Champions League: Real Madrid-Schalke 04

Champions League

Il Real Madrid affronta lo Schalke 04 con la formazione migliore, la sicurezza del risultato dell’andata in Germania (0-2) e la consapevolezza di non trovarsi esattamente nel miglior momento della stagione: sabato in campionato ha perso il primo posto in classifica e la squadra ha ricevuto alcune critiche.

REAL MADRID – SCHALKE 04 | ore 20:45

Le uniche (pochissime) perplessità riguardo l’andamento di questa partita degli ottavi di finale di Champions League al Bernabeu a Madrid sono state alimentate nelle ore scorse non tanto dalle modeste possibilità dello Schalke 04 bensì dal momento poco positivo che il Real sta attraversando in campionato. Nelle due scorse giornate di Liga ha prima pareggiato una partita in casa contro un ottimo Villarreal, e sabato scorso ha perso al San Mamés contro l’Athletic Bilbao giocando una gran brutta partita, forse la peggiore dell’anno (intanto il Barcellona le ha vinte tutte e due e ora si trova in prima posizione). Nelle ultime ore le critiche alla squadra sono state talmente numerose da rimettere in discussione il collaudato modulo con le tre punte, quello preferito da Ancelotti con il Real.

Nella conferenza stampa di lunedì Ancelotti ha indicato nell’assenza di rapidità e fluidità a centrocampo, più che nell’inattività dei tre attaccanti, le ragioni della sconfitta al San Mamés e, in generale, del momento non molto positivo: in pratica, con gli infortuni di Modric e James Rodriguez, l’incarico di avviare l’azione che fornisca palloni utili a quei tre lì davanti è ricaduto quasi interamente su Isco. Se non gira bene dalle parti di Isco, non gira il Real Madrid. E inserire Illarramendi, Khedira o Lucas Silva a partita in corso, quando le cose si mettono male, serve a poco dato che tutti e tre hanno sostanzialmente una maggiore propensione difensiva, e finisce che palloni agli attaccanti poi ne arrivano ancora meno. Detto ciò, ha chiarito eloquentemente Ancelotti, quei tre lì davanti non si toccano, altro che cambio di modulo: “Quando stanno bene, Cristiano, Bale e Benzema sono insostituibili”.

Metti i “problemi” recenti del Real e la creatività giornalistica nel cercare soluzioni, a un certo punto nelle ore scorse è emersa addirittura la possibilità che Martin Odegaard, il giovane talento norvegese del Real, 16 anni e 75 giorni oggi, potesse essere inserito in prima squadra in modo da giocare qualche minuto di partita e battere così il record di giocatore più giovane di sempre a esordire in Champions League. Ehm, sì, come no. Ancelotti ha risposto anche a questa serie di ipotesi strampalate facendo capire che no, non c’è bisogno di “bruciare” il ragazzino, e ci mancherebbe: Odegaard sta facendo benissimo con la seconda squadra ed è un giovane promettente, ok, ma il Real non sta alla canna del gas. E in questa fase della stagione non è il caso di pensare ai record, ha detto Ancelotti. Peraltro dovrebbe rientrare finalmente Modric, che partirà probabilmente dalla panchina: c’è da capire le sue condizioni – viene da un infortunio serio al retto femorale della coscia sinistra, che gli ha fatto perdere 23 partite – ma è un rientro fondamentale per il Real, in vista di questa parte finale di stagione.

real-madrid-10-marzo

Riguardo la partita contro lo Schalke, si tratta di un “test” molto utile per la squadra: il 2-0 dell’andata mette il Real teoricamente al sicuro, e cioè nelle condizioni migliori per cercare di esprimere un gioco migliore di quello visto recentemente in campionato. In altre parole: un’occasione per Bale di far gol o farne segnare qualcuno e giocare una bella partita. Da questo punto di vista, paradossalmente, il momento di relativa “crisi” del Real non fa comodo per niente allo Schalke, ammesso che ci sia concretamente possibilità di passare il turno: al Real e ad Ancelotti non frega niente del risultato dell’andata. È una partita da vincere e basta, giocando bene per acquietare l’agitatissima stampa sportiva di Madrid. Insomma povero Wellenreuther, il giovane terzo portiere dello Schalke, di nuovo titolare stasera ed esordiente in Champions nella partita di andata, che in fondo non ha manco giocato male: un po’ indeciso sul primo gol, il colpo di testa di Ronaldo, ma sul tiro di Marcelo c’era poco da fare.

Nel turno di campionato scorso lo Schalke ha finalmente vinto una partita – 3-1 contro l’Hoffenheim 3-1 – dopo quattro partite senza una vittoria. Nonostante il moderato ottimismo di Di Matteo, il guaio è che già sarebbe stato difficile giocarsela al Bernabeu senza lo svantaggio di due gol a zero; figuriamoci giocarsela con un 2-0 alle spalle, senza manco Boateng, squalificato, e con diversi giocatori affaticati (Matip in difesa)

Per tutte queste ragioni, dando per scontata una vittoria del Real Madrid, è il caso di segnalare che il bookmaker Betfair propone la vittoria del Real Madrid a quota 4.00, una quota totalmente fuori mercato offerta in via promozionale soltanto in singola (da massimo 10 euro) a quelli che si registrano per la prima volta. Funziona così: si apre un nuovo conto usando il codice promozionale ZIP955; si scommette sul Real Madrid (massimo 10 euro) vincente contro lo Schalke alla normale quota presente sul sito (al momento 1.20); se il Real vince, intanto si riceve l’accredito della scommessa, e poi – entro 24 ore – si ottiene un bonus extra corrispondente alla differenza tra la vincita a quota “normale” e la vincita a quota maggiorata 4.00.

real-vincente-betfair

Inoltre – e in questo caso per tutti, vecchi e nuovi clienti – su questa partita si può ottenere un rimborso speciale fino a un massimo di 25 euro per una singola eventualmente perdente su “Risultato esatto” o “esito primo tempo/finale” di Real Madrid-Schalke 04 se si verificherà in questa stessa partita un evento (uno solo) a scelta dell’utente tra quelli proposti da Betfair: il primo gol lo segna lo Schalke; il Real Madrid in vantaggio 3-1 in qualsiasi momento della partita; ci sono più di 2 gol nel primo tempo; il Real ottiene e segna un rigore; Ronaldo segna almeno 2 gol.

Esempio: punto 5 euro su risultato esatto 3-0 e scelgo di ottenere un rimborso se Ronaldo segnerà almeno due gol. La partita finisce 4-1 per il Real, e due li segna Ronaldo: non ci ho preso con il risultato esatto, ma ottengo il rimborso di 5 euro perché avevo scelto di ottenerlo se Ronaldo avesse segnato almeno due gol.

Probabili formazioni:
REAL MADRID: Casillas; Carvajal, Varane, Pepe, Marcelo; Illarramendi (o Lucas Silva), Kroos, Isco; Ronaldo, Bale, Benzema.
SCHALKE 04: Wellenreuther; Howedes, Matip (o Ayhan), Nastasic; Barnetta, Uchida, Neustadter, Meyer, Fuchs; Huntelaar, Choupo-Moting.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 (1.20, Betfair, con quota 4.00 promozionale solo per i nuovi registrati)
1 con handicap 0:1 (1.50, William Hill)
1 + OVER (1.53, Gazzabet)
1 + RONALDO MARCATORE (1.80, Eurobet)
BALE MARCATORE (2.10, Paddy Power, o anche primo marcatore con eventuale rimborso “power bonus” se Benzema segna almeno un gol durante la partita)