Serie A: Atalanta-Roma, Bologna-Palermo, Crotone-Torino, Empoli-Fiorentina e Lazio-Genoa (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per le cinque partite di Serie A in programma domenica alle 15.

ATALANTA – ROMA | domenica ore 15:00

Questa di Bergamo sarà una partita molto importante per capire se la Roma è in grado di provare a contendere lo scudetto alla Juventus fino alla fine del campionato. Finora la squadra allenata da Spalletti è stata impeccabile in casa ma ha perso parecchi punti per strada in trasferta, e in questa occasione giocherà contro un’avversaria che nel suo stadio dà il meglio di sé e che ha ottenuto 19 punti nelle ultime sette giornate di campionato, più di ogni altra squadra.

La squadra allenata da Gasperini sta proponendo un calcio divertente in fase offensiva ma anche molto efficace: se nelle prime giornate era stata parecchio sfortunata a subire gol nei pochi tiri concessi, successivamente la difesa ha migliorato anche i suoi numeri a livello statistico, visto che ha subito un solo gol nelle ultime sei partite di campionato, nessuno nelle ultime tre. Tra i protagonisti dell’ottimo momento a livello difensivo c’è il giovane Caldara, che si è guadagnato la convocazione in nazionale grazie a una serie di ottime partite.

Resistere all’attacco della Roma sarà però molto complicato, visto che quello giallorosso è il miglior attacco della Serie A con 29 gol segnati, e la squadra allenata da Spalletti ha realizzato almeno tre gol in sette delle dodici partite stagionali. Sono numeri straordinari, resi possibili dalle straordinarie condizioni fisiche di Salah e Dzeko. Spalletti ha avuto la fortuna di potere lavorare nel corso della sosta con Manolas, Strootman, Nainggolan e Perotti, non convocati dalle rispettive nazionali, e tutti titolari contro l’Atalanta. De Rossi ha giocato ben due partite con l’Italia, e ha fatto vedere un’ottima forma fisica, non giocava così bene da parecchio tempo e sarà un valore aggiunto in vista di questa sfida molto difficile.

Nell’Atalanta potrebbe pesare parecchio l’assenza per squalifica di Conti, che con le sua accelerazioni sulla fascia destra è stato tra i migliori nelle ultime partite. Uno dei punti deboli della sempre incerta difesa giallorossa è proprio la fascia sinistra, col problema che Raimondi non ha le stesse caratteristiche di Conti. Gasperini potrebbe però inventarsi qualcosa a livello offensivo sfruttando il “Papu” Gomez proprio sulle fasce, Gomez – a segno nelle ultime due partite – alla Roma ha già segnato quattro gol in carriera, è la sua “vittima” preferita.

Sarà una partita aperta, da “gol”, con la Roma che parte leggermente favorita nonostante l’ottimo periodo di forma dell’Atalanta. Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.53 su Bet365, che # e che permette di giocare anche sulle ammonizioni.

Probabili formazioni
ATALANTA: Berisha, Masiello, Toloi, Caldara, Raimondi, Gagliardini, Kurtic, Kessiè, Spinazzola, Gomez, Petagna.
ROMA: Szczesny, Bruno Peres, Rudiger, Manolas, Fazio, Strootman, De Rossi, Nainggolan, Perotti, Salah, Dzeko.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
GOL (1.53, Bet365)
X2 (1.25, Bet365)




BOLOGNA – PALERMO | domenica ore 15:00

Bologna-Palermo è la sfida tra due squadre che se la passano male, anche se nel caso della squadra allenata da Donadoni non c’è da fare drammi in vista del futuro. Il Bologna è a secco di vittorie nelle ultime sette partite di campionato, ma il Palermo ha fatto peggio perdendo tutte e cinque le ultime partite giocate. La sorpresa è che nonostante questi risultati negativi stavolta Zamparini non ha esonerato l’allenatore, confermando De Zerbi che pure qualche colpa la ha. Il Palermo non gioca male, ma per ottenere la salvezza in Serie A non si deve tanto badare al gioco quanto al sodo, e cioè cercare di fare punti con tutti i mezzi, anche quelli meno leciti. La sconfitta contro il Milan in una partita in cui il Palermo ha giocato una buona partita ha confermato questo limite. Provare a fare possesso palla e giocare un calcio tutto sommato offensivo con una rosa di bassa qualità tecnica e fatta per lo più di giovani con poca esperienza in Serie A, è un errore che il pur bravo De Zerbi non dovrebbe commettere.

