Chievo-Sassuolo, Parma-Frosinone e Sampdoria-Torino, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Chievo-Sassuolo, Parma-Frosinone e Sampdoria-Torino sono le tre partite di Serie A che si giocheranno in contemporanea domenica alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

CHIEVO – SASSUOLO | domenica ore 15:00

I due pareggi e le otto sconfitte totalizzate nelle prime dieci partite rappresentano la peggiore partenza in assoluto nella storia del Chievo in Serie A dopo altrettante partite giocate. Il cambio di allenatore finora è servito a ben poco: con Ventura al posto di D’Anna non si sono visti grandi miglioramenti, e la difesa continua a subire gol con troppa facilità. I 26 gol subiti finora rappresentano un record negativo dopo le prime dieci partite di un campionato di Serie A dal 1992/93 ad oggi (30 gol presi dall’Ancona).

In questa partita da vincere assolutamente per tornare a sperare in una salvezza resa ancora più complicata dai tre punti di penalizzazione, il Chievo affronterà il Sassuolo, che dopo un avvio di campionato brillante ha raccolto solo due punti nelle ultime quattro partite, mettendo in mostra dei limiti a livello difensivo, con otto gol subiti.

Le ultime notizie sulle formazioni

Oltre tutto l’allenatore del Sassuolo De Zerbi deve fare i conti con parecchi problemi di formazione. Non sarà della partita Bourabia, calciatore molto importante nello scacchiere tattico dell’allenatore, e in attacco mancherà Babacar, con Boateng che è pure in dubbio per dei problemi fisici ma dovrebbe stringere i denti per mancanza di alternative.

Dall’altra parte Ventura dovrà rinunciare ancora a Barba che dopo avere scontato la squalifica in settimana è stato vittima di un problema fisico che lo ha messo fuori dai giochi. Indisponibili Tomovic, Cacciatore, Rigoni e Djordjevic, fuori anche Pucciarelli per una infiammazione al ginocchio. Ventura dovrebbe mettere da parte la difesa a tre, ma per cercare la vittoria schiererà comunque tre calciatori offensivi che dovrebbero essere Birsa, Giaccherini e Stepinski.

Il pronostico

Tutte e due le squadre saranno penalizzate dalle assenze: il Chievo è in grande difficoltà ma giocherà con la forza della disperazione e potrebbe riuscire a fermare quanto meno sul pareggio il Sassuolo, in una partita in cui tutte e due le squadre dovrebbero segnare.

Le probabili formazioni di Chievo-Sassuolo

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Rossettini, Bani, Jaroszynski; Obi, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Giaccherini, Stepinski.
SASSUOLO (3-4-3): Consigli; Marlon, Magnani, Ferrari; Lirola, Locatelli, Magnanelli, Rogerio; Boateng, Berardi, Djuricic.

PROBABILE RISULTATO: 2-2

PARMA – FROSINONE | domenica ore 15:00

Finalmente nell’ultimo turno il Frosinone è riuscito a centrare la prima vittoria in campionato, e lo ha fatto alla grande segnando tre gol in trasferta alla Spal. Dal punto di vista offensivo la squadra allenata da Longo sembra essersi sbloccata, visto che ha fatto otto gol nelle ultime tre partite. E questa è un’ottima notizia in vista della partita contro il Parma, una squadra che difende con il baricentro basso e che concede parecchi tiri: quella allenata da D’Aversa è infatti la squadra che ha subito più tiri nei cinque maggiori campionati europei in corso (224).

Il Parma rispetto al Frosinone ha avuto un avvio di campionato decisamente migliore, in cui forse ha raccolto più di quanto avrebbe meritato, mostrando grande cinismo soprattutto in attacco dove Gervinho, famoso per la velocità e i dribbling quanto per i gol sbagliati – si è inaspettatamente riscoperto un bomber infallibile.

Le ultime notizie sulle formazioni

Nelle ultime partite il Parma è stato condizionato anche dai numerosi infortuni. Grassi e Inglese hanno recuperato, ma l’allenatore D’Aversa ha detto che non saranno titolari. A centrocampo dovrebbe così esserci posto per Deiola con Stulac e Rigoni, mentre in attacco non mancano i ballottaggi. Gervinho e Ceravolo sembrano sicuri del posto, mentre Ciciretti, Siligardi e Di Gaudio si giocano l’altro. Pochi dubbi invece in difesa dove giocheranno i soliti Iacoponi, Alves, Gagliolo e Gobbi.

