Champions League: Valencia-Lione e Gent-Zenit (gruppo H)

Champions League

Nel gruppo H, stravinto dallo Zenit, Gent e Valencia si giocano il secondo posto: nell’improbabile caso di un arrivo a pari punti, il Gent sarebbe in vantaggio. Ecco le probabili formazioni, i pronostici e le analisi di Valencia-Lione e Gent-Zenit, ultime partite della fase a gironi nel gruppo H di Champions League.

La situazione nel girone
Lo Zenit ha vinto il girone. Il Gent passerebbe con una vittoria o in caso di sconfitta o pareggio del Valencia (il Gent è in vantaggio negli scontri diretti). Il Valencia al contempo deve vincere e sperare in una sconfitta o pareggio del Gent. Entrambe le squadre sono certe di arrivare almeno al terzo posto.
Il Lione è già eliminato.

VALENCIA – LIONE | mercoledì ore 20:45

Come detto nella presentazione della partita contro il Barcellona sabato scorso, il Valencia e il suo nuovo allenatore Gary Neville, alla prima partita sulla panchina del Valencia, si giocano molto della loro credibilità e gran parte della fiducia dei tifosi in questa partita dell’ultima giornata della fase a gironi di Champions League, contro il Lione. In questo gruppo (H) in gioco c’è soltanto il secondo posto, al momento occupato dal Gent con 7 punti, e il Valencia ne ha 6: l’unica possibilità di passare il turno il Valencia può averla a patto che batta il Lione e a patto che il Gent non batta in casa lo Zenit. In caso di vittoria dello Zenit, infatti, il Valencia potrebbe superare il Gent in classifica soltanto con una vittoria: un pareggio lo porterebbe infatti a pari punti con il Gent, che però è in vantaggio negli scontri diretti (ha segnato un gol a Valencia, mentre il Valencia in Belgio non ne ha segnati).

Un aspetto confortante per il Valencia è il fatto che il Lione, con un solo punto in cinque partite, sia ormai completamente privo di qualsiasi possibilità matematica di qualificarsi e alla Champions e all’Europa League. Giocherà semmai con la volontà di non concludere in modo negativamente memorabile questa edizione della Champions League, ossia senza neanche una vittoria nella fase a gironi, mai accaduto prima nella storia del Lione in questa competizione.

Neville ha fatto capire in conferenza stampa che con lui si riparte da zero, cioè ha spiegato di aver detto ai giocatori che tutti avranno la loro possibilità di giocarsi un posto da titolare: è sembrato un riferimento più o meno esplicito a Negredo, che – rimasto praticamente fuori rosa con Nuno Espirito Santo, che a lui preferiva Alcacer unica punta centrale – potrebbe ora tornare a giocarsi il posto in attacco già da subito (è in buone condizioni fisiche, tutto sommato, dopo un’operazione di appendicite compiuta tre settimane fa). Quelli che mancheranno sicuramente sono Feghouli, Barragán, Gomes, Orban, Rodrigo e Diego Alves, tutti infortunati, più Vezo, squalificato. Nel Lione invece non ci sono Ferri, Valbuena, Fekir, Jallet, Fofana, Kalulu e Umtiti.

Considerando la buona prestazione offerta dalla squadra sabato contro il Barcellona, c’è da aspettarsi che il Valencia – tanto più contro un avversario così poco motivato – non deluderà le aspettative neppure in questa ultima partita della fase a gironi di Champions League, a prescindere dal risultato nella partita tra Gent e Zenit. La necessità di far capire all’allenatore di meritare il posto da titolare potrebbe essere un ulteriore stimolo per alcuni giocatori apparsi più volte svogliati nelle ultime settimane della gestione Nuno.

Le probabili formazioni:
VALENCIA: Domenech; Cancelo, Mustafi, Abdennour, Gayà; Parejo, Enzo Perez, Danilo; De Paul, Santi Mina, Alcacer (o Negredo).
LIONE: Lopes; Bedimo, Konè, Bisevac (o Yanga-Mbiwa), Morel;Tolisso, Gonalons, Darder, Grenier; Beauvue, Lacazette.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.44, Betfair, Bwin e William Hill)
1 + UNDER 3,5 (2.25, SNAI)




 

GENT – ZENIT | mercoledì ore 20:45

Ad una giornata dalla conclusione della fase a gironi della Champions League, il Gent ha ottime possibilità di approdare agli ottavi di finale: una vittoria contro lo Zenit San Pietroburgo gli darebbe la certezza di passare il turno, mentre un altro risultato gli basterebbe in caso di contemporaneo mancato successo del Valencia sul Lione. Nonostante abbia scarsa esperienza internazionale e si sia aggiudicato per la prima volta il massimo campionato belga soltanto nella scorsa primavera, insomma, il Gent ha dimostrato di riuscire a farsi valere anche ad alti livelli. La squadra allenata da Hein Vanhaezebrouck è in grado di esaltarsi soprattutto nel proprio stadio: ha perso una sola partita interna negli ultimi dieci mesi e presumibilmente metterà in difficoltà anche lo Zenit, che si è ormai ampiamente assicurato il primo posto nel gruppo H, ha lasciato a riposo un attaccante di alto livello come Hulk, è al suo ultimo impegno ufficiale del 2015 e potrebbe affrontare questa partita a ritmi bassi, con la mente già rivolta alla lunga sosta invernale che lo attende. La combobet “1X + under 3.5” merita attenzione.

Le probabili formazioni:
GENT: Sels, Asare, Mitrovic, Nielsen, Neto, Kums, Saief, Dejaegere, Milicevic, Foket, Depoitre.
ZENIT SAN PIETROBURGO: Lodygin, Anyukov, Garay, Lombaerts, Criscito, Yusupov, Javi Garcia, Ryazantsev, Shatov, Danny, Dzyuba.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X + UNDER 3.5 (1.75, #)