Espanyol-Athletic Bilbao, Liga spagnola (lunedì)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Espanyol-Athletic Bilbao, in programma stasera alle 21:00, conclude l’undicesima giornata del campionato spagnolo. Per esiti abbastanza clamorosi e imprevedibili di questa prima parte di stagione, l’Espanyol gioca per raggiungere il secondo posto. L’Athletic sta andando male ma è sempre più in compagnia di squadre illustri.

ESPANYOL – ATHLETIC BILBAO | lunedì ore 21:00

I risultati abbastanza deludenti ottenuti dalle squadre nelle prime posizioni in questa giornata di campionato, mettono l’Espanyol di Rubi nelle condizioni di poter ottenere in secondo posto in classifica in caso di vittoria contro l’Athletic Bilbao, stasera al Cornellà-El Prat. Dopo l’Atletico Madrid, l’Espanyol è la squadra ad aver subito meno gol di tutte le altre in queste prime dieci giornate (soltanto 8). È inoltre l’unica squadra ad averne vinto quattro su quattro in casa, battendo tra l’altro squadre come il Valencia e il Villarreal.

L’Athletic Bilbao ha ottenuto soltanto dieci punti in dieci giornate. Al momento si trova in quartultima posizione di una classifica ancora cortissima ma di per sé piuttosto sorprendente. Una vittoria in trasferta stasera contro l’Espanyol permetterebbe alla squadra di Berizzo di raggiungere il Betis e la Real Sociedad, e di superare Valencia e Villarreal. Sono tutte squadre che a questo punto della stagione, considerando le ambizioni delle società e le risorse a loro disposizione, non dovrebbero trovarsi in quelle posizioni.

In senso molto generale e sommario è possibile sostenere che in questi primi mesi di campionato le squadre “piccole” ma tatticamente equilibrate e ben organizzate hanno avuto la meglio sulle squadre teoricamente più attrezzate ma male allestite o con poca qualità in attacco. La partita tra l’Athletic Bilbao e l’Espanyol, in questo senso, può fare da modello perfetto di questo discorso.

Rubi non dispone di una rosa di fenomeni: ha in larga parte ereditato una squadra che il precedente allenatore, Quique Sánchez Flores, ha faticato tantissimo a far funzionare. Sono cambiati i princìpi di gioco: pur mantenendo una spiccata attitudine al gioco sulle fasce in profondità, Rubi ha introdotto un pressing altissimo sulla trequarti avversaria, che permette alla difesa di trovarsi sotto assedio molto meno spesso che in passato.

Inoltre Rubi ha trovato da subito una formazione titolare stabile, in cui l’unico elemento che presenta una certa variabilità è l’esterno destro alto (Leo Baptistâo ha perso il posto sicuro e se lo contende spesso con Pablo Piatti e Hernán Pérez). Ma ora Hernán Pérez si è fatto male al bicipite femorale della gamba sinistra nella scorsa partita contro il Valladolid, e mancherà per almeno un paio di settimane.

L’Athletic Bilbao, secondo una considerazione più volte espressa e condivisa tra i commentatori, non ha un reparto offensivo pronto, in sostanza, a sostenere le ripercussioni dell’ormai prossimo ritiro di Aritz Aduriz. Ha vinto una sola partita in dieci giornate e ha segnato undici gol, soltanto quattro nelle ultime sei partite.

Come vedere Espanyol-Athletic Bilbao in diretta TV o in streaming

Espanyol-Athletic Bilbao si potrà vedere alle 21:00 in diretta streaming su DAZN, la piattaforma in possesso dei diritti di trasmissione delle partite di Liga spagnola in esclusiva in Italia.

Il pronostico

Le prestazioni deludenti dell’Athletic Bilbao in questa prima parte di stagione (e anche in quella scorsa) sono diventate un’evenienza stabile e costante, motivata da ormai comprovati limiti strutturali della rosa. Al momento l’Espanyol è favorito sia nello scontro diretto in casa sia su lungo termine, dopo avere peraltro risolto – almeno apparentemente – i noti problemi in attacco avuti nelle stagioni scorse.

Le probabili formazioni

ESPANYOL (4-3-3): Diego López; Dídac Vilà, Mario Hermoso, David López, Javi López; Sergi Darder, Marc Roca, Granero; Sergio García, Borja Iglesias, Piatti (o Baptistão).
ATHLETIC BILBAO (4-2-3-1): Herrerín; De Marcos, Inigo Martinez, Yeray, Yuri Berchiche; Mikel San José, Dani Garcia; Muniain, Raúl García, Susaeta; Williams (o Aduriz).

PROBABILE RISULTATO: 1-0