Liga: Atletico Madrid-Barcellona (domenica)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

L’Atletico Madrid e il Barcellona si affrontano in campionato domenica pomeriggio, alle 16:15, in una partita che può cambiare la stagione di entrambe. Ecco l’approfondimento, le probabili formazioni e i pronostici: forse, stavolta, ci arriva meglio l’Atletico Madrid.

ATLETICO MADRID – BARCELLONA | domenica ore 16:15

La partita tra Atletico Madrid e Barcellona – finita 1-1 a settembre al “Camp Nou”, nel girone di andata – capita in un momento in cui una vittoria può cambiare la stagione sia dell’una che dell’altra squadra. L’Atletico Madrid ha da qualche settimana ritrovato la forma atletica e il buon gioco di squadra di inizio stagione, lasciandosi alle spalle un periodo di risultati deludenti in campionato e in Coppa del Re (da cui è stato eliminato proprio dal Barcellona). In Champions League ha battuto addirittura 4-2 il Bayer a Leverkusen, nella partita di andata degli ottavi giocata martedì scorso. Il Barcellona in un periodo di risultati e gioco deludente c’è ancora dentro: dopo aver rovinosamente perso 4-0 la partita di andata degli ottavi di Champions contro il PSG a Parigi, nel turno di campionato scorso ha battuto 2-1 il Leganés con un certo affanno, solo grazie a un calcio di rigore trasformato da Messi negli ultimi minuti della partita.

L’Atletico Madrid è in quarta posizione nella classifica della Liga, con 45 punti in 23 partite: per il momento, la “corsa” la sta facendo non tanto sul Real Madrid (52 punti, e con una partita in meno) ma sul Barcellona (51 punti) e soprattutto sul Siviglia (49 punti). In questo scontro diretto contro il Barcellona ha a disposizione un solo risultato, per continuare ad alimentare speranze di poter ottenere un posto tra i prime tre: la vittoria. E questo discorso vale – in un senso più ampio, e non solo strettamente aritmetico – anche per il Barcellona, che solo battendo l’Atletico al “Vicente Calderon” darebbe un chiaro segnale di ripresa e – accantonata la probabile eliminazione dalla Champions – quantomeno rinforzerebbe le proprie credenziali di concorrente per il titolo, mettendo peraltro un po’ di pressione al Real Madrid (giocherà in serata al “Madrigal” contro il Villarreal).

L’Atletico Madrid visto nelle ultime giornate è sembrato molto convincente sul piano sia del gioco collettivo sia – forse ancora di più – di quello individuale. Diversi giocatori stanno dando l’impressione di essere nel picco più alto della propria condizione atletica stagionale. Carrasco sembra definitivamente ripreso da un infortunio e da un periodo di momentaneo disadattamento al modulo di Simeone. Saul Niguez continua a compiere alcune eccellenti giocate individuali (e bellissimi gol) in grado di “girare” partite complicate e stagnanti. Griezmann, anche quando non è lui a segnare, riesce a fornire assist e a “illuminare” il gioco della squadra in attacco. E i due centravanti usati alternativamente da Simeone – Gameiro e Fernando Torres – stanno finalmente segnando più gol di quanti ne sbagliano (la percentuale del francese, in particolare, era quella da migliorare).

Data l’inerzia favorevole alla squadra di casa, a giocare in favore del Barcellona, sostanzialmente, c’è più che altro la fatica che alcuni titolari dell’Atletico potrebbero avvertire soprattutto nel secondo tempo, considerata la trasferta di Champions in Germania sostenuta martedì scorso. Ma c’è di buono, per l’Atletico, che almeno uno dei due centrali che hanno giocato in Champions (Savic e Gimenez) potrà essere sostituito con il rientrante Godin. E inoltre, per quanto riguarda l’attacco, vale il discorso che il frequente turnover tra le due punte centrali Gameiro e Torres permette a Simeone di poter gestire entrambi a seconda dell’eventuale stanchezza e delle diverse circostanze di gioco: fu proprio l’ingresso in campo di Correa e di Torres a permettere immediatamente all’Atletico di pareggiare la partita del girone di andata giocata al “Camp Nou”. Al Barcellona, al contrario, manca molto Mascherano, ancora infortunato, forse uno dei giocatori meno facilmente sostituibili in assoluto, per versatilità.

È da tenere in conto anche un certo nervosismo, alimentato non soltanto dalla storica rivalità sportiva tra queste due società ma anche dai frequenti attriti negli scontri diretti, come nella recente semifinale di Coppa del Re. Dopo aver vinto 2-1 a Madrid, il Barcellona al “Camp Nou” ha ottenuto la qualificazione alla finale grazie a un 1-1, al termine di una partita con due espulsioni per il Barcellona e una per l’Atletico Madrid, e otto ammonizioni.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Vrsaljko, Savic, Godin, Filipe Luis; Koke, Gabi, Saul Niguez, Carrasco; Gameiro. Griezmann.
BARCELLONA: Ter Stegen; Sergi Roberto, Umtiti, Piqué, Jordi Alba; Busquets, Rakitic (o André Gomes), Iniesta; Neymar, Messi, Suarez.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + UNDER 4,5 (1.72, Betfair)
OVER 6,5 CARTELLINI (1.80, Bet365)
CARTELLINO PRIMA DEL MINUTO 23:00 (1.83, Bet365)
1X + GOL (2.60, Betfair)