Parma-Juventus, Serie A (sabato)

Serie A
Serie A

Parma-Juventus è il secondo anticipo della terza giornata in programma sabato, si gioca alle 20.30: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. La Juventus finora non ha deluso le aspettative, facendo sei punti in due partite, al contrario di Cristiano Ronaldo da cui i tifosi si aspettano il primo gol in Serie A.

PARMA – JUVENTUS | sabato ore 20:30

Parma-Juventus è il secondo anticipo della terza giornata in programma sabato, si gioca alle 20.30. La Juventus finora non ha deluso le aspettative, facendo sei punti in due partite, al contrario di Cristiano Ronaldo da cui i tifosi si aspettano il primo gol in Serie A.

Parma, un avvio difficile ma si potrà migliorare

La sconfitta nell’ultimo turno contro la Spal, abbastanza meritata, è arrivata dopo avere subito il pareggio in rimonta contro l’Udinese e dopo avere subito una brutta eliminazione dalla Coppa Italia contro il Pisa. Un avvio di stagione e di campionato molto difficile per il Parma, ma su questo c’erano pochi dubbi nonostante il calendario non fosse proibitivo. Il motivo è da ricercare nell’estate tormentata vissuta da dirigenti e tifosi: il “caso-Spezia”, con il relativo rischio di vedere addirittura annullata la promozione in Serie A, i cinque punti di penalizzazione prima assegnati e poi tolti, hanno complicato i progetti estivi del Parma.

Alla fine è stata costruita una squadra in grado di salvarsi, ma all’allenatore D’Aversa, alla prima esperienza in Serie A, servirà del tempo per mettere le cose a posto e in tal senso la sosta è benvenuta. A Luigi Sepe, Alessandro Bastoni, Bruno Alves, Federico Dimarco, Massimo Gobbi, Leo Stulac e Luca Rigoni si sono aggiunti solo negli ultimi giorni di calciomercato i rinforzi più importanti: Alberto Grassi, Jonathan Biabiany, Roberto Inglese e Gervinho.

Servirà del tempo ai nuovi arrivati per inserirsi e all’allenatore per capire la giusta tattica e la formazione tipo. Il punto di forza dell’anno scorso è stata la difesa, che però appare molto meno competitiva in un contesto nuovo come quello della Serie A. Ci sono poi troppi trequartisti e attaccanti dal rendimento discontinuo che potranno diventare croce e delizia di questa formazione: gran parte delle possibilità del Parma di centrare la salvezza dipenderà dal loro rendimento. Le sensazioni sono positive, ma contro la Juventus per fare risultato servirebbe quasi un miracolo.

La Juventus è fortissima e lo sta dimostrando

La Juventus è la squadra più forte del campionato di Serie A e lo sta dimostrando in pieno. Il calciomercato fatto in estate ha come obiettivo primario la vittoria della Champions League e stavolta nemmeno l’allenatore e i dirigenti hanno potuto negarlo. Nel frattempo però c’è da vincere l’ottavo Scudetto di fila, e sarà soprattutto una questione di motivazioni, perché a livello di rosa la Juventus non ha paragoni in Italia.

Una garanzia a livello di motivazioni è proprio l’arrivo di Cristiano Ronaldo, che oltre a essere il calciatore più forte al mondo, o uno dei due più forti al mondo, è un professionista esemplare, e va perfettamente a inserirsi in un contesto di una società che fa del lavoro e della serietà i suoi pregi migliori. L’arrivo di CR7 porta inevitabilmente con sé anche rinnovate ambizioni e fame di nuove vittorie.

La partita contro la Lazio è stata impressionante. La Juventus, pur senza strafare, ha dominato la partita. Non c’è mai stata la sensazione che la partita potesse finire con un risultato diverso dalla vittoria della Juventus, e alla fine sembrava quasi un’esibizione in cui l’obiettivo era quello di fare segnare Cristiano Ronaldo.

Per essere rientrato in ritardo dalle vacanze, Cristiano Ronaldo ha mostrato un ottimo stato di forma e si è inserito abbastanza bene nella nuova realtà. Non ha ancora segnato e questo gli pesa tantissimo: oggi proverà in tutti i modi a fare gol, e se la partita come probabile si metterà in discesa, anche l’obiettivo dei compagni sarà quello di farlo sbloccare.

Le ultime notizie sulle formazioni

Nel Parma l’allenatore D’Aversa non dovrebbe cambiare modulo nonostante l’arrivo al Tardini della Juventus. Avanti con il 4-3-3 e in attacco potrebbe esserci spazio dal primo minuto per il nuovo arrivato Gervinho, nonostante un affaticamento muscolare accusato mercoledì. Non è da escludere però che l’attaccante ivoriano venga inizialmente lasciato in panchina per sfruttarne la velocità nel secondo tempo quando i difensori avversari saranno un po’ più stanchi. Il portiere sarà ancora Sepe, in difesa la coppia centrale sarà formata da Bruno Alves e Sierralta con Iacoponi e Gobbi terzini. A centrocampo Rigoni è in vantaggio su Barillà, mentre Grassi è recuperato. Le assenze per infortunio saranno parecchie: Bastoni, Ciciretti, Dezi, Scozzarella, Munari e Biabiany non sono stati convocati.

Dall’altra parte invece Allegri deve rinunciare al solo Spinazzola e ha l’imbarazzo della scelta in tutti i reparti. L’unica certezza è quella che in attacco giocherà Cristiano Ronaldo, per il resto tutto è possibile. Le ultime indiscrezioni parlano di un possibile 4-3-3 in cui la difesa dovrebbe essere uguale a quella vista con la Lazio, con Cancelo, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro. A centrocampo Pjanic centrale con Matuidi e Khedira schierati come interni, in avanti Mandzukic e Bernardeschi favorito su Dybala.

Come vedere Parma-Juventus in diretta streaming

Parma-Juventus sarà trasmessa in diretta streaming alle 20:30 su DAZN (il primo mese è gratuito), che possiede i diritti di trasmissione di tre partite su dieci per ogni turno di campionato di Serie A. Le partite saranno abitualmente quelle del sabato sera, quella di domenica mattina e una delle partite di domenica alle 15:00.

Il pronostico

Non sembrano esserci dubbi sulla vittoria della Juventus, che dovrebbe arrivare stavolta senza i problemi riscontrati nella prima trasferta contro il Chievo, abbastanza accidentali. Cristiano Ronaldo potrebbe segnare il primo gol in Serie A, o chissà fare una doppietta per recuperare il tempo perduto.

Le probabili formazioni di Parma-Juventus

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni, Stulac, Grassi; Da Cruz (Gervinho), Inglese, Di Gaudio.
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, Cristiano Ronaldo.

PROBABILE RISULTATO: 0-3