Bayer Leverkusen-Atletico Madrid

Champions League

La partita tra Bayer Leverkusen e Atletico Madrid, anche a causa delle formazioni – all’Atletico manca Koke; al Bayer manca il difensore centrale titolare – potrebbe rivelarsi meno squilibrata di quanto sembri. I motivi di interesse sono soprattutto sul piano tattico: come finisce tra due squadre che solitamente puntano entrambe molto sul pressing alto?

BAYER LEVERKUSEN – ATLETICO MADRID | ore 20:45

Il gioco del Bayer Leverkusen e quello dell’Atletico Madrid, per certi limitati aspetti, presentano alcune somiglianze: è sostanzialmente l’unico aspetto tattico a rendere interessante questo ottavo di finale. Tra le due squadre, l’Atletico – campione di Spagna e vicecampione d’Europa – rimane chiaramente favorito per il passaggio del turno, anche secondo i bookmaker; ma il divario tecnico tra le due squadre, quanto meno in questa partita di andata, potrebbe rivelarsi meno ampio di quanto si creda. Per ragioni tattiche, come detto, ma anche per l’abituale attenzione da parte delle squadre più deboli a cercare innanzitutto di non prendere gol quando si trovano a giocare l’andata in casa.

Come sta l’Atletico Madrid
Dopo aver perso malamente in trasferta due settimane fa contro un avversario abbordabilissimo (il Celta Vigo), in campionato l’Atletico Madrid si è allontanato dal primo posto della classifica in modo difficilmente reversibile: al momento è terzo con 53 punti, cioè tre in meno del Barcellona e sette in meno del Real Madrid (piuttosto c’è da cominciare a guardarsi dal Valencia, quarto con 50 punti e in gran forma). In verità l’Atletico Madrid sta molto bene – nel turno scorso ha demolito 3-0 l’Almeria in casa – e, più che altro, il ritardo in classifica in campionato è sostanzialmente motivato dalla maggiore competitività di Real e Barcellona.

Come ti cambia la vita Griezmann
Uno degli aspetti recenti più positivi per l’Atletico è senza dubbio la notevolissima crescita del rendimento di Griezmann, che dopo un primo periodo di ambientamento (se non proprio di smarrimento) è ormai entrato stabilmente a far parte di qualsiasi azione di attacco dell’Atletico, coprendo di fatto una parte di campo tra trequarti (Koke/Turan) e attacco (Mandzukic) che nella passata stagione praticamente toccava coprire al solo Diego Costa. Il gioco dell’Atletico ne ha molto beneficiato: l’imprevedibilità di Griezmann e la sua capacità di dribblare gli avversari – e farsi trovare sempre pronto nelle vicinanze dell’area – hanno permesso di differenziare le azioni di attacco della squadra, che può ora contare sia su di lui, sia sui devastanti, consueti scambi sulla fascia destra fra Arda Turan e Juanfran.

Griezmann ha segnato finora 17 gol tra coppe e campionato, di cui 11 gol nelle sue 13 presenze in campo. Considerando che ha 23 anni, che l’Atletico lo ha preso dalla Real Sociedad per 30 milioni, e che già ora ne vale di più – grazie alla maggiore notorietà internazionale a lui offerta dall’Atletico, oltre che dallo scorso Mondiale in Brasile – quello di Griezmann potrebbe rivelarsi, a conti fatti, il migliore acquisto dell’estate 2014. Inoltre, una cosa che a Madrid in molti si auguravano è effettivamente accaduta: lui e Mandzukic ci hanno messo sì qualche mese ma adesso si trovano alla grandissima. In due hanno già segnato 26 gol in campionato – le squadre di mezza Liga manco ci arrivano, a 26 gol fatti – e altri 7 gol li hanno segnati nella fase a gironi della Champions. Mandzukic ha persino fatto cinque assist. Mandzukic. E indovinate chi li ha fatti tutti e cinque quei gol? Yes, il biondo con la cresta.

(A proposito di biondezza: ecco a chi abbiamo pensato veramente, anche qui al Veggente, vedendo il nuovo taglio di Scarlett Johansson)

E come sta invece il Bayer Leverkusen
Male. Male tipo bolliti. Delle ultime sei partite giocate il Bayer Leverkusen, attualmente sesto in campionato, ne ha vinto soltanto una, e già stavano in un periodo non buonissimo dieci partite fa. L’allenatore Roger Schmidt è generalmente molto apprezzato per il tipo di gioco che sta cercando di proporre – pressing altissimo e velocità – ma anche i suoi più convinti sostenitori hanno recentemente faticato a trovare argomenti validi per giustificare il preoccupante calo del Bayer. Fanno troppi errori in fase di possesso palla, anche se di buono c’è che si dannano tutti per recuperarla subito. E l’altra cosa che non va è la difesa, piuttosto debole. Nel penultimo turno di campionato il Bayer Leverkusen è riuscito a perdere 5-4 in casa contro il Wolfsburg. È evidente che il problema non è in attacco ma in difesa.

