Russian Premier League: Ural Ekaterinburg-Anzhi Makhachkala, Spartak Mosca-Orenburg e Rostov-Akhmat Grozny (sabato)

Al via una nuova edizione della Russian Premier League. Si parte con tre sfide interessanti: Ural Ekaterinburg, Spartak Mosca e Rostov affrontano rispettivamente Anzhi Makhachkala, Orenburg e Akhmat Grozny. Ecco i pronostici su questi match.

URAL EKATERINBURG – ANZHI MAKHACHKALA | sabato ore 15:30

Al termine della scorsa stagione, l’Anzhi era retrocesso in seconda serie. Poi, però, è stato ripescato in Russian Premier League al posto dell’Amkar Perm, che è recentemente fallito. Anche il club di Makhachkala, comunque, si trova in condizioni economiche pessime: ha accumulato moltissimi debiti, perciò potrebbe addirittura non riuscire a concludere questa annata calcistica.

L’Anzhi, insomma, si avvicina con scarsa fiducia alla partita contro l’Ural Ekaterinburg. Nelle ultime settimane, peraltro, ha lasciato andar via numerosi calciatori importanti e poi ha tentato di trovare qualche rinforzo sul mercato, ma senza seguire un piano preciso: la rosa che è stata consegnata a Magomed Adiev, giovane allenatore con un passato da attaccante, appare poco competitiva.

Il pronostico

Il match inaugurale della Russian Premier League 2018-2019 si preannuncia agevole per l’Ural Ekaterinburg, che dovrebbe approfittare delle enormi difficoltà dei propri avversari e ottenere una vittoria.

Le probabili formazioni di Ural Ekaterinburg-Anzhi Makhachkala

URAL EKATERINBURG (4-1-4-1): Godzyur; Kulakov, Balazic, Bryzgalov, Merkulov; Emelyanov; Dimitrov, Bicfalvi, Egorychev, El Kabir; Iljin.
ANZHI MAKHACHKALA (3-5-1-1): Dyupin; Belorukov, Udaly, Chancellor; Savichev, Kulik, Mohammed, Chaykovsky, Tetrashvili; Katsaev; Markelov.

PROBABILE RISULTATO: 2-0

SPARTAK MOSCA – ORENBURG | sabato ore 18:00

La fase iniziale dell’attuale stagione sarà importante per lo Spartak, che dovrà presto inseguire la qualificazione alla fase a gironi di Champions League: la formazione moscovita entrerà in scena nel terzo turno preliminare della massima competizione europea per club, in cui sfiderà il PAOK Salonicco o il Basilea.

La squadra allenata da Massimo Carrera, dunque, ha bisogno di essere immediatamente brillante dal punto di vista fisico. Il tecnico italiano, molto preparato dal punto di vista tattico, sta svolgendo un ottimo lavoro: ha già condotto lo Spartak verso la conquista di un’edizione della Russian Premier League e di una Supercoppa nazionale.

L’Orenburg si presenta a questa annata calcistica da neopromosso, proprio come nella stagione 2016-2017, durante la quale non è stato capace di difendere la categoria ed è immediatamente retrocesso. Stavolta dovrà cercare di far meglio, ma non sarà facile: il match d’esordio, in particolare, appare proibitivo.

Il pronostico

L’Orenburg giocherà con grande attenzione tattica, farà densità in mezzo al campo e riuscirà probabilmente a non subire troppi gol. Lo Spartak Mosca, però, è favorito e non dovrebbe lasciarsi sfuggire la vittoria.

Le probabili formazioni di Spartak Mosca-Orenburg

SPARTAK MOSCA (4-2-3-1): Rebrov; Eshchenko, Kutepov, Bocchetti, Kombarov; Zobnin, Glushakov; Promes, Hanni, Tashaev; Luiz Adriano.
ORENBURG (4-2-3-1): Dovbnya; Breev, Andreev, Sivakov, Terekhov; Afonin, Malyarov; Chukanov, Popovic, Sutormin; Kozlov.

PROBABILE RISULTATO: 2-0

ROSTOV – AKHMAT GROZNY | sabato ore 20:30

Subentrato a Mikhail Galaktionov nello scorso mese di aprile, Igor Ledyakhov ha saputo condurre l’Akhmat Grozny verso la salvezza ed è stato confermato in panchina dai propri vertici societari, che gli hanno fatto firmare un rinnovo contrattuale fino al 2021.

Il Rostov ha stupito tutti nella stagione 2015-2016, nel corso della quale ha conquistato un onorevolissimo secondo posto in Russian Premier League, dopo aver lottato per il titolo fino all’ultima giornata. Anche l’annata successiva è stata memorabile per questo club, che in Champions ha prima eliminato l’Ajax nei playoff e poi battuto il Bayern Monaco nella fase a gironi. Poi, invece, la situazione è peggiorata: l’undicesima posizione ottenuta nello scorso campionato è stata tutt’altro che esaltante.

Il pronostico

Il match si preannuncia equilibrato: un pareggio non è da escludere. I gol dovrebbero essere pochi: entrambe le squadre non hanno grande qualità a livello tecnico e punteranno soprattutto su una buona organizzazione tattica.

Le probabili formazioni di Rostov-Akhmat Grozny

ROSTOV (4-4-2): Pesjakov; Parshivlyuk, Sigurdsson, Ingason, Skopintcsev; Kalachev, Salétros, Gatcan, Zuev; Ionov, Sigurdarson.
AKHMAT GROZNY (4-2-3-1): Gudiev; Utsiev, Rodolfo, Semenov, Mohammadi; Ismael Silva, Shvets; Mitrishev, Ivanov, Gaschenkov; Mbengue.

PROBABILE RISULTATO: 1-1