Frosinone-Cagliari, Sassuolo-Udinese e Torino-Genoa, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Frosinone-Cagliari, Sassuolo-Udinese e Torino-Genoa sono le tre partite di Serie A che si giocheranno in contemporanea domenica alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

FROSINONE – CAGLIARI | domenica ore 15:00

Occasione importante per il Frosinone, che con soltanto sette punti in classifica deve provare ad accorciare sulla zona salvezza, coinvolgendo la diretta avversaria, il Cagliari, che per il momento è abbastanza tranquillo a quota quindici. Il rendimento della squadra allenata da Maran in trasferta è stato finora tutt’altro che entusiasmante, con una sola vittoria sull’Atalanta. Nell’ultimo turno il Cagliari ha pareggiato 0-0 contro il Torino, e da qui in avanti risentirà dell’assenza sulla trequarti di Castro, un calciatore tatticamente molto importante per Maran che lo aveva anche ai tempi del Chievo. Con Pavoletti in precarie condizioni fisiche, spetterà soprattutto a Joao Pedro cercare di costruire occasioni da gol.

Il Frosinone dopo una importante serie di quattro partite consecutive senza sconfitte è tornato sulla terra perdendo contro l’Inter 3-0, una sconfitta che però non preoccupa più di tanto vista la forza dell’avversaria. Gli appuntamenti in cui è importante fare punti sono partite come questa contro il Cagliari, in cui Longo ritrova un calciatore fondamentale per l’economia offensiva della squadra come Ciano.

Nonostante il cambio di modulo e il passaggio dal 3-5-2 al 3-4-1-2, pur con un assetto più offensivo il Frosinone resta tra le tre squadre che hanno fatto meno tiri verso la porta avversarie, e a primeggiare in questa classifica negativa c’è anche il Cagliari. Statistiche, queste, che fanno pensare alla possibilità di una partita con pochi gol, vista anche l’importanza della posta in palio.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Frosinone Longo può sorridere perché torna ad avere a disposizione quasi tutti gli attaccanti e ha l’imbarazzo della scelta: Ciano dovrebbe tornare subito titolare, mentre Campbell è favorito su Pinamonti come partner di Daniel Ciofani. Nessuna novità in difesa, dove davanti al portiere Sportiello ci saranno Goldaniga, Ariaudo e Brighenti. Gli esterni saranno Zampano e Beghetto con Chibsah e Maiello centrali.

Dall’altra parta Maran nonostante l’infortunio di Castro non cambierà modulo e sarà Ionita a giocare sulla trequarti in appoggio a Joao Pedro e Pavoletti, anche se con caratteristiche sicuramente differenti. Nessuna particolare novità in difesa, dove con il portiere Cragno giocheranno Srna, Romagna, Ceppitelli e Padoin. Il centrocampo si baserà sulle giocate di Barella che avrà al suo fianco Bradaric e Dessena.

Il pronostico

Sarà una partita molto importante per la classifica in zona retrocessione, e tutte e due le squadre la affronteranno con la massima attenzione a livello difensivo. Si scontrano due squadre che tirano poco in porta, e che avranno rispetto l’una dell’altra, c’è da aspettarsi una partita equilibrata, e il pareggio non è da escludere.

Le probabili formazioni di Frosinone-Cagliari

FROSINONE (3-4-1-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Brighenti; Zampano, Chibsah, Maiello, Beghetto; Ciano; D. Ciofani, Campbell.
CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Romagna, Ceppitelli, Padoin; Barella, Bradaric, Dessena; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti.

PROBABILE RISULTATO: 1-1

SASSUOLO – UDINESE | domenica ore 15:00

L’Udinese ha vinto la prima partita con il nuovo allenatore Nicola che ha sostituito Velazquez, e lo ha fatto contro un’avversaria di alto profilo contro la Roma. Si è subito vista la grinta trasmessa dal nuovo allenatore alla squadra sul piano del pressing e della determinazione, ma sul piano tattico non ci sono stati grandi miglioramenti. L’Udinese è apparsa troppo passiva soprattutto prima di passare in vantaggio, e non ha mai costruito azioni con un piano di gioco preciso ma sempre con trovate individuali in contropiede.

