Coppa del Re: Celta-Valencia, Eibar-Osasuna, Siviglia-Real Madrid (giovedì)

Coppa del Re
I pronostici sulle partite di calcio di Coppa di Spagna, la Coppa del Re ("Copa del Rey")

Si giocano stasera le ultime tre partite di ritorno degli ottavi di finale, con le qualificazioni già abbastanza definite: i risultati dell’andata sono Valencia-Celta Vigo 1-4, Osasuna-Eibar 0-3 e Real Madrid-Siviglia 3-0.

Oggi si concludono gli ottavi di finale di Coppa del Re, con le ultime tre partite di ritorno. Vale anche oggi quanto detto nei giorni scorsi:

La raccomandazione sottintesa, in questi giorni di Coppa del Re, è di prendere tutto con molte cautele, e possibilmente di attendere le ultime ore per avere informazioni certe sui convocati e sulle formazioni. A questa competizione nazionale, in questa edizione e anche nelle precedenti, le squadre più forti hanno destinato attenzioni e livelli di impegno e concentrazione molto disomogenei e altalenanti, non facilmente prevedibili e non sempre consoni alla qualità delle rose. Spesso, anzi, le partite di Coppa del Re – soprattutto quelle delle fasi iniziali – sono state considerate da alcuni allenatori un’occasione per compiere esperimenti tattici o testare qualità e resistenza di calciatori provenienti dalle giovanili. Insomma l’indicazione per questo genere di circostanze è: scambiamoci dati e informazioni ma andiamoci piano, con le conclusioni.

CELTA VIGO – VALENCIA | giovedì ore 19:00

Anche le statistiche di Voro González, in precedenza piuttosto positive, hanno subìto una chiara flessione negativa, in questa sua seconda esperienza stagionale da allenatore ad interim del Valencia, in seguito alle dimissioni di Cesare Prandelli. Nella prima partita del 2017, la settimana scorsa, il Valencia stava già sotto di tre gol a zero dopo diciotto minuti, nella partita di andata degli ottavi di Coppa del Re contro il Celta Vigo, che ha poi vinto la partita 4-1. Per il Valencia non sembrano quindi esserci margini per recuperare qualche speranza di qualificazione, contando che oltre al risultato già di per sé negativo influisce sulla partita di ritorno la caotica situazione societaria e sportiva del Valencia.

Nel turno di campionato scorso la squadra provvisoriamente allenata da Voro ha pareggiato 3-3 in trasferta contro l’Osasuna, squadra ultima in classifica. Il Valencia ha subìto il gol del pareggio al secondo minuto di recupero, dopo peraltro aver sbagliato un calcio di rigore sul risultato di 3-2 (lo ha calciato Parejo). L’aspetto più preoccupante in queste prime due partite dell’anno, al di là della generale situazione di crisi, è stata la totale assenza di concentrazione e competenza specifica in difesa, ancora priva di titolari evidentemente fondamentali come Garay, infortunato, e Abdennour, convocato dalla nazionale tunisina per la coppa d’Africa. Nel ruolo sostitutivo di centrale difensivo Mario Suárez sta mostrando evidenti limiti tecnici, e come lui anche altri difensori sembrano a tratti non conoscere neanche i movimenti diagonali basilari.

Date le probabilità pressoché nulle di passare il turno, Voro ha lasciato a Valencia diversi titolari tra i quali lo stesso Mario Suárez, Diego Alves, Enzo Pérez, Nani e Rodrigo. Per il Celta, che invece tra gli attaccanti non ha convocato Guidetti, potrebbe essere una buona occasione per Giuseppe Rossi, che di occasioni quest’anno ne sta avendo molto poche.

