Serie A: Chievo-Juventus, Genoa-Udinese, Palermo-Milan e Sassuolo-Atalanta (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per le quattro partite di Serie A in programma domenica alle 15.

CHIEVO – JUVENTUS | domenica ore 15:00

La Juventus in settimana ha deluso nella partita del quarto turno del girone di Champions League, pareggiando 1-1 in casa contro il Lione. L’allenatore Allegri ha ancora una volta cambiato modulo e formazione, schierando stavolta Pjanic nel ruolo di trequartista con risultati non eccezionali. La sensazione è che Allegri non sia riuscito ancora a trovare la sistemazione in campo in grado di esaltare le caratteristiche dei nuovi calciatori arrivati in estate (Dani Alves, Pjanic, Pjaca e Higuain) e che il 3-5-2 classico utilizzato negli ultimi anni non sia lo schema ideale per alcuni di questi calciatori. Pur non giocando benissimo, la Juventus è prima in classifica con quattro punti di vantaggio sulla Roma seconda, e come l’anno scorso continua a subire pochi gol concedendo pochissimi spazi e tiri agli avversari. Nonostante le assenze di Bonucci e Chiellini, Allegri avendo a disposizione Rugani e Benatia non perderà poi troppo in difesa e contro il Chievo la difficoltà maggiore – più che non subire gol – sarà farlo, perché la squadra allenata da Maran difende benissimo e infatti è dopo la Juventus quella che concede meno occasioni potenziali agli avversari.

Il Chievo inoltre ha perso una brutta partita la settimana scorsa in casa del Crotone, nelle ultime sei giornate ha centrato solo un successo dopo che aveva vinto tre delle precedenti cinque partite di campionato, e avrà così una grande voglia di rifarsi in una sfida così importante. Il doppio centravanti Higuain-Mandzukic, con l’argentino che quasi si sacrifica per dare spazio al croato, non ha convinto più di tanto ma Allegri non cambierà tattica a causa delle perduranti assenze di Pjaca e Dybala. Il Chievo farà un grande pressing e potrebbe inizialmente resistere agli attacchi della Juventus, ma alla lunga è abbastanza prevedibile un nuovo successo dei bianconeri che ha vinto tutti e quattro gli ultimi precedenti giocati al Bentegodi.

L’under 2.5 è a quota su Bet365, che # e che permette di giocare anche sulle ammonizioni.

Probabili formazioni
CHIEVO: Sorrentino, Gobbi, Gamberini, Cacciatore, Dainelli, Castro, Radovanovic, Hetemaj, Birsa, Floro Flores, Inglese.
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Dani Alves, Benatia, Evra, Alex Sandro, Hernanes, Pjanic, Khedira, Mandzukic, Higuain.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
UNDER 2.5 (1.61, Bet365)
2 (1.44, Bet365)




GENOA – UDINESE | domenica ore 15:00

Il Genoa è stato preso a pallate dall’Atalanta nell’ultima giornata di campionato, e ha subito tre gol, tanti quanti ne aveva incassati nelle precedenti sei partite. Una giornata storta può capitare, soprattutto in trasferta dove finora il rendimento della squadra allenata da Juric non è all’altezza di quello casalingo. Il Genoa in casa ha fatto finora due vittorie e tre pareggi, subendo appena due gol e mantenendo la porta inviolata in tre delle ultime quattro occasioni.

Rispetto all’Udinese, il Genoa sembra avere soprattutto in casa trovato una grande solidità difensiva: i soli due gol subiti nelle partite in casa non sono casuali, la squadra difende bene e concede in media pochi tiri agli avversari. Dall’altra parte invece Delneri sembra avere messo a posto le cose rispetto alla gestione Iachini per quanto riguarda la fase offensiva – soprattutto Thereau sta giocando benissimo e ha fatto quattro gol nelle ultime tre giornate -, mentre la difesa continua a concedere troppo e i due gol presi contro il Torino ne sono stati la conferma. Da quando è arrivato Delneri i risultati sono migliorati, dopo la sconfitta contro la Juventus l’Udinese ha fatto sette punti nelle successive tre partite, ma ha sempre subito gol, precisamente sei in quattro partite.

La maggiore solidità difensiva e l’ottimo rendimento interno fanno pensare a una possibile vittoria del Genoa, che è tornato a disporre in attacco di Pavoletti e che a centrocampo può contare sempre sulle pericolosi incursioni di Rigoni, che tra l’altro ha fatto tre gol nelle ultime cinque partite che ha giocato contro l’Udinese in Serie A.

Probabili formazioni
GENOA: Perin, Edenilson, Burdisso, Izzo, Orban, Rincon, Laxalt, Miguel Veloso, Ninkovic, Rigoni, Pavoletti.
UDINESE: Karnezis, Widmer, Danilo, Felipe, Wague, Kums, Fofana, De Paul, Badu, Thereau, Zapata.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.85, Bet365)
MULTIGOL 2-4 (1.48, Eurobet)
RIGONI MARCATORE (4.50, Better)
PALERMO – MILAN | domenica ore 15:00

Il Palermo se la passa malissimo, ma non è una sorpresa. Il presidente Zamparini dopo la salvezza ottenuta con un po’ di fortuna in extremis nella scorsa stagione avrebbe dovuto migliorare la rosa, e invece ha preso sul mercato parecchi giovani e dopo due giornate di campionato in seguito all’allontanamento di Ballardini ha scelto anche un allenatore senza esperienza in Serie A, De Zerbi. Fare bene in queste condizioni è molto difficile, e infatti i recenti risultati stanno confermando in pieno gli attuali limiti del Palermo, che è l’unica squadra nei cinque principali campionati europei ad avere perso finora tutte le partite giocate in casa, e per giunta è reduce da quattro sconfitte consecutive.

