Liga: Atletico Madrid-Valencia e Las Palmas-Osasuna (domenica)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Le probabili formazioni, i pronostici e le ultime cose da sapere riguardo Atletico Madrid-Valencia e Las Palmas-Osasuna, le due partite di domenica pomeriggio nella Liga spagnola.

ATLETICO MADRID – VALENCIA | domenica ore 16:15

Oltre che per la rivalità storica e per la notorietà delle due squadre, la partita tra Atletico Madrid e Valencia che si giocherà domenica pomeriggio al “Vicente Calderon” (come nella prima partita di inaugurazione dello stadio, nel 1966) è resa più interessante dalle tendenze recenti delle due squadre. L’Atletico non se la passa benissimo – ha perso 2-1 la partita contro il Barcellona e pareggiato 1-1 al “Riazor” contro il Deportivo – mentre il Valencia è in grande crescita. La squadra allenata da Voro ha vinto tre delle ultime quattro partite di campionato, l’ultima delle quali in casa per 1-0 contro il Leganés. Poco importa che l’unico gol sia stato segnato di testa da Mangala, alla mezz’ora, con un fuorigioco apparentemente influente di Enzo Perez.

Il Valencia ha attaccato dall’inizio alla fine della partita (16-3 il conteggio dei tiri), e nel secondo tempo avrebbe anche meritato un calcio di rigore per fallo di mano in area di un difensore avversario. Rassicura – forse anche più dei nove punti in quattro partite – il fatto che il Valencia stia schierando forse per la prima volta in questa stagione un centrocampo convincente. Carlos Soler, Enzo Perez e Dani Parejo stanno giocando con grande impegno, ed è un grande vantaggio anche in partite come quella contro il Leganés, in cui – senza Munir, Orellana e Nani – c’era da fare anche il lavoro di circolazione del pallone sulla trequarti. Sembra finalmente funzionare anche la coppia di centrali Garay-Mangala, di tutte quelle provate quest’anno forse la migliore.

L’Atletico no, non sta benissimo. Alterna partite in cui Gameiro, Griezmann e Torres sembrano incontenibili ad altre in cui segnare anche un solo gol al Deportivo La Coruna sembra dannatamente complicato. È chiaro che a questo punto, con il Barcellona avanti di undici punti in classifica, l’obiettivo principali sia la Champions League: il 15 marzo l’Atletico giocherà in casa il ritorno degli ottavi contro il Bayer Leverkusen, con buone probabilità di qualificarsi, dopo aver vinto in Germania 4-2. Ma intanto c’è da tirare avanti anche in campionato, per evitare che il complicato tentativo di ottenere il terzo posto – stabilmente occupato dal Siviglia – possa trasformarsi nel faticoso sforzo di difendere addirittura il quarto, dagli attacchi di Real Sociedad e Villarreal.

All’Atletico Madrid mancherà Diego Godin, squalificato: in difesa Savic e Gimenez hanno comunque mostrato più volte di potersela cavare da soli. Non ci sarà neanche Fernando Torres, da poche ore uscito dall’ospedale dopo un ricovero necessario per un trauma alla testa subìto durante uno scontro di gioco nella partita contro il Leganés. Di certo sarà richiesto a tutta la linea difensiva – Vrsaljko e Filipe Luis inclusi – un certo impegno, per cercare di limitare le azioni imprevedibili di Orellana e Munir, di nuovo disponibili nel Valencia (a differenza di Nani, ancora infortunato). Due difese piuttosto solide (l’Atletico da sempre, il Valencia solo da qualche settimana) e due centrocampi formati da giocatori tenaci e aggressivi, da una parte e dall’altra, dovrebbero aumentare le probabilità di una partita combattuta e bilanciata, e senza troppi gol, a patto che la difesa del Valencia resista all’impatto di un attaccante eccezionale come Griezmann, confermando i buoni progressi recenti.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Vrsaljko, Savic, Gimenez, Filipe Luis; Koke, Gabi, Saul Niguez, Carrasco; Gameiro, Griezmann.
VALENCIA: Diego Alves; Montoya, Garay, Mangala, Gayà (o Siqueira); Enzo Perez, Parejo, Carlos Soler; Munir, Orellana, Zaza.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
UNDER 1,5 PRIMO TEMPO (1.50, Bet365)
1X + UNDER 3,5 (1.66, Betfair)
X PRIMO TEMPO




 

LAS PALMAS – OSASUNA | domenica ore 18:30

Per quanto favorito dall’espulsione di Gareth Bale per un ingenuo fallo di reazione all’inizio del secondo tempo, nel turno infrasettimanale il Las Palmas ha fatto una gran figura – peraltro in una fase piuttosto deludente della stagione, per gioco e risultati – pareggiando 3-3 al “Bernabeu” contro il Real Madrid. Bravo Tana, a segnare un gol bellissimo nel primo tempo e pareggiare 1-1, e poi – in undici contro dieci – bravo Boateng a segnare in contropiede quello del 3-1, sfruttando un’uscita raffazzonata di Keylor Navas. Poi però, nonostante l’inferiorità numerica, in campo c’è stato solo il Real Madrid, che prima di segnare i due gol con Ronaldo aveva anche colpito una traversa.

Quanto visto a Madrid basta in ogni caso a ritenere ampiamente favorito il Las Palmas di Quique Setién in casa contro l’Osasuna, ultimo in classifica e ormai quasi senza speranze, che mercoledì in casa – con Sirigu in porta – ha preso quattro gol da un Villarreal in versione abbastanza “sperimentale”, priva di Sansone e Adrian Lopez. Sono tra l’altro due squadre, Las Palmas e Osasuna, che mostrano il meglio di sé quasi esclusivamente nelle partite che giocano in casa, soprattutto l’Osasuna. E anche se il Las Palmas non ha particolari obiettivi di classifica, a questo punto non vince una partita da oltre un mese, e i risultati che otterrà da qui alla fine serviranno a confermare gli incarichi di questa stagione e fissare l’asticella per la prossima.

Le probabili formazioni:
LAS PALMAS: Varas; David Simon, Lemos, Bigas, Dani Castellano (o Helder Lopes); Roque Mesa, Vicente Gomez, Tana; Boateng, Viera, Jesé Rodriguez.
OSASUNA: Sirigu; Oier, Unai Garcia, Vujadinovic, Clerc, Berenguer; Raoul Loé, Causic; Las Cuevas (o Jaime Romero), Roberto Torres, Sergio Leon.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER 1,5 (1.40, Betfair)
MULTIGOL CASA 2-4 (1.75, Eurobet)