Roma-Feyenoord, Torino-Athletic Bilbao e Trabzonspor-Napoli

Europa League

In questo post ci sono i pronostici sulle tre partite di Europa League delle squadre italiane che si giocano alle 19: Roma-Feyenoord, Torino-Athletic Bilbao e Trabzonspor-Napoli.

ROMA – FEYENOORD | giovedì ore 19:00

La Roma è nel suo periodo peggiore da quando c’è Rudi Garcia allenatore, ma quanto meno ha la fortuna di giocare in questi sedicesimi di finale contro una delle squadre meno forti rimaste in Europa League, o comunque contro un’altra squadra che in questo periodo non se la passa benissimo: il Feyenoord.

Il Feyenoord ha perso due delle ultime tre partite di campionato, l’ultima in casa del modesto Heracles. L’Heracles prima di giocare l’ultima partita di campionato era terzultimo in classifica, aveva incassato ben quarantanove gol e non vinceva una partita ufficiale dal 7 dicembre 2014. La Roma non è andata poi così meglio visto che ha pareggiato 0-0 in casa contro il Parma ultimo in classifica. Roma e Feyenoord sono due squadre in difficoltà e questo fa pensare che all’Olimpico non ci sarà poi tutto questo spettacolo.

Come gioca il Feyenoord
Il Feyenoord nel corso della scorsa estate ha ceduto parecchi calciatori forti: i difensori Janmaat, De Vrij e Martins Indi e l’attaccante Pellé. Rispetto alla scorsa stagione è cambiato anche allenatore: Koeman è passato al Southampton e al suo posto è arrivato Rutten. La squadra si è indebolita rispetto alla scorsa stagione, e i risultati si sono visti. L’anno scorso il Feyenoord è arrivato secondo a soli quattro punti di distanza dall’Ajax primo in classifica, in questa stagione è terzo ma i punti di ritardo dalla prima sono già venti.

Il Feyenoord gioca col 4-3-3, ha dei buoni calciatori soprattutto a centrocampo. Il più forte è probabilmente Clasie, centrocampista di quantità e qualità, e sulla trequarti ci sono pure giovani di talento. In attacco c’è Kâzım-Richards molto abile nel gioco aereo, motivo per cui il Feyenoord prova spesso i cross dalle fasce. Kâzım-Richards ha fatto 9 gol ed è il fromboliere di questa squadra che invece in difesa ha parecchi problemi, a partire dal poco affidabile Vermeer in porta per proseguire con i vari Boulahrouz, Mathijsen e Wilkshire che saranno esperti ma fortissimi non lo sono mai stati. La difesa del Feyenoord dipende per lo più dal giovane Kongolo che dopo Clasie è il calciatore più promettente di questa squadra. Il Feyenoord commette però spesso errori individuali in fase difensiva e la Roma dovrebbe approfittarne.

I pronostici
Il motivo principale per credere nella vittoria della Roma è lo scarso rendimento del Feyenoord nelle trasferte europee, dove ha perso 9 delle ultime 11 partite. In questa stagione tra preliminari di Champions ed Europa League ha perso in trasferta contro Besiktas, Siviglia e Rijeka non andando oltre il pareggio contro lo Zorya Lugansk.

La Roma in questo momento ha parecchi problemi in fase di manovra, fa fatica a creare occasioni da gol ma stavolta con Pjanic e Totti la gestione dell’ultimo passaggio dovrebbe migliorare rispetto alla partita contro il Parma. Almeno un gol sfruttando gli errori della difesa avversaria la Roma dovrebbe riuscire a farlo e potrebbe anche bastare per vincere. Farebbe comodo non subire gol, perché il Feyenoord in casa gioca meglio e ha uno degli stadi più caldi d’Olanda. Rudi Garcia lo sa e nonostante i recenti problemi in attacco chiederà alla sua squadra massima attenzione nella fase difensiva, che quando c’è Manolas e quando non c’è Ashley Cole dà più garanzie.

