Coppa d’Africa: Algeria-Tunisia e Senegal-Zimbabwe (giovedì)

I pronostici sulle partite della Coppa d'Africa 2017
I pronostici sulle partite della Coppa d'Africa 2017

Le cose da sapere, le probabili formazioni e i pronostici per le due partite della seconda giornata del girone B di Coppa d’Africa.

ALGERIA – TUNISIA | giovedì ore 17:00

L’Algeria pur essendo tra le squadre candidate alla vittoria finale – ha iniziato male la Coppa d’Africa, non riuscendo ad andare oltre il pareggio contro il modesto Zimbabwe, la squadra più abbordabile del girone B. A questo punto la nazionale allenata dal belga commissario tecnico Georges Leekens non potrà sbagliare questa seconda partita contro la Tunisia, ferma a un punto dopo la sconfitta all’esordio, perché altrimenti rischierebbe di giocarsi la qualificazione all’ultimo turno contro il forte Senegal.

L’Algeria nella prima partita di questa Coppa d’Africa ha fatto due gol confermando di avere probabilmente il migliore attacco della competizione con Mahrez, Slimani e Brahimi. Mahrez ha giocato su alti livelli facendo vedere quelle abilità che lo hanno reso famoso al Leicester: gran dribbling, velocità e potenza e precisione di tiro. Proprio Mahrez con una doppietta ha evitato la figuraccia all’Algeria, i dubbi sulla tenuta della difesa sono stati confermati dai due gol subiti dallo Zimbabwe. L’Algeria può contare su quello che è probabilmente il terzino sinistro più forte d’Africa, Ghoulam del Napoli, ma le sue caratteristiche migliori riguardano la fase offensiva e lo stesso vale per il centrocampista Bentaleb. La difesa con Bensebaini e Mandi come coppia centrale è di scarso livello, e nella prima partita è andata spesso in difficoltà per via della scarsa copertura dei compagni di squadra, il 4-2-3-1 è un modulo troppo offensivo. Del resto sarebbe un peccato non sfruttare al massimo la qualità che ha l’Algeria in attacco. Rispetto alla prima partita dovrebbero esserci due cambi nella formazione iniziale, con Asselah e Ghezzal (Lione) al posto degli infortunati M’Bolhi e Soudani.

La Tunisia ha perso la prima partita del girone e si gioca la qualificazione contro l’Algeria: una vittoria riaprirebbe il discorso qualificazione, perché all’ultima giornata ci sarebbe poi da affrontare la nazionale sulla carta più debole di questo girone. La nazionale allenata dall’esperto commissario tecnico settantenne Henry Kasperczak non ha giocato male contro il Senegal, ma ha commesso delle ingenuità a livello difensivo, pagate a caro prezzo. Il problema è che la Tunisia teoricamente avrebbe il proprio punto di forza proprio nella solidità difensiva, e invece il centrale più affidabile, Abdennour, ha commesso il fallo da rigore che ha agevolato la partita del Senegal. La Tunisia sotto di due gol ha provato a riaprire la partita e ha avuto parecchie occasioni, dimostrando però di avere una scarsa efficacia sotto porta. Per questo motivo l’Algeria – che pure concederà spazi agli avversari per colpire in contropiede – parte favorita, avendo a disposizione degli attaccanti di qualità maggiore e più efficaci in zona gol.

Probabili formazioni
ALGERIA: Asselah, Bensebaini, Belkhiter, Mandi, Ghoulam, Bentaleb, Guedioura, Ghezzal, Brahimi, Slimani, Mahrez.
TUNISIA: Mathlouthi, Ben Youssef, Dhaouadi, Abdennour, Maaloul, Nagguez, Khazri, Akaïchi, Sliti, Yassine Khenissi, Youssef Msakni.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.25, Bet365)
GOL (1.83, Bet365)
OVER 2.5 (2.25, Bet365)




SENEGAL – ZIMBABWE | giovedì ore 20:00

Il Senegal ha vinto la prima partita del torneo confermando di essere una delle squadre favorite per la vittoria finale, ma il gioco dovrà migliorare, così come la concentrazione della difesa. Nella partita vinta contro la Tunisia, il Senegal ha concesso troppe occasioni agli avversari, e i gol segnati sono arrivati su un calcio di rigore regalato dagli avversari e in seguito a un calcio d’angolo. Vista la qualità dei calciatori a sua disposizione, il Senegal può migliorare e non di poco in fase di possesso palla: in difesa c’è Koulibaly del Napoli, in attacco Saido Manè del Liverpool, Keita Baldè della Lazio e Diouf dello Stoke City, molto forte anche il centrocampo che può contare sul roccioso Cheikhou Kouyaté del West Ham e su Idrissa Gueye dell’Everton, recupera palloni che ha giocato un ottimo girone di andata in Premier League. Il Senegal è una delle maggiori pretendenti alla vittoria finale perché è una squadra equilibrata che ha dei punti di forza in tutti i reparti.

Vista la vittoria nella prima partita, contro lo Zimbabwe il Senegal ha la possibilità di qualificarsi con un turno di anticipo ai quarti di finale. Vincere non sarà comunque una passeggiata, lo Zimbabwe non ha la squadra più scarsa del torneo e il Senegal dovrà mostrare maggiore concentrazione e qualità nel possesso palla. Ci sono dei giovani di prospettiva come il portiere Mkuruva, il difensore Hadebe e il centrocampista Nakamba, mentre i due calciatori più forti sono l’attaccante Musona che gioca nell’Oostende in Belgio e il centrocampista offensivo Khama Billiat che ha recentemente preso parte al Mondiale per club con la maglia del Mamelodi Sundowns. Il problema ulteriore per lo Zimbabwe è che Musona si è fatto male nella prima partita contro l’Algeria e non sarà disponibile: al suo posto probabile l’inserimento di Rusike.

Probabili formazioni
SENEGAL: Diallo, M’Bengue, Koulibaly, Mbodji, Gassama, Gueye, Kouyate, N’Diaye, Sadio Mane, Diouf, Keita Baldè.
ZIMBABWE: Mkuruva, Bhasera, Nhamoinesu, Zvirekwi, Muroiwa, Phiri, Katsande, Rusike, Mushekwi, Billiat, Mahachi.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.57, Bet365)