Champions League: Benfica-Atletico Madrid e Galatasaray-Astana (gruppo C)

Champions League

Analisi, probabili formazioni e pronostici per le due partite del gruppo C di Champions League in cui Benfica e Atletico Madrid si sfidano per il primo posto.

La situazione nel girone
Benfica (10 punti) e Atletico Madrid (11) sono già qualificate e si sfidano per il primo posto: agli spagnoli basterebbe il pareggio visto il punto di vantaggio in classifica. Nell’altra sfida del girone l’Astana dovrebbe vincere in Turchia per soffiare il terzo posto al Galatasaray.

BENFICA – ATLETICO MADRID | martedì ore 20:45

Quella tra Benfica e Atletico Madrid a Lisbona è una tra le partite di Champions League più attese e avvincenti di martedì sera: hanno entrambe dieci punti in classifica e si giocano il primo posto in classifica nel gruppo C. Il Benfica è in prima posizione in virtù del non trascurabile vantaggio di aver battuto l’Atletico 2-1 nella partita giocata al “Vicente Calderon” a Madrid: in quell’occasione l’Atletico non ha giocato una brutta partita e anzi ha tenuto il gioco per tutto il tempo (23 tiri in porta, tra cui uno finito sul palo, contro i 5 tiri in porta del Benfica). È stata sostanzialmente una delle rare occasioni della stagione in cui ha commesso due errori difensivi nella stessa serata (sono stati gli unici due gol subiti dall’Atletico in Champions quest’anno) e in cui ha pagato a caro prezzo la sua tendenza a non “chiudere” mai le partite (l’Atletico è la squadra spagnola che ha fatto meno “over 2,5” in assoluto, in campionato, e in Champions ha segnato più di due gol soltanto contro l’Astana).

In pratica da quel 30 settembre scorso l’Atletico non ne ha persa più nessuna, ma lo 0-0 in casa dell’Astana all’inizio di novembre le impedisce ora di giocare questa partita contro il Benfica con i punti necessari ad accontentarsi di un pareggio. Avendo seguito le partite dell’Atletico Madrid, viene comunque molto difficile immaginare che a Lisbona – peraltro nello stesso stadio in cui il 24 maggio 2014 andò vicino così a vincere la Champions – l’Atletico possa “fare” la partita creando numerosissime occasioni da gol: non è il gioco di Simeone e non è il gioco dell’Atletico, da almeno tre stagioni a questa parte, con buona pace di chi sperava che l’acquisto di gente come Jackson Martinez e Vietto potesse cambiare l’andazzo e generare un Atletico tatticamente più “spregiudicato” e offensivo.

Anche per questa partita, e probabilmente fino a tutto marzo, toccherà fare a meno di Tiago, che si è procurato una frattura non scomposta della tibia della gamba destra in uno scontro di gioco con Asensio nella partita vinta dall’Atletico 1-0 contro l’Espanyol la settimana scorsa. Questo lascia aperte nell’Atletico diverse possibilità a centrocampo ma l’ipotesi più accreditata al momento è che Saul Niguez – piuttosto che Correa, autore del gol nella partita persa 2-1 contro il Benfica – possa prendere stabilmente il posto di Tiago. A gennaio le cose potrebbero cambiare ulteriormente perché dovrebbe arrivare, dopo aver giocato il Mondiale per club con il River Plate, il 22enne argentino Matias Kranevitter, un promettente centrocampista difensivo con un ottimo senso della posizione, già acquistato dall’Atletico in estate (ci stava sopra anche l’Inter, dicevano): un interditore del genere a Simeone potrebbe molto piacere.

In attacco con Griezmann ci sarà Fernando Torres, che non segna un gol dal 19 settembre scorso: il prossimo sarà il suo centesimo gol con la maglia dell’Atletico. Potrebbe avere la sua occasione proprio contro il Benfica, che sarà senza il suo capitano e centrale titolare Luisao: s’è rotto il braccio sinistro in uno scontro durante una partita di coppa portoghese. Gli altri infortunati sono Semedo e Salvio. Confermati invece Gaitàn, tra i migliori in campo nella partita giocata a Madrid, e Raul Jimenez (ex Atletico) in attacco.

Le probabili formazioni:
BENFICA: Julio Cesar; Almeida, Jardel, Lopez, Eliseu; Samaris, Talisca, Guedes, Gaitàn; Jimenez, Jonas.
ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Gimenez, Godin, Filipe Luis; Saul Niguez, Koke, Gabi, Carrasco; F. Torres, Griezmann.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
UNDER 2,5 (1.55, Eurobet)
X2 + UNDER 3,5 (1.60, Eurobet)




 

GALATASARAY – ASTANA | martedì ore 20:45

L’Astana ha avuto il merito di diventare il primo club kazako capace di qualificarsi per la fase a gironi della Champions, ma in un contesto così prestigioso ha faticato molto, come peraltro era facile prevedere: ha conquistato soltanto tre punti nelle prime cinque giornate ed occupa l’ultima posizione nel gruppo C. In teoria, la formazione allenata da Stanimir Stoilov potrebbe ancora essere ripescata in Europa League: per centrare questo traguardo, però, avrebbe bisogno di battere a domicilio il Galatasaray, che è una squadra decisamente più esperta a livello internazionale e sul proprio campo riesce ad impensierire anche avversari blasonati, come ha confermato lo scorso 21 ottobre, superando per 2-1 il Benfica. Lukas Podolski e Wesley Sneijder sono pericolosissimi sulla trequarti, Burak Yilmaz è in grado di finalizzare le azioni offensive nel modo giusto: questi tre calciatori dovrebbero fare la differenza e trascinare il Galatasaray verso la vittoria.

Le probabili formazioni:
GALATASARAY: Muslera, Sabri Sarıoğlu, Semih Kaya, Chedjou, Hakan Balta, Selçuk İnan, Bilal Kısa, Podolski, Sneijder, Yasin Öztekin, Burak Yılmaz.
ASTANA: Erić, Ilić, Postnikov, Aničić, Shomko, Maksimović, Cañas, Dzholchiyev, Twumasi, Kéthévoama, Kabananga.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.53, #)