Tanto è bastato per avere la meglio su una Roma distratta e poco determinata, ma contro il Sassuolo potrebbe non bastare. La squadra allenata da De Zerbi dopo l’ottimo avvio di stagione è un po’ in fase calante e avendo vinto solo una partita delle ultime sette vorrà provare a rifarsi contro un’avversaria che sembra assolutamente alla portata.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Sassuolo De Zerbi confermerà la difesa a tre, mentre in attacco cambierà un po’ la disposizione in campo. Mancherà infatti per infortunio Boateng, utilizzato finora da “falso nueve”, al suo posto ci sarà un attaccante centrale classico come Babacar, motivo per cui il Sassuolo proverà ad attaccare di più sfruttando le fasce, con Berardi e Di Francesco che proveranno a saltare l’uomo e mettere dentro cross invitanti.

Dall’altra parte Nicola non ha intenzione di modificare la squadra che ha battuto la Roma. Davanti al portiere Musso ci saranno Larsen, Troost-Ekong e Nuytinck, con l’ulteriore protezione rappresentata a centrocampo da Fofana, Mandragora e Behrami. Gli esterni saranno Ter Avest a dstra e Pezzella a sinistra. In attacco va verso una nuova esclusione Lasagna, recentemente in nazionale, visto che dovrebbero giocare De Paul, il migliori di questo avvio di stagione, e Pussetto.

Il pronostico

Nelle ultime cinque partite giocata in casa dal Sassuolo sono stati segnati in totale 23 gol, ben 4.6 di media a partita. I gol non dovrebbero mancare nemmeno stavolta, ma una nuova goleada è difficile visto che l’Udinese con Nicola allenatore giocherà un calcio molto più difensivo e guardingo. Il Sassuolo è favorito per la vittoria.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Udinese

SASSUOLO (3-4-3): Consigli; Marlon, Magnani, G. Ferrari; Lirola, Duncan, Magnanelli, Rogerio; Berardi, Babacar, Di Francesco.
UDINESE (3-4-2-1): Musso; Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck; Ter Avest, Fofana, Behrami, Mandragora, Pezzella; De Paul; Pussetto.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

TORINO – GENOA | domenica ore 15:00

Torino-Genoa è una partita tra squadre con obiettivi di campionato differenti. Il Torino punta alla qualificazione in Europa League, il Genoa ha come obiettivo primario la salvezza. Nonostante gli ultimi risultati siano stati abbastanza negativi, il Genoa sembra in grado di tenere testa al Torino, squadra fin qui troppo umorale.

La squadra allenata da Mazzarri, che tornerà in panchina dopo il problema di salute che lo ha costretto a saltare la scorsa partita pareggiata contro il Cagliari, sembra avere maggiori mezzi tecnici del Genoa, che da quando Juric ha preso il posto di Ballardini non è mai riuscito a vincere. Nel derby pareggiato contro la Sampdoria, la squadra allenata da Juric ha mostrato quanto meno grande carattere, vedremo se riuscirà a ripetersi sotto il profilo della determinazione e della grinta.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Torino Mazzarri ha tutti i calciatori a disposizione, compreso Rincon che dopo avere saltato la scorsa partita per squalifica tornerà a prendere posto a centrocampo. Il modulo sarà il solito 3-5-2 con il collaudato trio di difensori centrali Izzo, N’Koulou, Djidji davanti al portiere Sirigu. Sulle fasce ci saranno De Silvestri e Ansaldi, in mezzo al campo con Meité e Rincon giocherà uno tra Baselli e Soriano, unico vero ballottaggio in vista di questa partita. In attacco infatti Zaza non sembra avere possibilità di partire titolare, e farà da riserva a Iago Falque e Belotti.

Anche il Genoa di Juric, che non potrà essere in panchina per squalifica (al suo posto Murgita), giocherà con il 3-5-2. Il portiere sarà ancora Radu, fin qui non sempre convincente, in difesa con Biraschi e Criscito conferma per Romero, inserito dal nuovo allenatore dopo che con Ballardini aveva trovato poco spazio. Sugli esterni giocheranno Romulo e Lazovic, in mezzo ci saranno Hiljemark, Sandro e Bessa. In attacco il collaudato duo formato da Kouamé e Piatek, che fin qui sono stati di gran lunga i migliori calciatori del Genoa e tra le poche sorprese positive.

Il pronostico

Il Torino è complessivamente più forte e parte favorito, il Genoa potrebbe riuscire a pareggiare se Piatek si confermerà letale sotto porta al contrario di Belotti, chiamato a segnare con maggiore continuità per portare la sua squadra in zona Europa League.

Le probabili formazioni di Torino-Genoa

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Djidji; De Silvestri, Meitè, Rincon, Baselli, Ansaldi; Iago Falque, Belotti
GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, C. Romero, Criscito; Romulo, Hiljemark, Sandro, Bessa, Lazovic; Kouamé, Piatek.

PROBABILE RISULTATO: 2-1