Qualificazioni Euro 2016, gruppo H: Azerbaijan-Italia e Croazia-Bulgaria

Analisi, pronostici e probabili formazioni per le tre partite del nono turno del gruppo H di qualificazioni agli Europei: c’è pure Norvegia-Malta.

AZERBAIJAN – ITALIA | sabato ore 18:00

L’Italia è prima nella classifica del girone H ed è molto vicina alla qualificazione a Euro 2016. Per avere la certezza aritmetica di arrivare almeno tra le prime due in classifica all’Italia servono altri tre punti, ma in realtà andrebbero bene anche due pareggi contro Azerbaijan e Norvegia. Il commissario tecnico Antonio Conte in ogni caso vorrà evitare di giocarsi tutto contro la Norvegia nella prossima partita in casa, e proverà a chiudere i conti contro l’Azerbaijan già eliminato.

Non sarà però facile battere l’Azerbaijan, che con l’arrivo di Prosinečki come nuovo allenatore ha migliorato il suo rendimento tanto da essere imbattuto nelle ultime quattro partite, in cui ha pareggiato 0-0 contro Croazia e Norvegia mostrando dei netti miglioramenti in fase difensiva. L’Italia già nella partita aveva avuto delle difficoltà a battere l’Azerbaijan, e ci riuscì solo grazie alla doppietta di un difensore, Chiellini, che aveva tra l’altro dato il momentaneo pareggio per 1-1 agli avversari con un autogol.

L’Italia nel corso di queste qualificazioni agli Europei non è mai riuscita a fare più di due gol in una singola partita e vista l’abilità in fase difensiva dell’Azerbaijan, che penserà prima di tutto a non prenderle giocando con un 4-5-1 molto abbottonato, è da prendere in considerazione come pronostico il segno “under 2.5”.

Il commissario tecnico della nazionale Conte nel primo anno alla guida dell’Italia sta facendo il possibile con i calciatori che ha al momento a disposizione. L’Italia in questo momento storico non sembra poter competere con le altre nazionali più forti d’Europa eppure finora è prima nel girone e i risultati sono sempre stati positivi, grazie al lavoro dell’allenatore. Di quanto questa nazionale abbia da invidiare alle squadre del passato, neanche troppo lontano, basta guardare ai titolari in attacco che saranno Eder – naturalizzato come Vazquez per mancanza di alternative valide in attacco – e Pellè, uno sul quale in Serie A nessun club ha mai puntato sul serio.

Eppure Conte ha tirato fuori il meglio dai suoi calciatori, cambiando completamente lo stile di gioco della sua squadra e rivedendo anche il suo credo tattico, abbandonando ad esempio il suo modulo preferito – il 3-5-2 – preferendogli il 4-3-3. Il gioco di Conte è ben differente da quello dell’Italia di Prandelli e anche della sua Juventus tre volte campione d’Italia, che si basava sul possesso palla, e punta piuttosto sull’agonismo, sulla corsa e sulle verticalizzazioni.

In questa partita nel 4-3-3 sarà confermata la difesa – ormai quella tipo – con Darmian e De Sciglio laterali e la coppia centrale formata da Bonucci e Barzagli. A centrocampo ci sarà Verratti come regista (Pirlo è infortunato) con Florenzi e Parolo come interni, in attacco Pellè, Eder e Candreva o El Shaarawy.

Sarà una partita difficile per l’Italia, che finora ha spesso lasciato a desiderare nelle partite sulla carta più facili del girone, tipo quelle con Malta, dimostrando una certa difficoltà a fare gioco contro le difese schierate.

Oltre al segno “under” conviene per questo motivo optare #sulla doppia chance combo bet X2 + under 3.5 a quota 1.27.

Formazioni ufficiali
AZERBAIJAN: K. Agayev, Hüseynov, Medvedev, Sadygov, Dashdemirov, Garayev, Eddy, Nazarov, Amirguliyev, Ismayilov, R. Gurbanov.
ITALIA: Buffon, Darmian, Bonucci, Chiellini, De Sciglio, Verratti, Parolo, Candreva, El Shaarawy, Eder, Pellè.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3.5 (1.27, Bwin)
UNDER 2.5 (1.57, Eurobet)




CROAZIA – BULGARIA | sabato ore 20:45

La Croazia ha messo a rischio in modo clamoroso la qualificazione a Euro 2016, e non solo per la penalizzazione di un punto causata dalla svastica disegnata sul campo in occasione del pareggio contro l’Italia nella partita di ritorno. Il solo punto fatto nelle ultime due partite contro Azerbaijan e Norvegia ha complicato la situazione in classifica dove è attualmente terza con due punti in meno della Norvegia, e anche per questo motivo i dirigenti hanno deciso di esonerare Kovac chiamando come nuovo allenatore Ante Čačić.

