Serie A: Juventus-Roma (domenica)

Serie A

La domenica di Serie A si chiude con il posticipo delle 20.45: in questo post ci sono analisi, probabili formazioni e pronostici.

JUVENTUS – ROMA | domenica ore 20:45

Nonostante il cambio di allenatore e l’arrivo di Spalletti al posto di Rudi Garcia, la Roma domenica scorsa ha fatto un altro risultato deludente pareggiando 1-1 in casa contro il Verona ultimo in classifica. Cambiare la guida a tecnica è servita a poco – per il momento – sotto il profilo dei risultati, ma a Spalletti sono bastati tre giorni per fare dei cambi tattici e per dare una prima bozza di gioco offensivo alla Roma, che da questo punto di vista è già andata meglio rispetto alla gestione di Rudi Garcia.

Le novità principali sono state tre: Florenzi schierato da esterno d’attacco con Torosidis rispolverato nel ruolo di terzino, Pjanic arretrato sulla mediana e Nainggolan nell’insolito ruolo di trequartista in cui è il primo calciatore in fase di possesso palla degli avversari ad andare in pressing. Quest’ultima è stata un’idea azzeccata, vista la scarsa aggressività della Roma di questa stagione versione Rudi Garcia nella riconquista del pallone, anche perché Nainggolan in posizione più avanzata può mettere in mostra la sua abilità nel tiro, non a caso ha fatto il gol del momentaneo vantaggio sul Verona. Inoltre la costruzione della manovra tendeva a favorire Dzeko come finalizzatore, rispetto alla precedente gestione in cui era l’attaccante bosniaco a giocare al servizio di Salah e Gervinho.

L’unica scelta sbagliata di Spalletti nella prima partita di questa sua seconda avventura alla Roma è stata quella di puntare su Castan in difesa, che ha confermato di non essere ancora in grado di giocare ad alti livelli dopo l’operazione subita lo scorso anno. Oltre alla ricerca puntualmente sbagliata dell’anticipo sugli avversari che metteva in difficoltà i compagni, il difensore brasiliano ha commesso il fallo da rigore che ha permesso a Pazzini di pareggiare.

Gli altri problemi della Roma sono attualmente Salah e Dzeko. Salah ha un grandissimo potenziale ma deve inserirsi di più nel gioco della squadra, mentre Dzeko sta continuando a sbagliare gol su gol e la sua fiducia è ai minimi storici, mai in carriera aveva giocato così male. Tra i calciatori più positivi nella prima partita con Spalletti in panchina c’è stato De Rossi, e forse proprio in base alla migliorata condizione fisica di De Rossi, l’allenatore per affrontare la temibile Juventus campione d’Italia in carica ha deciso di optare per un modulo differente, il 3-5-2. De Rossi giocherà al centro della difesa con Manolas e Rudiger, Florenzi e Digne giocheranno da esterni, Vainquer o Keita a centrocampo con Pjanic e Nainggolan. In attacco Dzeko e Salah. Questa sarà una Roma che baderà prima di tutto a difendere con ordine schierandosi a specchio ovvero con lo stesso modulo di gioco che ha svoltato la stagione della Juventus.

Da quando Allegri ha abbandonato l’idea di giocare con la difesa a quattro e con il trequartista, i risultati sono nettamente migliorati grazie anche al recupero di Marchisio e Khedira le cui assenze si erano fatte sentire a inizio stagione. La difesa è tornata a essere ermetica come l’anno scorso, la Juventus subisce pochissimi gol e dopo il Bayern Monaco (prossimo avversario in Champions League) è la squadra ad avere concesso meno tiri in porta agli avversari nei cinque principali campionati europei. Questa Roma schierata con un approccio difensivo coi soli Dzeko e Salah in attacco – che non sono certo nel loro periodo migliore – rischia di fare solo il solletico alla blindata retroguardia bianconera.

L’obiettivo della Roma sarà quello di non subire gol e affidarsi alla giocata individuale di uno dei suoi calciatori (una punizione di Pjanic, ad esempio) per provare a segnare alla Juventus, e questa tattica avrà senso se i giallorossi – che pur deludendo sono imbattuti nelle ultime sei giornate e hanno perso solo tre volte in stagione – non subiranno gol nei primi minuti.

La Juventus forte delle dieci vittorie consecutive e dell’ennesima dimostrazione di forza di qualche giorno fa all’Olimpico contro la Lazio parte favorita e anche i precedenti lasciano ben sperare per i bianconeri: nelle ultime 12 partite in casa contro la Roma la Juventus ha sempre fatto gol e Spalletti contro la Juve da allenatore ha perso 15 precedenti su 18.

Probabili formazioni
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Chiellini, Bonucci, Lichtsteiner, Marchisio, Pogba, Khedira, Evra, Dybala, Mandzukic.
ROMA: Szczesny, Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne, Nainggolan, Vainquer, De Rossi, Pjanic, Dzeko, Salah.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.65, Eurobet)
1X + UNDER 3.5 (1.50, Eurobet)