Chievo-Juventus, Serie A (sabato)

Serie A
Serie A

Chievo-Juventus è la prima partita del nuovo campionato di Serie A e la prima ufficiale di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico.

CHIEVO – JUVENTUS | sabato ore 18:00

La prima partita del nuovo campionato di Serie A vedrà in campo la squadra campione in carica, la Juventus, principale favorita per la vittoria anche in questa stagione. L’esordio di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus avverrà allo stadio “Bentegodi” contro il Chievo. E sarà un test subito utile per capire la reale dimensione di Cristiano Ronaldo nella Serie A, perché il Chievo è il prototipo della squadra che lotta per la salvezza in Italia.

La Juventus è ancora più forte

La squadra che ha vinto gli ultimi sette campionati di Serie A, la Juventus, si è rinforzata nel corso dell’ultimo calciomercato acquistando quello che negli anni passati è stato il calciatore più forte del mondo, Pallone d’Oro per quattro volte negli ultimi cinque anni. Cristiano Ronaldo è un professionista esemplare, arriva in una squadra che fa del lavoro e della serietà i suoi pregi migliori, e porta con sé anche ambizione e fame di nuove vittorie. Quelle che servono alla Juventus per non essere sazi in campo nazionale e che torneranno utili anche per provare finalmente anche a vincere la Champions League.

La Juventus era già la squadra più forte d’Italia, con Cristiano Ronaldo il divario aumenterà ancora. Non solo, è tornato Leonardo Bonucci in difesa che sarà importante in avvio di manovra, e c’è un nuovo centrocampista di quantità e qualità, Emre Can, che rispetto a Sami Khedira è più integro sul piano fisico e darà maggiore continuità. L’unico dubbio è quanto la difesa risentirà della partenza del carismatico portiere e capitano Buffon. Wojciech Szczesny è bravo e lo ha già dimostrato l’anno scorso, quest’anno però partirà da titolare e dovrà imporsi anche a livello di personalità per non soffrire la concorrenza del nuovo arrivato Mattia Perin. L’altro interrogativo è su Bonucci: i tifosi non sono contentissimi del suo ritorno. Se giocherà bene tornerà a essere idolo indiscusso, ma se sbaglierà qualche partita di troppo potrebbe crearsi un caso e problemi per Allegri a gestire lo spogliatoio. Inoltre la tattica: l’allenatore negli ultimi anni è sempre stato bravo a trovare la formula giusta per fare rendere al meglio la sua squadra, ma spesso ha impiegato qualche mese di troppo. Stavolta una partenza al rallentatore potrebbe non essere perdonata perché le avversarie si sono rinforzate, in modo particolare l’Inter.

La strana estate del Chievo

Il “caso plusvalenze” ha inciso negativamente nella preparazione del campionato del Chievo, che è rimasto sostanzialmente lo stesso che l’anno scorso ha rischiato la retrocessione per via di un girone di ritorno disastroso. Nelle passate stagioni con Maran il Chievo partiva sempre bene anche grazie al fatto di cambiare poco a livello di schema e calciatori. Vedremo come andrà quest’anno, l’avversaria non è certo la migliore per iniziare bene il campionato. E alcuni calciatori (Sorrentino e Pellissier su tutti) iniziano a sentire il logorio dell’età che avanza in una delle squadre più vecchie del campionato a livello anagrafico. Sono arrivati pochi rinforzi nel corso dell’estate: solo il difensore Rossettini e il centrocampista Obi hanno possibilità di entrare stabilmente nella formazione titolare.

Il centrocampo senza Lucas Castro è più debole e l’allenatore Lorenzo D’Anna è inesperto e sarà alla sua prima vera esperienza in Serie A. Molto dipenderà dall’attacco: Valter Birsa, Emanuele Giaccherini e Mariusz Stepinski formano un tridente di buon livello, ma che porta in dote un basso numero di gol. E il nuovo arrivato Filip Djordjevic viene in pratica da due stagioni di inattività.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il Chievo dovrebbe confermare per grandi linee la formazione che D’Anna ha impiegato domenica scorsa nella partita di Coppa Italia vinta 1-0 contro il Pescara. L’unico cambio sicuro sarà in porta, dove il portiere di coppa Seculin lascerà il posto all’esperto Sorrentino. In difesa i terzini saranno Cacciatore a destra e Jaroszynski a sinistra, al centro giocherà il nuovo acquisto Rossettini con uno tra Tomovic e Bani. A centrocampo il nuovo arrivato Obi dovrebbe sedere inizialmente in panchina, difficile togliere il posto a Rigoni che ha segnato il gol decisivo contro il Pescara. Gli altri due centrocampisti saranno Radovanovic ed Hetemaj, con Giaccherini e Birsa sulla trequarti al servizio di Stepinski, favorito su Djordjevic.

Dall’altra parte l’allenatore Allegri ha qualche dubbio in più di formazione. Il modulo dovrebbe essere il 4-3-3, con Szczesny in porta e la coppia Bonucci-Chiellini al centro. I terzini dovrebbero essere Cancelo e Alex Sandro. A centrocampo quasi sicuramente fuori resterà il campione del mondo Matuidi rientrato tardi dalle vacanze, e ci sarà spazio per il nuovo acquisto Emre Can con Pjanic e Khedira. In attacco sicuro del posto naturalmente Cristiano Ronaldo, che dovrebbe giocare con Dybala e Douglas Costa.

Come vedere Chievo-Juventus in diretta TV o in streaming

La partita tra Chievo e Juventus verrà trasmessa in diretta Tv da Sky Sport Serie A (canale 202) e in streaming tramite l’app di Sky GO.

Il pronostico

Il primo gol di Cristiano Ronaldo in Serie A non dovrebbe tardare ad arrivare, e per la Juventus dovrebbe arrivare una vittoria abbastanza facile. Il Chievo nel girone di ritorno dello scorso anno ha spesso preso delle imbarcate, e sarà difficile resistere all’impatto del nuovo attacco della Juventus che potrebbe segnare almeno tre gol.

Le probabili formazioni di Chievo-Juventus

CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Rossettini, Jaroszynski; Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Stepinski, Giaccherini.
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Emre Can; Dybala, Douglas Costa, Cristiano Ronaldo.

PROBABILE RISULTATO: 0-3