La vittoria della Roma è a quota 1.55 su #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair che offre ai nuovi registrati 5€ subito, senza obbligo di deposito, e un accredito – fino a un massimo di 50€ – pari al 50% dell’importo della prima scommessa effettuata (di almeno 10€). L’under 3.5 è a quota 1.40 sempre su #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair.

Probabili formazioni
ROMA: Skorupski, Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas, Pjanic, De Rossi, Nainggolan, Ljajic, Totti, Gervinho.
FEYENOORD: Vermeer; Wilkshire, Boularhrouz, Kongolo, Nelom; El Ahmadi, Immers, Clasie; Toornstra, Kazim Richards, Vilhena.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.55, #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair)
UNDER 3.5 (1.40, #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair)

TORINO – ATHLETIC BILBAO | giovedì ore 19:00

È la prima volta che Torino e Athletic Bilbao si incontrano in competizioni ufficiali: le uniche volte in generale erano state un paio di partite amichevoli giocate nel corso degli anni Ottanta. In anni molto recenti, dal punto di vista del blasone e della competitività della rosa, l’Athletic Bilbao ha certamente rappresentato in Europa e per il campionato spagnolo più di quanto non abbia rappresentato il Torino per la Serie A. Ma con ogni probabilità il Torino si trova ad affrontare questa partita dei sedicesimi di Europa League nel peggior momento di tali anni recenti, per la squadra allenata da Valverde, che a questa Europa League ci è arrivata dopo essere stata eliminata nella fase a gironi della Champions. Sostanzialmente, dopo aver eliminato il Napoli nei playoff di Champions League nell’estate scorsa (più che altro, è il Napoli che si è eliminato da solo), quest’anno l’Athletic Bilbao è precipitato in una preoccupante crisi di gioco e di risultati: al momento si trova in 14a posizione, con 24 punti, solo cinque punti in più dell’attuale soglia salvezza. Insomma, tecnicamente parlando, è un turno molto complicato ma non assolutamente impossibile da superare, per il Torino. Nel turno di Liga scorso l’Athletic Bilbao non è andato oltre lo 0-0 in casa del Granada, penultimo in classifica, e in quello prima aveva straperso in casa contro il Barcellona subendo addirittura cinque gol.

Dal punto di vista tattico, al Torino conviene affrontare questa doppia sfida con molta attenzione in fase difensiva, e cioè con la consapevolezza che l’obiettivo fondamentale in questa partita di andata per l’Athletic sarà cercare di segnare almeno un gol, dato che poi al San Mamés – praticamente inespugnabile, nella passata stagione – ormai segna praticamente chiunque: in questa stagione l’Athletic in casa ha perso 7 partite e, contando solo quelle di campionato, ha subito la bellezza di 16 gol, praticamente quanti ne ha subiti il Rayo a Vallecas, per dire. A gennaio l’Athletic è riuscito a perdere in casa addirittura contro squadre come Elche, Deportivo La Coruna e Celta Vigo. No, seriamente: questa imbattibilità interna perduta è uno dei fatti calcistici più clamorosamente sorprendenti d’Europa nella stagione 2014-2015. Per capirci: è come se a San Siro all’improvviso, contro Inter e Milan, cominciasse a segnare qualsiasi squadra. (Ok, questa era cattiva).

