Serie A: Empoli-Sassuolo, Genoa-Chievo e Palermo-Fiorentina (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

In questo post trovate le ultime notizie, le probabili formazioni e i pronostici sulle altre tre partite di Serie A in programma domenica pomeriggio alle 15.

EMPOLI – SASSUOLO | domenica ore 15:00

Empoli-Sassuolo è un’altra partita che come il derby tra Roma e Lazio nelle quote relative ai segni “under 2.5” e “over 2.5” risente probabilmente dell’alto numero di gol segnati nella scorsa giornata di campionato, in cui tutte le partite sono terminate col segno “over 2.5”. L’Empoli nelle ultime due partite è riuscito a segnare complessivamente quattro gol a Fiorentina e Milan, ottenendo due vittorie di vitale importanza per la salvezza, visti anche i contemporanei risultati positivi del Crotone, ma nel corso di tutta la stagione ha lasciato a desiderare in attacco e prima delle due partite sopra citate, era riuscito a segnare solo in tre occasioni su otto giornate. L’Empoli ha così raccolto sette punti nelle ultime tre giornate di campionato, uno in meno di quanti ne aveva guadagnati nelle precedenti tredici, ed è andato a segno nelle ultime tre partite, non arriva a quattro incontri consecutivi in A dal mese di febbraio del 2016. Nonostante questi recenti risultati positivi l’Empoli ha ancora di gran lunga il peggiore attacco del campionato, ha fatto solo ventidue gol su trentatré partite e addirittura il Palermo ne ha segnati cinque in più.

Nonostante il gioco offensivo del Sassuolo, per le caratteristiche dell’Empoli è difficile pensare al segno “over” come più probabile di quello “under” nonostante le quote dei bookmaker dicano il contrario, la squadra allenata da Martusciello farà una partita difensiva anche in questa occasione: gli avversari non hanno più nulla da chiedere al campionato, ma nello scorso turno hanno fermato il Napoli sul pareggio dimostrando di volere finire questa stagione fin qui molto sfortunata in modo dignitoso.

L’under 3.5 è a quota 1.38 su SNAI che farà vedere la partita in diretta streaming agli utenti registrati al sito e con un conto attivo.

Probabili formazioni
EMPOLI: Skorupski, Laurini, Bellusci, Barba, Pasqual, Krunic, Dioussè, Croce, El Kaddouri, Mchedlidze, Thiam.
SASSUOLO: Consigli, Peluso, Acerbi, Lirola, Cannavaro, Aquilani, Sensi, Duncan, Politano, Berardi, Defrel.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER 3.5 (1.38, SNAI)
MULTIGOL OSPITE 1-2 (1.55, GoldBet)




GENOA – CHIEVO | domenica ore 15:00

Il Genoa ha vinto soltanto una delle ultime diciassette partite in campionato (quattro pareggi e dodici sconfitte), subendo quaranta gol nel parziale (2.4 in media a partita) ed è la squadra di questo campionato con la striscia aperta più lunga di partite casalinghe senza vittorie A (otto), periodo di tempo in cui ha raccolto appena tre punti. La società ha pensato di avere raggiunto la salvezza già a gennaio, quando ha commesso il solito errore di rivoluzionare la squadra cedendo due titolari fissi come Rincon e Pavoletti: l’infortunio di Perin, la squalifica a Izzo e l’esonero di Juric – sostituito con scarsi risultati da Mandorlini – hanno fatto il resto. Il margine di sei punti sulla zona retrocessione a cinque giornate dalla fine del campionato è a dire il vero abbastanza rassicurante, il problema è che Empoli e Crotone nelle ultime partite hanno iniziato a fare punti come mai erano riuscite in passato, e il Genoa dovrà darsi una mossa per non restare invischiato nella lotta per non retrocedere fino agli ultimi minuti di campionato. Il calendario da qui alla fine della Serie A non è impossibile visto che c’è da affrontare ancora il deludente Palermo (però in trasferta), ma fare punti contro Inter e Roma sarà molto difficile e anche il Torino è avversario ostico, motivo per cui questa partita contro il Chievo è assolutamente da vincere per tirarsi fuori dai guai.

Il Genoa può guardare con ottimismo a questa partita perché nell’ultima occasione in cui ha giocato a Marassi, al ritorno di Juric in panchina – ha fatto molto bene contro la Lazio, fallendo la vittoria solo negli ultimi minuti. L’altro motivo per pensare positivo è che il Genoa affronterà una squadra priva di motivazioni e che sembra avere ormai del tutto mollato: il Chievo ha perso le ultime cinque partite di campionato, che salgono a nove totali nell’intero girone di ritorno in cui ha accusato una flessione comunque fisiologica, visto quanto di buono aveva fatto in quello di andata e considerata l’età media più alta di tutto il campionato dei calciatori di Maran, spremuti a livello fisico dall’allenatore che richiede un grande sforzo agonistico con un pressing continuo che è venuto meno nelle ultime giornate.