Questo Palermo non è di certo la squadra giusta per esordire in Serie A: De Zerbi è un allenatore che punta su un gioco offensivo e sul possesso palla, e riuscire nell’intento con a disposizione una squadra inesperta e priva di calciatori molto tecnici è quanto mai complicato. In questo Montella si è dimostrato più esperto: come De Zerbi, Montella ha sempre provato a fare giocare alle sue squadre un calcio offensivo e basato sul possesso palla, ma in questa stagione viste le caratteristiche dei calciatori a sua disposizione ha deciso di cambiare ed è partito prima di tutto dalla solidità difensiva, assicura dal portierone Donnarumma e dalla coppia di centrali Paletta-Romagnoli, il giusto mix di esperienza e qualità. Romagnoli l’anno scorso aveva sofferto l’assenza di un leader al suo fianco, con Paletta il suo rendimento è cresciuto tantissimo tanto da meritarsi anche un posto in nazionale.

L’altra grande impresa di Montella è stata quella di fare giocare in pianta stabile nella formazione titolare alcuni calciatori molto giovani, ma qui più che l’età rispetto al Palermo c’è da prendere in considerazione quella che è l’effettiva bravura dei calciatori in questione (Donnarumma, Romagnoli, De Sciglio, Locatelli e Niang sono di una categoria superiore rispetto ai vari Posavec, Hiljemark, Chochev, Quaison, Embalo, Sallai e così via).

Il Milan ha vinto sei delle ultime otto partite di campionato e nessuna altra squadra ha tenuto la porta inviolata più volte dei rossoneri (cinque) in questa Serie A. L’assenza di Niang in attacco si farà sentire, ma il Milan sembra avere la giusta mentalità per fare sfogare nel primo tempo gli avversari e aspettare il momento giusto per colpire, come ha spesso fatto nel corso di questa prima parte di stagione: i rossoneri hanno trovato 13 dei 17 gol stagionali nel secondo tempo, inclusi sette degli ultimi otto.

Probabili formazioni
PALERMO: Posavec, Cionek, Rajkovic, Morganella, Aleesami, Hiljemark, Gazzi, Chochev, Quaison, Diamanti, Nestorovski.
MILAN: Donnarumma, Abate, Romagnoli, De Sciglio, Paletta, Kucka, Locatelli, Suso, Pasalic, Bonaventura, Bacca.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3.5 (1.55, Better)
2 (1.65, Better)
X/2 PARZIALE/FINALE (4.45, Better)
SASSUOLO – ATALANTA | domenica ore 15:00

L’Atalanta è una delle squadre più in forma del campionato, ha vinto cinque delle ultime sei partite di Serie A, tenendo la porta inviolata quattro volte nel parziale. Sono risultati questi non casuali ma meritati per quanto fatto vedere in campo, e a dire il vero già quando le cose andavano male nelle prime giornate si erano intraviste le qualità di questa squadra.

L’Atalanta ha preso finora tredici gol in undici partite, ma quattro li ha presi nella prima giornata in cui ancora la difesa non aveva preso le misure ai nuovi dettami tattici dell’allenatore Gasperini, e per il resto c’è stata pure un po’ di sfortuna: l’Atalanta è tra le squadre che concedono meno tiri agli avversari, in particolare da dentro l’area di rigore, ma deve migliorare sulle palle inattive in cui ha subito finora già cinque gol.

Gasperini ha trovato in Petagna un buon sostituto in attesa che Paloschi e Pinilla tornino in forma, ma in fase offensiva i calciatori che fanno la differenza sono Gomez, bravo negli assist e nei dribbling, e Kessie che in questo avvio di stagione è stato formidabile negli inserimenti. Inoltre stanno avendo un ottimo rendimento i giovanissimi Caldara, Conti e Spinazzola, tra i migliori nelle ultime giornate di campionato.

Col morale alle stelle, senza problemi di formazione e con un gioco in cui tutti stanno rendendo al meglio l’Atalanta parte favorita, pur giocando in trasferta, su un Sassuolo che ha numerosi problemi di formazione e che per via dei troppi infortuni sta pagando il doppio impegno campionato-Europa League. Di Francesco ad appena tre giorni dalla partita pareggiata 2-2 contro il Rapid Vienna, dovrà fare ancora a meno di Missiroli, Magnanelli, Duncan, Antei, Berardi e Letschert, motivo per cui per forza di cose dovrà chiedere gli straordinari ad alcuni suoi calciatori. Nonostante l’ottimo rendimento avuto finora in casa, dove il Sassuolo ha vinto tutte le partite sul campo tranne quella contro la Roma (la sconfitta col Pescara è arrivata al tavolino), stavolta per tutti questi motivi sarà difficile centrare i tre punti.

In alternativa alla doppia chance esterna c’è da puntare sul “gol”: il Sassuolo ha sia segnato che subito gol nelle ultime cinque partite di campionato.

Probabili formazioni
SASSUOLO: Consigli, Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Biondini, Sensi, Pellegrini, Politano, Matri, Defrel.
ATALANTA: Berisha, Masiello, Caldara, Zukanovic, Conti, Kurtic, Kessiè, Freuler, Spinazzola, Gomez, Petagna.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X2 (1.50, Better)
GOL (1.88, Better)