Al contrario dell’Athletic, il Torino se la passa molto bene: escludendo la sconfitta in Coppa Italia contro la Lazio, all’Olimpico non perde in campionato da novembre scorso, quando fu sconfitto dal Sassuolo. Nelle prime fasi di questa Europa League, per quanto facile fosse il suo girone, finora in casa le ha vinte tutte eccetto l’ultima (0-0 contro il Club Bruges), e non ha mai subito neppure un gol. Se il campionato di Serie A fosse cominciato a metà gennaio, e cioè cinque giornate fa, il Torino – con 4 vittorie e un pareggio, e nessuna sconfitta – sarebbe in prima posizione da solo, davanti alla Juventus. Per tutti questi motivi, e per il gran bel gioco collettivo espresso dalla squadra allenata da Ventura – anche senza gente come Cerci e Immobile – c’è un ragionevole ottimismo in tutto l’ambiente: tant’è che all’Olimpico è quasi terminata la vendita di tutti i biglietti disponibili per giovedì sera. Ai tifosi dell’Athletic Bilbao, a quanto pare, è stato riservato un settore con una capienza massima di 1500 persone.

Probabili formazioni:
TORINO: Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Darmian, Benassi, Gazzi, El Kaddouri, Molinaro, Maxi Lopez, Quagliarella.
ATHLETIC BILBAO: Iraizoz; Iraola, Gurpegi, Laporte, Exteita; San José, Rico; Benat, De Marcos, Muniain; Viguera.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X (1.35 Eurobet)
OVER 1.5 (1.47 #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair)
TRABZONSPOR – NAPOLI | giovedì ore 19:00

Guardando le statistiche relative ai gol e le tattiche di gioco delle due squadre, Trabzonspor-Napoli è una partita da “gol” e “over”. L’allenatore del Trabzonspor è sempre stato un amante del calcio offensivo e se la sua squadra ha fatto 11 “over 2.5” nelle ultime 12 partite di campionato un motivo ci sarà. Il Napoli di Benitez ormai lo conosciamo bene.

Il Napoli gioca col 4-2-3-1 in cui i trequartisti non sempre sono precisi e costanti nelle coperture e nei rientri in fase di non possesso palla. I terzini vanno spesso in difficoltà per questo motivo quando ci sono le sovrapposizioni degli avversari sulle fasce, e il Napoli ha anche problemi quando viene pressato alto in fase di impostazione, perché ha dei centrali difensivi poco abili a impostare il gioco, soprattutto Albiol. Il baricentro del Napoli inoltre è abbastanza alto, ma in fase di non possesso palla spesso viene commesso l’errore di non tenere alta la linea di difesa per fare andare in fuorigioco gli avversari e arretrare dando maggiori opportunità al contropiede avversario.

Nelle ultime sette giornate di campionato giocate dal Napoli ci sono stati in totale 24 gol segnati (14 fatti e 10 subiti). Allo stesso tempo va ripetuto come questo Napoli sia una squadra da coppa. Nelle singole partite il Napoli è capace di prendere a pallate anche le squadre più forti d’Europa, la squadra di Benitez – uno che è abbonato alle vittorie in coppa, Europa League compresa – ha vinto l’anno scorso la Coppa Italia e quest’anno la Supercoppa Italiana, confermando questa sensazione.

Per il Napoli non subire gol sarà difficile, il Trabzonspor punterà molto anche sul fattore campo e sull’aiuto dei suoi tifosi.

Il Napoli sarà però favorito da alcune assenze importanti nella formazione avversaria: Constant e Mehmet Ekici sono squalificati, Onur, Yatabare, Waris, Erdoğan, Belkalem e Bosingwa sono infortunati. Tutti buoni motivi per credere che il Napoli farà gol e non perderà questa partita, che sarebbero due ottime notizie per il passaggio del turno.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.76 su Gazzabet che offre un raddoppio del primo deposito (fino a un massimo di 20€) + 10€ extra al momento della convalida del documento d’identità.

Probabili formazioni
TRABZONSPOR: Arıkan, Atik, Nizam, A. Demir, Doğan, Medjani, Aydoğdu, Zengin, Hurmacı, Yilmaz, Cardozo.
NAPOLI: Andujar, Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Lopez, Gargano, Gabbiadini, De Guzman, Mertens, Higuain.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.76, Gazzabet)
OVER (1.90, Gazzabet)
X2 (1.25, Gazzabet)