Serie A: Verona-Chievo e Inter-Sampdoria (sabato)

Serie A

La ventiseiesima giornata di Serie A prosegue sabato con i due anticipi in programma alle 18 e alle 20.45: analisi, pronostici e probabili formazioni.

VERONA – CHIEVO | sabato ore 18:00

Dieci punti da recuperare sulla zona retrocessione a tredici giornate dalla fine del campionato sono parecchi, eppure il Verona nelle ultime partite ha dimostrato di non volere ancora arrendersi (prima della sconfitta con la Lazio aveva centrato cinque risultati utili di fila) e in questa partita – trattandosi di un derby – a maggiore ragione darà tutto per ottenere un risultato positivo, magari la seconda vittoria della stagione.

Il Chievo al contrario del Verona può affrontare questa partita con grande tranquillità, forte dei nove punti di vantaggio sulla terzultima in classifica, e con ben cinque squadre (Atalanta, Udinese, Palermo, Sampdoria e Genoa) a fare da eventuale cuscinetto se le cose dovessero mettersi male.

Il Verona nelle ultime partite grazie anche al rientro di Toni si è sbloccato nella fase offensiva, ha segnato complessivamente sette gol nelle sfide contro Atalanta, Inter e Lazio. Le cessioni di Sala e Hallfredsson hanno indebolito la squadra, ma Delneri è ormai riuscito a trovare una formazione tipo basata sul suo modulo preferito – il 4-4-2 che lo ha reso famoso proprio ai tempi del Chievo, avversaria in questa sfida – e sta avendo buone risposte da Wszolek sulla fascia, da Ionita a centrocampo e dagli esperti Toni e Pazzini in attacco.

Per il Verona questa è una partita da vincere a tutti i costi, un altro pareggio servirebbe a ben poco e per questo presto o tardi l’Hellas dovrà attaccare e cercare il gol anche a costo di scoprirsi. Questo potrebbe rendere la partita più divertente, e si potrebbe confermare la recente tendenza all’over 1.5 del Chievo di cui abbiamo parlato anche nella passata settimana.

L’allenatore Maran rispetto a Delneri ha parecchi problemi in più di formazione, visto che dovrà fare a meno dello squalificato Radovanovic e degli indisponibili Izco, Gamberini, Meggiorini, Hetemaj, Pepe, Cacciatore e Floro Flores. Senza dimenticare che il fromboliere della squadra – Paloschi – è stato ceduto nel corso del calciomercato invernale. Le grandi motivazioni del Verona e le difficoltà di formazione del Chievo spingono a puntare sulla doppia chance interna.

Su Bet365 – che # – la vittoria del Verona è a quota 2.37.

Come possibile marcatore occhio a Toni che è tornato al gol nella scorsa partita contro la Lazio e che ha segnato otto gol in 16 precedenti di Serie A col Chievo, tra cui due nei quattro derby di Verona finora giocati.

Probabili formazioni
VERONA: Gollini, Albertazzi, Moras, Helander, Pisano, Wszolek, Marrone, Ionita, Jankovic, Pazzini, Toni.
CHIEVO: Bizzarri, Frey, Dainelli, Cesar, Gobbi, Pinzi, Rigoni, Castro, Brisa, Mpoku, Inglese.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.37, Bet365)
1X + OVER 1.5 (1.80, Eurobet)
OVER 1.5 (1.36, Bet365)
TONI MARCATORE (2.75, Eurobet)




INTER – SAMPDORIA | sabato ore 20:45

Inter-Sampdoria è una partita molto importante per tutte e due le squadre che stanno vivendo un periodo difficile. L’Inter – che a fine girone di andata era in lotta per la vittoria dello Scudetto – ha fatto appena sei punti nelle prime sei giornate del girone di ritorno crollando in classifica e perdendo anche la terza posizione che vale la qualificazione ai preliminari di Champions League e che a questo punto è diventato l’obiettivo stagionale.

La Sampdoria sta messa peggio: da quando Montella ha sostituito Zenga come allenatore, ha fatto solo 9 punti su 13 partite, nessuna squadra ha fatto peggio in questo parziale. Le colpe non sono tutte dell’allenatore, visto che la società nel corso del calciomercato invernale ha fatto una mezza rivoluzione cedendo il migliore difensore (Zukanovic) e il capocannoniere (Eder), passato quest’ultimo proprio agli avversari di stasera. Due calciatori hanno fatto la strada opposta (Dodò e Ranocchia), altri rinforzi sono stati Ricky Alvarez e Quagliarella. Con tutti questi cambi, Montella sta impiegando parecchio tempo per trovare il modulo di gioco migliore per questa squadra. Il problema è che nella sua carriera da allenatore Montella ha sempre avuto a disposizione calciatori di grande tecnica soprattutto a centrocampo, una qualità che Fernando e Barreto non hanno. In questa partita Montella potrebbe optare per il 3-5-2 schierando Muriel dal primo minuto con Quagliarella per mettere in maggiore apprensione la difesa dell’Inter che – solidissima fino alla fine del girone di andata – ha preso 11 gol nelle ultime 5 partite, più di quanti ne aveva presi nelle precedenti 18.

La Sampdoria su 12 partite giocate in trasferta ne ha perse ben 8, subendo 24 gol, 2 in media a partita. L’Inter complici le squalifiche di Medel e Kondogbia dovrà tornare a schierare una formazione più offensiva, col 4-2-3-1 che nelle ultime uscite è stato più penalizzante per la difesa che utile all’attacco. Contro la pessima difesa della Sampdoria però alla lunga un atteggiamento più offensivo dovrebbe premiare l’Inter che nelle ultime partite due partite pur facendo un solo punto ha segnato quattro gol dando qualche segnale di ripresa in attacco.

Probabili formazioni
INTER: Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo, Brozovic, Felipe Melo, Perisic, Palacio, Eder, Icardi.
SAMPDORIA: Viviano, Moisander, Ranocchia, Silvestre, Cassani, Barreto, Fernando, Soriano, Dodò, Muriel, Quagliarella.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.55, Bet365)
GOL (1.90, Bet365)
1X + OVER 1.5 (1.40, Eurobet)