Le probabili formazioni:
CELTA VIGO: Sergio Alvarez; Hugo Mallo, Sergi Gomez, Roncaglia, Jonny; Marcelo Diaz, Wass; Pablo Tucu Hernandez, Pione Sisto, Bongonda; Rossi.
VALENCIA: Domenech; Montoya, Aderllan Santos, Mangala, Gayà; Carlos Soler, Parejo, Medran; Santi Mina, Cancelo, Munir.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + UNDER 3,5 (1.95, Betfair)
ROSSI PRIMO MARCATORE SQUADRA IN CASA (3.50, Bet365)




 

EIBAR – OSASUNA | giovedì ore 19:00

Dopo il 3-0 dell’Eibar in trasferta al “Reyno de Navarra” la settimana scorsa, anche questa partita di ritorno degli ottavi tra Eibar e Osasuna, allo stadio “Municipal de Ipurúa”, non presenta particolari incertezze riguardo l’esito della qualificazione al prossimo turno. L’Osasuna ha chiaramente il bisogno stringente di recuperare posizioni in campionato per evitare la retrocessione, e domenica ha uno scontro diretto fondamentale in trasferta contro il Granada, penultimo. È a quella partita che sarà quasi certamente destinata la concentrazione della squadra e del suo allenatore e direttore sportivo Petar Vasiljevic (la settimana scorsa è stato esonerato Caparros).

Anche Mendilibar ha approfittato del risultato parziale già molto favorevole per lasciar riposare qualche titolare: Sergi Enrich, Kike Garcia, Antonio Luna, Ramis, Rivera, Arbilla non sono stati convocati. L’unico attaccante di ruolo sarà Nano Mesa, che sarà schierato molto probabilmente davanti al trequartista Bebé, ex Rayo Vallecano.

Le probabili formazioni:
EIBAR: Riesgo; Capa, Lejeune, Galvez, Juncà; Escalante, Dani Garcia; Adrian, Ruben Pena, Bebé; Nano Mesa.
OSASUNA: Nauzet; Bunuel, Tano, David Garcia, Fuentes; Fausto Tienza, Otegui, Olavide; Jaime Romero, Javi Alamo, Kodro.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3,5 (1.54, Betfair)

 

SIVIGLIA – REAL MADRID | giovedì ore 21:15

Per quanto sia paradossale dirlo dopo un 3-0 all’andata, la qualificazione del Real Madrid al prossimo turno di Coppa del Re – ovviamente molto probabile – è comunque quella meno probabile tra le tre che restano ancora da decidere, oggi. La schiacciante vittoria del Siviglia allo stadio “Anoeta” contro la Real Sociedad (4-0), nella partita di campionato giocata sabato scorso, ha dimostrato – qualora ce ne fosse bisogno – che la squadra di Sampaoli ha tutte le potenzialità e lo stile di gioco adatto a segnare oltre tre gol in una stessa partita, a certe condizioni. Sono condizioni che però molto difficilmente potrebbero presentarsi nella partita di stasera: il Real Madrid non ha alcun bisogno di “scoprirsi” né di attaccare, e potrà concentrarsi sulla fase difensiva.

Da questo punto di vista è perfettamente comprensibile la scelta di Zidane di non convocare Ronaldo, peraltro già assente all’andata senza negative ricadute sull’esito della partita (anzi il gruppetto Asensio-Morata-Rodriguez ha giocato benissimo). Rispetto a quella partita mancheranno Modric, Isco e James Rodriguez, non convocato per precauzione a causa di un fastidio muscolare non grave. Ci saranno invece sia Ramos che Lucas Vazquez, recentemente assenti per infortuni, e saranno ancora assenti Pepe e Bale (lui ne ha ancora per diverse settimane).

Tra i titolari rilevanti nel Siviglia non sono stati convocati né N’Zonzi né Vazquez, e questa scelta potrebbe lasciar intendere che Sampaoli cercherà comunque di giocarsela ma senza rischiare di rimetterci calciatori fondamentali per il resto della stagione. Tra l’altro, Siviglia e Real Madrid si affronteranno ancora una volta domenica sera, di nuovo al “Ramón Sánchez-Pizjuán”, nella partita della diciottesima giornata di campionato. Stasera invece potrebbe esserci spazio per Jovetic, appena arrivato dall’Inter in prestito con diritto di riscatto.

Le probabili formazioni:
SIVIGLIA: Sergio Rico; Rami, Lenglet, Mercado; Kranevitter, Iborra, Ganso, Kiyotake, Sarabia (o Vitolo), Correa; Vietto.
REAL MADRID: Casilla; Danilo, Varane, Ramos, Nacho; Casemiro, Kroos, Asensio; Lucas Vazquez, Mariano Diaz, Morata.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.50, Bet365)
OVER (1.55, Eurobet)
1X + OVER (2.65, Eurobet)