Udinese, anche se con qualche giornata di ritardo, anche il Frosinone ha deciso di cambiare allenatore. Moreno Longo è stato rimpiazzato da Marco Baroni, che raccoglie la squadra al penultimo posto in classifica, a cinque punti dalla zona salvezza rappresentata attualmente dai tredici punti della prossima avversaria di campionato. Una partita che se vinta potrebbe fare ritornare in piena corsa la squadra neopromossa.

Il nuovo allenatore dell’Udinese Nicola ha modificato l’assetto del gioco della squadra rispetto alla precedente gestione Velazquez. L’Udinese gioca un calcio molto più difensivo e sa chiudere molto bene gli spazi, deve però migliorare nelle ripartenze. Si sente l’assenza di un fromboliere e Nicola per questa partita potrebbe decidere di lasciare in panchina Lasagna. Sarà una partita di sostanza, e pur giocando contro un’avversaria che ha meno punti in classifica anche stavolta l’Udinese baderà prima di tutto a difendere.

Il nuovo allenatore Baroni potrebbe dare al Frosinone un’identità più offensiva mantenendo in attacco Ciano, Ciofani e Campbell passando però al modulo 4-3-3 che dovrebbe permettergli di arrivare con maggiore continuità al tiro.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore dell’Udinese Nicola andrà sul sicuro: nessuna modifica tattica anche se questa è una partita da vincere, e conferma per il modulo 3-5-2 con Fofana, Behrami e Mandragora a centrocampo a protezione dei tre centrali Stryger Larsen, Nuytinck e Troost-Ekong schierati davanti al portiere Musso. Sulle fasce ci saranno Ter Avest e D’Alessandro, quest’ultimo con compiti maggiormente offensivi, per non fare sentire soli De Paul e Pussetto. Lasagna potrebbe entrare a partita in corso.

Nella prima partita da allenatore del Frosinone, Baroni dovrebbe scegliere il 4-3-3 come modulo iniziale. La formazione iniziale non è facile da individuare, ma davanti al portiere Sportiello dovrebbero giocare Zampano, Goldaniga, Ariaudo e Molinaro in difesa, centrocampo di sostanza con Chibsah, Maiello e Beghetto, poi in attacco Ciano, Ciofani e Campbell.

Il pronostico

L’Udinese è leggermente favorita per la vittoria in una partita in cui sarà difficile vedere più di tre gol complessivi. Soprattutto il primo tempo sarà molto equilibrato con tutte e due le formazioni attente in fase difensiva, tra l’altro Udinese e Frosinone sono le squadre che hanno segnato finora meno nei primi tempi di questo campionato (quattro gol a testa).

Le probabili formazioni di Udinese-Frosinone

UDINESE (3-5-2): Musso; Stryger Larsen, Nuytinck, Troost-Ekong; Ter Avest, Fofana, Behrami, Mandragora, D’Alessandro; De Paul, Pussetto.
FROSINONE (4-3-3): Sportiello; Zampano, Goldaniga, Ariaudo, Molinaro; Chibsah, Maiello, Beghetto; Ciano, Ciofani, Campbell.

PROBABILE RISULTATO: 1-0