Il Bologna gioca un calcio più speculare, spesso Donadoni riesce ad adattarsi agli avversari e in questo caso potrà contare sul rientro dal primo minuto del suo fromboliere Destro. La sua squadra nelle ultime partite è stata spesso penalizzata da infortuni e squalifiche, stavolta a parte la grave perdita di Verdi, rientreranno i due centrali Maietta e Gastaldello – assenti nella brutta sconfitta di Roma – e Donadoni dovrà pure risolvere i ballottaggi che riguardano Torosidis e Masina e Nagy e Viviani. Questa abbondanza gioca a favore del Bologna, che ha una squadra più attrezzata del Palermo e un allenatore di maggiore esperienza motivo per cui parte favorito.

Probabili formazioni
BOLOGNA: Da Costa, Krafth, Maietta, Gastaldello, Masina, Nagy, Taider, Rizzo, Dzemaili, Krejci, Destro.
PALERMO: Posavec, Cionek, Andelkovic, Rispoli, Aleesami, Hiljemark, Gazzi, Bruno Henrique, Quaison, Diamanti, Nestorovski.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.75, Bet365)
CROTONE – TORINO | domenica ore 15:00

Il Torino prendendo a pallate il Cagliari nell’ultima giornata di campionato ha confermato di essere una delle squadre dal più alto potenziale offensivo della Serie A. L’allenatore Mihajlovic ha a disposizione dei calciatori di grande qualità in attacco: oltre a Belotti – a segno anche con la nazionale -, Iago Falque e Ljajic, il Torino ha anche Boyè, Martinez e Maxi Lopez. Per questo motivo Mihajlovic già da questa estate ha scelto una tattica molto offensiva, il 4-3-3, con dei terzini di spinta, un regista di buona tecnica come Valdifiori e due interni bravi negli inserimenti come Baselli e Benassi. Per puntare a un campionato di vertice, il Torino dovrà però migliorare il suo rendimento in trasferta, magari già a partire da questa sfida di Crotone. Il Torino ha perso una sola partita nelle ultime nove giornate, a San Siro contro l’Inter, ma ha vinto solo una volta in trasferta.

Il Crotone dopo un avvio deludente ha leggermente migliorato il suo rendimento, e non è un caso se i primi tre punti sono arrivati nel momento in cui la squadra ha potuto giocare nel suo stadio “Ezio Scida” dopo l’esilio forzato all’Adriatico di Pescara. Il Crotone farà una partita difensiva e conoscendo le caratteristiche di gioco del Torino proverà a colpirlo in contropiede, puntando sulla qualità del tridente formato da Palladino, Falcinelli e Trotta. Il portiere Cordaz e la linea di difesa non sembrano in grado di resistere alle offensive del Torino, e alla lunga questa tattica potrebbe essere controproducente, fermo restando che le possibilità di bucare Hart almeno una volta ci sono. Il Torino ha fatto sette “gol” nelle ultime sette partite e anche in questa sfida entrambe le squadre potrebbero andare a segno.

Probabili formazioni
CROTONE: Cordaz, Ceccherini, Ferrari, Rosi, Mesbah, Barberis, Capezzi, Rohden, Palladino, Falcinelli, Trotta.
TORINO: Hart, Zappacosta, Rossettini, Castan, Barreca, Benassi, Valdifiori, Baselli, Belotti, Iago Falque, Ljajic.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + OVER 1.5 (1.45, Better)
GOL (1.70, Better)
EMPOLI – FIORENTINA | domenica ore 15:00