E che ha di buono il Bayer, allora?
Questo fatto che tutti i giocatori del Bayer aggrediscano i portatori di palla in una zona del campo avanzatissima rispetto alla propria difesa ha spesso favorito eccellenti contrattacchi basati sul recupero del pallone e sui cosiddetti “capovolgimenti” dell’azione in tempi rapidissimi: non la recuperano sempre, né facilmente, ma quando rubano palla sono già in porta. In conferenza stampa, Simeone ha descritto questo modo di giocare della squadra allenata da Schmidt: “Recuperano molto bene il pallone. Cioè hanno molta qualità e pressano davvero benissimo quando perdono il pallone”. In un certo senso sembrava che parlasse proprio dell’Atletico Madrid, che propone un pressing costante soprattutto al Vicente Calderon (un po’ meno quando gioca in trasferta).

Questi continui recuperi del Bayer in posizioni del campo così avanzate fa sì che possa segnare praticamente chiunque dalla trequarti in su, generalmente il primo che tra i tanti – Kiessling, Son, Bellarabi, Drmic – si ritrovi in condizioni più favorevoli. Il più in forma è il sudcoreano Heung-Min Son, reduce da ottime prestazioni in Coppa d’Asia (3 gol e finale contro l’Australia): con il Bayer in questa stagione Son ha già segnato 11 gol, di cui tre proprio nella sconfitta in casa contro il Wolfsburg due settimane fa. A centrocampo c’è di buono anche il trequartista turco Hakan Calhanoglu, 21 anni, grande risorsa del Bayer Leverkusen sui calci piazzati.

Il pronostico e le formazioni
Il Bayer Leverkusen deve affrontare questa andata degli ottavi di finale senza il difensore titolare Omer Toprak, squalificato, e senza l’infortunato Robbie Kruse come possibile alternativa a Drmic e Kiessling in attacco. Sostituire Toprak è un problema risolvibile con una soluzione che pone dei vantaggi ma anche dei rischi: quasi certamente al suo posto ci sarà il greco Kyriakos Papadopoulos (23 anni, 1 metro e 83), in prestito dallo Schalke 04, che è buono soprattutto in fase offensiva ma che lascia molto spesso scoperta la difesa in una zona che poi Spahic non può coprire interamente da solo, in caso di contrattacco degli avversari. Nei piani di Schmidt, ad ogni modo, probabilmente c’è che l’Atletico ci arrivi il meno possibile, dalle parti di Papadopoulos e Spahic.

Nell’Atletico manca soltanto l’infortunato Koke, un’assenza molto pesante per qualità e quantità (soprattutto qualità), ma a cui l’Atletico si è ormai abituato nelle ultime settimane schierando normalmente Gabi e Tiago, e chiedendo maggiore iniziativa a Saul. Probabilmente Simeone chiederà ai suoi giocatori una partita di grande attenzione e copertura contro un avversario che l’Atletico non è abituatissimo ad affrontare: una specie di “brutta copia” dell’Atletico in casa. A Turan, Saul, Griezmann e Mandzukic spetterà il compito di segnare almeno quel gol che renderebbe la partita di ritorno molto più semplice.

La promozione speciale di Betfair per Bayer Leverkusen-Atletico Madrid

Così come ieri per Manchester City-Barcellona, anche oggi Betfair propone per questa partita una promozione speciale. Si può ottenere un rimborso – fino a un massimo di 25 euro – per una singola eventualmente perdente su “Risultato esatto” o “esito primo tempo/finale” di questa partita se si verificherà in questa stessa partita un evento a scelta dell’utente tra quelli proposti da Betfair: X + GOL; 1 + GOL; 2 + GOL; OVER 3,5; Mandzukic marcatore.

Esempio: punto 20 euro su risultato esatto 1-1 e scelgo di ottenere un rimborso se la partita dovesse invece finire con l’Atletico vincente + GOL. La partita finisce 1-2 per l’Atletico: non ci ho preso con il risultato esatto, ma ottengo il rimborso di 20 euro perché avevo scelto di ottenerlo in caso di vittoria dell’Atletico + GOL.

                                                  Registrazione a Betfair

Probabili formazioni:
BAYER LEVERKUSEN: Leno; Donati, Papadopoulos, Spahic, Wendell; Rolfes, Castro; Bellarabi, Calhanoglu, Son; Kiessling.
ATLETICO MADRID: Moyà; Siqueira, Godin, Miranda, Juanfran; Saul, Tiago, Gabi, Turan; Griezmann, Mandzukic.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X2 (1.36, Gazzabet)
UNDER (1.62, Eurobet)
GRIEZMANN MARCATORE (2.90, Eurobet, che lo quota anche a 8.00 in Multiplus con Sanchez marcatore)