Euro 2016: Portogallo-Austria (sabato)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Sabato alle 21 si gioca la seconda partita della seconda giornata del gruppo F di Euro 2016, quello finora più sorprendente: ultime notizie, probabili formazioni e pronostici.

PORTOGALLO – AUSTRIA | sabato ore 21:00

Portogallo e Austria giocheranno la seconda partita della seconda giornata del gruppo F di Euro 2016 allo “Parc des Princes” di Parigi, sabato sera alle 21:00 (la partita sarà trasmessa da Sky e dalla Rai). Portogallo e Austria sono inserite nel gruppo F di Euro 2016 con Islanda e Ungheria. Questa la classifica attuale: Ungheria 3, Portogallo 1, Islanda 1, Austria 0.

Com’è andata la prima partita del Portogallo

Il Portogallo ha ottenuto un risultato deludente, pareggiando 1-1 contro l’Islanda, pur non giocando malaccio. La vera delusione nella nazionale allenata da Santos è stata la prestazione di Cristiano Ronaldo, di gran lunga al di sotto dei suoi standard. Il pallone d’oro ha fallito un paio di occasioni facili e proprio questi suoi errori sono costati la vittoria al Portogallo. Per tutta la durata della partita il Portogallo ha fatto maggiore possesso palla mentre l’Islanda si è limita a difendere e a ripartire in contropiede, né ha modificato la sua tattica di gioco una volta passata in svantaggio per il gol di Nani. Il Portogallo ha giocato bene, ha mostrato una buona solidità difensiva e ha creato occasioni da gol con una certa continuità, ma è stato sfortunato a subire nel secondo tempo il gol del pareggio di Bjarnason e poi a non trovare il raddoppio nonostante i numerosi tentativi. La nazionale portoghese ha dimostrato di avere un buon collettivo, a mancare è stato l’apporto del suo calciatore migliore Cristiano Ronaldo, deludente come nella finale di Champions League pur vinta ai calci di rigore dal suo Real Madrid.

Com’è andata la prima partita dell’Austria

Una delle peggiori squadre viste finora è l’Austria, che ha giustamente perso 2-0 contro l’Ungheria all’esordio. L’Austria pur avendo tanti calciatori più forti degli avversari – su tutti Alaba che ha preso il palo a inizio partita – ha dimostrato una scarsa organizzazione tattica, i calciatori in attacco sono stati tutti indisciplinati ed è mancata una fluida circolazione della palla. Centrocampisti e attaccanti dell’Austria invece di fare girare velocemente il pallone si sono spesso intestarditi in azioni personali, rendendo la vita più facile all’Ungheria. Il primo tempo è finito 0-0, nella ripresa l’Austria ha continuato a sbagliare in fase di possesso palla e l’Ungheria – che ha giocato da collettivo – ne ha approfittato facendo un bel gol con Szalai, che non segnava da un anno e che fino a quel punto era stato tra i peggiori in campo. Dopo il gol a peggiorare la situazione dell’Austria c’è stata l’espulsione di Dragovic per doppia ammonizione. In dieci contro undici l’Austria ha continuato ad attaccare in modo disordinato, sbilanciandosi: l’Ungheria non ha corso particolari rischi e ha segnato nel finale il gol del definitivo 2-0 con un bel pallonetto di Stieber sull’uscita disperata del portiere Almer.

Il modulo e i giocatori del Portogallo

Il Portogallo è una squadra molto solida a livello difensivo, gioca con il 4-3-3: preferisce di solito schierarsi con un baricentro molto basso , i terzini sanno comunque sia attaccare che difendere e adeguano il loro atteggiamento tattico in base all’avversario e allo svolgimento della partita. C’è poi un mediano tostissimo (Danilo) piazzato a protezione della difesa, che contro l’Islanda si è fatto valere e ha assicurato grande copertura. Il Portogallo preferisce giocare in contropiede, sfruttando la velocità di Nani e soprattutto il grande potenziale di Cristiano Ronaldo. Contro l’Islanda fare una partita del genere non è stato possibile per via delle caratteristiche dell’avversario, contro l’Austria le occasioni per ripartire potrebbero essere di più.

A centrocampo ci sono due giovani di grande qualità come Joao Mario dello Sporting Lisbona e soprattutto Andrè Gomes del Valencia, calciatore seguito dai top club europei sul calciomercato, che all’esordio è stato probabilmente il migliore dei suoi. Cristiano Ronaldo viene schierato da attaccante centrale, ma ha la libertà di svariare lungo tutto il fronte offensivo. Nella prima partita è stato deludente, la condizione fisica non è ottimale, ma la scarsa organizzazione dell’Austria unita all’assenza di Dragovic potrebbero favorirlo.

Il modulo e i giocatori dell’Austria

Il 4-2-3-1 dell’Austria non ha funzionato nella prima partita di Euro 2016. La squadra si è spesso allungata e i due mediani Alaba e Baumgartlinger si sono spesso trovati in inferiorità numerica contro i centrocampisti dell’Ungheria. I trequartisti Harnik, Junuzovic e Arnautovic hanno aiutato poco in fase di non possesso palla, mentre l’attaccante Janko è stato mal supportato e ha vinto pochi contrasti aerei in attacco. In questa partita sarà sicuro assente il difensore Dragovic, ed è un problema perché si tratta di gran lunga del calciatore più forte della retroguardia: Hinteregger ha giocato male all’esordio e il sostituto di Dragovic sarà pure poco affidabile, Prödl. Junuzovic – uscito per infortunio nella partita contro l’Ungheria – potrebbe lasciare il posto a Sabitzer. Se Koller confermerà il 4-2-3-1 e i trequartisti saranno ancora una volta poco propensi al lavoro difensivo, per il Portogallo vincere questa partita potrebbe diventare una passeggiata.

Che partita può uscirne

La maggiore organizzazione tattica del Portogallo dovrebbe avere la meglio: l’Austria sarà priva del suo miglior difensore centrale (Dragovic) per squalifica, e questa è una buona notizia per Cristiano Ronaldo, che stavolta potrebbe essere decisivo anche se non ancora in perfette condizioni fisiche. Questo Portogallo è una squadra solida, un bel mix di esperienza (Pepe, Carvalho, Moutinho) e di giovani di qualità (Danilo, Joao Mario e Andrè Gomes) con anche ottimi ricambi in tutti i ruolo, come il promettente diciottenne ex Benfica Renato Sanches, già acquistato dal Bayern Monaco. Se Cristiano Ronaldo torna ai suoi livelli abituali, l’1 in questa partita è più che probabile.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore (dell’incontro e squadra), parziale/finale, tempo del primo gol e “combobet” (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Gol/NoGol) se una delle due squadre farà un gol al minuto 89 o nei minuti di recupero.

Probabili formazioni
PORTOGALLO: Rui Patrício, Gueirrero, Carvalho, Pepe, Vieirinha, André Gomes, Danilo, João Moutinho, Joao Mario (Quaresma), Nani, Ronaldo.
AUSTRIA: Almer, Klein, Prödl, Hinteregger, Fuchs, Alaba, Baumgartlinger, Harnik, Sabitzer, Arnautović, Janko.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.90, Bet365)
OVER 1.5 (1.40, Bet365)
OVER 1.5 SQUADRA IN CASA (2.10, Bet365)