Grazie alla vittoria ottenuta in trasferta nell’ultimo turno col risultato di 4-0 sul campo del Pescara, l’Empoli ha interrotto la sua incredibile serie negativa di otto partite senza segnare, record assoluto nella storia del club, e allo stesso tempo ha migliorato la classifica aumentando a tre i punti di vantaggio sulla zona retrocessione. La vittoria sul Pescara è stata molto importante perché ha permesso agli attaccanti di sbloccarsi e perché è finalmente finito il digiuno del gol, la squadra allenata da Martusciello potrà tornare a giocare con maggiore tranquillità facendo valere la sua abilità nella fase difensiva, principale punto di forza di questo avvio di stagione comunque deludente. Se l’Empoli pur avendo segnato soltanto in due delle dodici partite giocate finora si trova comunque in vantaggio sulla zona retrocessione è per la buona tenuta della difesa, in particolare nell’ultimo periodo, visto che Skorupski non ha subito gol in quattro delle cinque partite più recenti giocate in campionato.

La Fiorentina in piccolo ha gli stessi problemi dell’Empoli: pur concedendo pochi gol agli avversari, segna col contagocce, e non a caso è la squadra che ha collezionato finora più pareggi in Serie A (5), con l’Empoli che la segue a quota quattro. Empoli e Fiorentina sono inoltre le squadre primatiste del segno “under 2.5”: sia a livello statistico che a livello tattico, è difficile immaginare una partita tra l’altro molto sentita – trattandosi di un derby – terminare con parecchi gol.

Probabili formazioni
EMPOLI: Skorupski, Pasqual, Costa, Veseli, Bellusci, Croce, Saponara, Krunic, Dioussè, Maccarone, Pucciarelli.
FIORENTINA: Tatarusanu, Salcedo, Rodriguez, Astori, Milic, Tello, Borja Valero, Vecino, Bernardeschi, Ilicic, Kalinic.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.70, Better)
X (3.25, Better)
LAZIO – GENOA | domenica ore 15:00

Una delle principali sorprese di questo campionato è la Lazio allenata da Simone Inzaghi, una squadra che sta facendo progressi di partita in partita sotto il profilo tattico, che non perde da sette giornate (quattro vittorie e tre pareggi) – nessuna squadra vanta al momento una striscia di imbattibilità migliore in Serie A – e che ha fatto tredici punti nelle ultime cinque partite di campionato giocate all’Olimpico. Se nelle prime partite la Lazio era sta un po’ aiutata dalla buona sorte, col passare del tempo è migliorata di parecchio la fase difensiva, mentre l’attacco sta godendo dell’ottimo periodo di forma di Immobile, della rinascita di Felipe Anderson e della scelta di Simone Inzaghi di dare fiducia a Keita, che ha messo in mostra una continuità di rendimento mai vista finora nel corso della sua carriera. La Lazio ha mostrato anche una buona versatilità a livello tattico, Simone Inzaghi sta modificando la linea difensiva giocando con tre centrali o con una linea di quattro difensori e lo ha sempre fatto con ottimi risultati, anche quando non ha avuto a disposizione il suo migliore difensore De Vrij.

Questa contro il Genoa sarà probabilmente una partita molto tattica tra due squadre che concedono poco a livello difensivo, anche se nel caso della squadra allenata da Juric c’è da tenere conto della differenza di rendimento tra le partite giocate in casa e quelle in trasferta, dove ha perso tre delle ultime quattro partite, vincendo solo a Bologna in una partita in cui ha avuto il vantaggio di giocare per più di un tempo in undici contro dieci. La Lazio – che ritrova tra i titolari Biglia a centrocampo – ha una formazione titolare più competitiva e parte favorita in una sfida in cui vista l’abilità difensiva delle contendenti non si dovrebbero vedere troppi gol.

Probabili formazioni
LAZIO: Marchetti, Basta, Radu, Wallace, Biglia, Milinkovic-Savic, Parolo, Lulic, Felipe Anderson, Immobile, Keita.
GENOA: Perin, Edenilson, Burdisso, Izzo, Orban, Rincon, Laxalt, Miguel Veloso, Rigoni, Ocampos, Pavoletti.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.65, Better)
1X + UNDER 3.5 (1.75, Better)