Il Genoa dovrà giocare questa partita con la massima intensità e sfruttando il periodo difficile del Chievo e l’appoggio dei tifosi di Marassi: la vittoria interna appare molto probabile.

Probabili formazioni
GENOA: Lamanna, Gentiletti, Burdisso, Munoz, Lazovic, Rigoni, Laxalt, Ntcham, Miguel Veloso, Simeone, Palladino.
CHIEVO: Sorrentino, Dainelli, Spolli, Frey, Izco, Radovanovic, Castro, Hetemaj, Birsa, Pellissier, Inglese.

PROBABILE RISULTATO: 4-1
1 (1.65, GoldBet)
SIMEONE MARCATORE (1.75, GoldBet)
PALERMO – FIORENTINA | domenica ore 15:00

La prestazione del Palermo nell’ultima giornata di campionato – sconfitta 6-2 dalla Lazio e sotto già di cinque gol alla fine del primo tempo – ha confermato lo scarso livello dei calciatori in rosa, non in grado di affrontare un campionato di Serie A. I continui cambi di allenatore (Ballardini, De Zerbi, Corini, Lopez e ora Bortoluzzi) sono stati inutili: già a inizio campionato qui sul Veggente avevamo parecchi dubbi sulle possibilità di salvezza del Palermo.

La scorsa stagione del Palermo è stata grottesca, ma nonostante gli innumerevoli cambi di panchina la squadra alla fine è riuscita a salvarsi nonostante a poche giornate dal termine apparisse ormai spacciata. La tifoseria è in rotta con il presidente Zamparini che negli ultimi due anni ha venduto Dybala e Vazquez – i due migliori calciatori – senza poi reinvestire più di tanto. Ballardini – che alla fine è stato riconfermato nonostante i casini dello scorso anno – si ritrova ora a guidare una squadra giovane, forse troppo, che ha perso il carisma dei vari Sorrentino, Maresca, Gilardino e, appunto, Vazquez mandati via nel corso del calciomercato estivo. Ci sono alcuni calciatori di qualità come Hiljemark e prospetti interessanti come Aleesami ed Embalo, ma l’età media della formazione che dovrebbe giocare contro il Sassuolo sembra troppo bassa e le incognite sono troppe.

Nuova stagione, solito Palermo. Sono passate appena due giornate e la squadra del presidente Zamparini ha già cambiato allenatore, in linea con quanto accaduto l’anno scorso. Stavolta però è stato l’allenatore Ballardini a dimettersi per via di alcune divergenze sul calciomercato con il presidente Zamparini che lo ha sostituito con De Zerbi, uno degli allenatori più promettenti tra i giovani italiani, ma con esperienza finora solo in Lega Pro. Il rischio fallimento per la stagione del Palermo è altissimo, dopo quanto accaduto l’anno scorso. La squadra ha un’età media molto bassa e anche l’allenatore non ha esperienza in Serie A: staremo a vedere.

I risultati del Palermo sono stati forse addirittura peggiori di quanto immaginabile a inizio campionato e in particolare è la squadra che ha raccolto meno punti in casa tra quelle dei cinque maggiori campionati europei 2016/17 (appena sei: una vittoria, tre pareggi e dodici sconfitte).

La Fiorentina da parte sua grazie alla rocambolesca vittoria sull’Inter col risultato di cinque a quattro è tornata a sperare nella qualificazione in Europa League. La vincitrice della Coppa Italia guadagna il diritto a partecipare all’Europa League, ma le finaliste Lazio e Juventus hanno un posto assicurato per la prossima stagione europea, motivo per cui chi arriverà al sesto posto in campionato avrà accesso al terzo turno preliminare di Europa League. Il distacco della Fiorentina dal Milan (attualmente in sesta posizione) è, realmente, di quattro punti, tre di distacco in classifica più uno dovuto agli scontri diretti negativi, motivo per cui la Fiorentina a sole cinque giornate dalla fine del campionato per continuare a sperare dovrà necessariamente vincere una partita come questa, sulla carta ampiamente alla portata nonostante il rendimento altamente discontinuo della squadra di Paulo Sousa.

Probabili formazioni
PALERMO: Posavec, Rispoli, Andelkovic, Gonzalez, Sunjic, Pezzella, Bruno Henrique, Jajalo, Lo Faso, Nestorovski, Sallai.
FIORENTINA: Tatarusanu, Rodriguez, Astori, Milic, Sanchez, Vecino, Badelj, Borja Valero, Tello, Bernardeschi, Babacar.

PROBABILE RISULTATO: 1-3
2 (1.40, GoldBet)
OVER 2.5 (1.43, GoldBet)
MULTIGOL SQUADRA OSPITE: 2-4 (1.51, GoldBet)