Nel Frosinone l’unica assenza di un certo livello è quella di Hallfredsson. Il modulo di gioco sarà il 3-4-1-2: da quando Longo ha iniziato a schierare una formazione più offensiva con Ciano trequartista e Daniel Ciofani con Campbell in attacco, la squadra si è sbloccata in attacco. Il nazionale della Costa Rica Campbell in particolare ha fornito tre assist nel mese di ottobre, solo Suso ha fatto meglio nei cinque principali campionati europei.

Il pronostico

Il Frosinone è in ripresa e ha ritrovato fiducia, una fiducia che invece è venuta meno al Parma dopo i recenti risultati negativi. L’assenza di Inglese in attacco si farà sentire, gli otto punti di distacco tra le due squadre sembrano eccessivi per i valori che hanno sulla carta, e chissà che il Frosinone non riesca quanto meno a continuare la serie positiva strappando un pareggio in una partita in cui i gol non dovrebbero mancare, viste le caratteristiche anche tattiche della squadra allanata da Longo.

Le probabili formazioni di Parma-Frosinone

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Gagliolo, Gobbi; Deiola, Stulac, L. Rigoni; Ciciretti, Ceravolo, Siligardi.
FROSINONE (3-4-1-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello, Beghetto; Ciano, D. Ciofani, Campbell.

PROBABILE RISULTATO: 1-1

SAMPDORIA – TORINO | domenica ore 15:00

Il Torino ha dimostrato in questo campionato di essere una squadra dura da battere: ci sono riuscite finora soltanto la Roma, con un gol all’ultimo minuto di Dzeko, e il Napoli, unica squadra capace di metterla veramente in difficoltà. Se la classifica è però per il momento un po’ deludente, lo si deve ai troppi pareggi. In particolare a Bologna, il Torino ha perso due punti per strada facendosi rimontare due gol di vantaggio.

Il calendario però finora è stato abbastanza complicato, e in trasferta in particolare il Torino è ancora imbattuto e ha fatto punti anche in campi difficili come quelli di Inter e Atalanta.

Per la Sampdoria non sarà facile tornare alla vittoria. Rispetto all’anno passato la squadra di Giampaolo sta sorprendendo per la solidità della difesa, visto che nessuna squadra ha tenuto la porta inviolata in più partite finora in questo campionato (in cinque partite su dieci). Allo stesso tempo però l’attacco, nonostante il buon avvio di stagione del nuovo acquisto Defrel, si sta prendendo troppe pause e alla lunga potrebbe diventare un problema per l’allenatore Giampaolo.

Le ultime notizie sulle formazioni

In particolare in questa partita la Sampdoria dovrà fare a meno del suo fromboliere Defrel, che si è fatto male domenica scorsa a San Siro e solo giovedì è tornato ad allenarsi col resto del gruppo. Difficilmente partirà titolare, così come Murru al cui posto per via della contemporanea assenza di Regini dovrebbe giocare Sala spostato di fascia. Il modulo di gioco sarà il classico 4-3-1-2, in attacco Caprari si candida a prendere il posto di Defrel. Sulla trequarti va verso la conferma Saponara.

Nel Torino l’allenatore Mazzarri non cambia idea rispetto alle scorse settimana: ancora panchina per Soriano e Zaza, ci sarà Baselli sulla trequarti con Belotti-Iago Falque confermata coppia d’attacco. Non ci sono assenze dell’ultima ora, nel Torino sono tutti a disposizione dell’allenatore. I titolari in difesa dovrebbero essere come al solito Izzo, Nkoulou e Moretti, con De Silvestri e Aina schierati sulle fasce. A completare il centrocampo Rincon e Meité.

Il pronostico

Sarà una partita molto equilibrata, la Sampdoria gioca in casa ma ha qualche problema di formazione al contrario del Torino che ha tutti i suoi titolari a disposizione. Per questo motivo il Torino dovrebbe riuscire quanto meno a pareggiare questa partita.

Le probabili formazioni di Sampdoria-Torino

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Sala; Praet, Ekdal, Linetty; Saponara; Caprari, Quagliarella.
TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Baselli, Meité, Rincon, Aina; Iago Falque, Belotti.

PROBABILE RISULTATO: 1-1