Turchia-Bosnia, Galles-Spagna e Francia-Islanda, amichevoli internazionali (giovedì)

Turchia-Bosnia, Galles-Spagna e Francia-Islanda sono le tre amichevoli internazionali più importanti in programma giovedì 11 ottobre: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

TURCHIA – BOSNIA | giovedì ore 19:30

Da quando è arrivato Lucescu come nuovo commissario tecnico della Turchia, i risultati non sono migliorati più di tanto ma la nazionale ha iniziato a segnare con più facilità e a proporre un gioco offensivo e divertente. Quando si riuscirà a trovare una maggiore solidità a livello difensivo, potranno migliorare anche i risultati. I problemi per l’esperto allenatore ex Shakhtar Donetsk, riguardano però più che altro i singoli calciatori: in attacco c’è grande talento, in difesa decisamente meno. Oltre che di schemi, è un problema anche di uomini se nelle ultime sei partite la Turchia ha sempre sia segnato che subito gol.

In questa amichevole ci sarà la sfida nella sfida tra due calciatori della Roma che hanno iniziato abbastanza bene la stagione: Cengiz Under ed Edin Dzeko. Under insieme al milanista Calhanoglu e a Cenk Tosun dell’Everton assicura qualità alla fase offensiva, dall’altra parte con Pjanic e Dzeko in campo è facile immaginare almeno un gol segnato contro una difesa non insormontabile come quella della Turchia. Non è detto però che giochino dall’inizio, anzi sia la Turchia che la Bosnia potrebbe fare ampio turn over in vista delle partite ufficiali. Pjanic e Dzeko ad esempio potrebbero partire inizialmente dalla panchina, motivo per cui la Turchia ha più possibilità di vincere.

Il pronostico

In questa partita la Turchia, leggermente favorita dal fattore campo, dovrebbe sia fare gol che subirlo per la settima partita consecutiva.

Le probabili formazioni di Turchia-Bosnia

TURCHIA (4-2-3-1): Gökhan; Zeki, Serdar, Çağlar, Hasan Ali; Mahmut, İrfan; Cengiz Under, Calhanoglu, Serdar; Cenk Tosun.
BOSNIA (4-2-3-1): Begovic; Todorovic, Vranjes, Zukanovic, Kolasinac; Besic, Krunic; Visca, Milosevic, Duljevic; Bajic.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

GALLES – SPAGNA | giovedì ore 20:45

La partita amichevole di stasera sarà utile a capire se è più forte il Galles con la formazione titolare però senza Gareth Bale, o una Spagna quasi completamente sperimentale, e priva di parecchi titolari. I trenta gol segnati con dodici assist da Bale su settantadue partite giocate in nazionale non fanno del tutto capire l’importanza che ha questo calciatore per il Galles. L’intero gioco che fa il Galles ha senso solo se ha a disposizione un calciatore velocissimo nelle ripartenze come lo è appunto Bale. L’attaccante del Real Madrid verrà tenuto a riposo a causa di un problema muscolare, in vista della prossima partita ufficiale di Nations League contro l’Irlanda.

Nella Spagna non ci sono per infortunio Carvajal, Íñigo Martínez, Isco, Sergi Roberto e Diego Costa. In questa amichevole inoltre in porta giocherà Kepa al posto del titolare De Gea, e troveranno spazio anche Rodri, Ceballos, Asensio e Iago Aspas. In attacco ci sarà Morata.

Il pronostico

La superiorità tecnica della Spagna è evidente, e dovrebbe bastare per superare il Galles senza Bale. Del resto l’avventura di Luis Enrique come nuovo commissario tecnico della Spagna è iniziata alla grande: vittoria 2-1 in trasferta contro l’Inghilterra e poi il 6-0 alla Croazia finalista dello scorso Mondiale.

Le probabili formazioni di Galles-Spagna

GALLES (4-5-1): Hennessey; Davies, Chester, Mepham, Connor Roberts; Ampadu, Allen, Wilson, Ramsey, Brooks; Vokes.
SPAGNA (4-3-2-1): Kepa; Azpilicueta, Nacho, Sergio Ramos, Marcos Alonso; Rodri, Saúl, Ceballos; Asensio, Iago Aspas; Morata.

PROBABILE RISULTATO: 1-2

FRANCIA – ISLANDA | giovedì ore 21:00

L’Islanda dopo l’exploit di Euro 2016 e la qualificazione al Mondiale di Russia 2018 dove non è però riuscita ad andare oltre il girone, ha iniziato malissimo la Nations League con due nette sconfitte: 6-0 con la Svizzera in trasferta e 3-0 in casa contro il Belgio. Di fronte avrà la Francia campione del mondo in carica, che tra l’altro è stata capace di batterla nel suo periodo migliore, e cioè agli Europei del 2016, con il risultato di 5-2.

Era quella una Francia tra l’altro ancora senza Mbappé, straordinario giovane attaccante che continua a migliorare di partita in partita e che nell’ultimo turno di Ligue 1 con la maglia del Psg ha segnato addirittura quattro gol al Lione, in appena tredici minuti. In questa partita tra l’altro Deschamps dovrebbe schierarlo al centro dell’attacco e non più in una posizione defilata, spedendo in panchina Giroud e inserendo sulle fasce Thauvin e Dembelè, con Griezmann seconda punta. Rispetto alla formazione tipo dell’ultimo Mondiale gli altri due cambi dovrebbero essere Kimpembe per Umtiti e Nzonzi per Kantè.

Nell’Islanda ci sarà in attacco Finnbogason che ha recuperato da un infortunio che gli ha fatto saltare le prime partite con l’Augsburg. Da quando è rientrato ha però dimostrato di avere subito recuperato uno stato di forma ottimale segnando quattro gol in due partite. Insieme a Sigurdsson potrebbe mettere in difficoltà la difesa della Francia e segnare almeno un gol.

Il pronostico

La Francia campione del Mondo è nettamente favorita contro l’Islanda, travolta nelle ultime due partite. Considerato il potenziale offensivo della Francia con Thauvin, Griezmann, Dembelè e lo scatenato Mbappè c’è da pensare a una partita con almeno tre gol totali.

Le probabili formazioni di Francia-Islanda

FRANCIA (4-3-3): Lloris; Pavard, Varane, Kimpembe, Digne; Nzonzi, Pogba; Thauvin, Griezmann, Dembelè; Mbappè.
ISLANDA (4-4-1-1): Halldorsson; Saevarsson, R. Sigurdsson, Ingason, Magnusson; Berg Gudmundsson, Sigurjonsson, Hallfredsson, Bjarnason; G. Sigurdsson; Finnbogason.

PROBABILE RISULTATO: 4-1