La Croazia ha probabilmente la rosa di calciatori più forte di questo girone, basti pensare al centrocampo in cui ci sono Perišić, Rakitić, Modrić, Kovačić e la decisione di esonerare Kovac è stata obbligata dopo la brutta sconfitta contro la Norvegia. In questa partita il nuovo commissario tecnico Ante Čačić dovrà rinunciare a Mandžukić, ma non è detto che questo sia un fattore negativo visto che il probabile sostituto Kalinić ha iniziato alla grande la nuova stagione nella Fiorentina ed è un attaccante più mobile rispetto allo juventino e per questo più in grado di favorire le incursioni al tiro dei tanti centrocampisti di qualità della Croazia.

La Bulgaria nelle ultime due partite è stata parecchio deludente ed è ormai fuori dai giochi per la qualificazione, motivo per cui il commissario tecnico Ivaylov Penev ha iniziato a fare degli esperimenti in vista del futuro convocando quattro novità assolute: Anton Nedyalkov, Asen Georgiev, Georgi Kostadinov e Anton Karachakov. In questa partita la Bulgaria dovrà fare a meno degli squalificati Svetoslav Dyakov, Yordan Minev e Ilian Mitsanski, assente per infortunio anche Ivaylo Chochev del Palermo.

La vittoria della Croazia è a quota 1.30 su Bwin che dà un bonus del 100% fino a 25 euro ai nuovi utenti che si registrano al sito.

Probabili formazioni
CROAZIA: Subašić, Srna, Ćorluka, Lovren, Vrsaljko, Badelj, Perišić, Rakitić, Modrić, Kovačić, Kalinić.
BULGARIA: Mitrev, Z. Milanov, Terziev, A. Aleksandrov, Bodurov, Tonev, G. Milanov, Nedelev, Milanov, Rangelov, Hristov.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 (1.30, Bwin)
1 CON HANDICAP (-1.0) (1.90, Bwin)
NORVEGIA – MALTA | sabato ore 18:00

La Norvegia grazie ai sette punti fatti nelle ultime tre partite in cui non ha subito gol è tornata a sperare nella qualificazione diretta. Al momento ha due punti in più in classifica rispetto alla Croazia, ma il calendario riserva l’Italia in trasferta all’ultima giornata e così vincere questa partita abbordabile in casa contro Malta sarà di fondamentale importanza. La Norvegia è favorita anche per via delle maggiori motivazioni, ma probabilmente vincere non sarà facile come nella partita di andata in cui si impose per 3-0. Quella fu l’unica partita giocata male – rispetto naturalmente alle sue caratteristiche di gioco e al suo potenziale – da Malta in questo girone di qualificazione. Dopo avere subito il gol Malta provò a giocare all’attacco lasciando spazi in contropiede alla Norvegia, un errore che la nazionale di Ghedin non ha più ripetuto.

La Norvegia ultimamente non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 in casa contro l’Azerbaijan dimostrando la sua incapacità a creare occasioni da gol contro le squadre chiuse in difesa, del resto le caratteristiche della Norvegia sono l’abilità nel gioco aereo e la forza nei contrasti, non certo la tecnica individuale. La forza del collettivo ha però finora avuto la meglio – classifica alla mano – sulla tecnica individuale della Croazia e in questa partita in casa i calciatori daranno di tutto per avvicinarsi ancora di più all’insperata qualificazione diretta a Euro 2016.

L’under 2.5 (meno di tre gol segnati nel corso della partita) è a quota 1.45 #che #.

Formazioni ufficiali
NORVEGIA: Nyland, Hovland, Elabdellaoui, Aleesami, Forren, Tettey, Johansen, Henriksen, Skjelbred, Søderlund, Berget.
MALTA: Hogg, A. Muscat, Agius, S. Borg, P. Fenech, Failla, Briffa, R. Muscat, Z. Muscat, Schembri, Effiong.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 + UNDER 4.5 (1.39, Eurobet)
1X + UNDER 3.5 (1.56, Eurobet)