La partitaccia del giorno: Getafe-Celta Vigo

Non una partita entusiasmante, diciamo, tra due squadre che se la passano abbastanza male. Ma alla fine il Celta potrebbe sfangarla, ché al Getafe manca mezza squadra. Ma parliamone, coraggio, del Celta Vigo e del perché non segna più.

GETAFE – CELTA VIGO | ore 20:45

Il posticipo del lunedì della prima giornata di ritorno del campionato spagnolo si giocherà al Coliseum Alfonso Pérez di Getafe: è una partita tra squadre che stanno deludendo parecchio e se la passano molto male. Il Getafe, che ha uno tra i peggiori attacchi del campionato, si trova in quintultima posizione con 17 punti, giusto uno in più rispetto alla quota retrocessione. Il Celta Vigo, dopo un discreto avvio di stagione si è spaventosamente incartato e si trova adesso in dodicesima posizione con 21 punti: in Coppa del Re mercoledì scorso è arrivata una preziosa e inattesa vittoria per 2-0 sull’ex – (EX) – inespugnabile campo dell’Athletic Bilbao, ma in campionato il Celta non vince più una partita da quella clamorosa vittoria in casa del Barcellona per 1-0, il 1° novembre scorso. Da allora, in 9 partite consecutive, ha rimediato soltanto due pareggi e sette sconfitte segnando un solo gol.

Uno. In 9 partite.

E, a dirla tutta, i due gol al San Mamés mercoledì scorso sono arrivati comunque solo grazie a un autogol e a un rigore, per capirci.

partitaccia(Livello medio di attenzione durante le partite recenti di Getafe e Celta Vigo)

Alcuni quotidiani galiziani scrivono che Eduardo Berizzo, l’allenatore argentino del Celta, continui malgrado tutto a godere del sostegno dei giocatori, più che della società, a dispetto dell’assenza di buoni risultati. Il problema principale della squadra è la totale incapacità di segnare gol con giocatori diversi dal trio d’attacco titolare, formato da Orellana, Larrivey e Nolito, autori di 16 dei 18 gol totali del Celta in questa stagione. Se uno o due di questi tre si infortuna, o viene squalificato, o ha una giornata storta (e capita spesso), il Celta praticamente ha finito di segnare.

Stasera, per esempio, non è ancora chiaro se giocherà o meno Larrivey, che era appena rientrato da una squalifica di 4 giornate ma purtroppo ha subito una contusione al piede sinistro e non si è potuto allenare: la sensazione è che alla fine dovrebbe farcela a giocare, nonostante le non buonissime condizioni fisiche. Nolito e Orellana, ad ogni modo, saranno regolarmente sulle corsie laterali, così come è stata già confermata da Berizzo in conferenza stampa la presenza degli esterni Planas e Jonny, che agiranno a supporto rispettivamente di Nolito e Orellana, si spera.

Il guaio è che il Celta Vigo continua a creare moltissimo gioco ma segna praticamente mai. Nel modulo dovrebbero esserci un po’ di cambiamenti, nel tentativo di migliorare l’impostazione del gioco sfruttando maggiormente le fasce. Radoja agirà in posizione centrale, con Krohn-Dehli e Borja Fernández molto stretti a centrocampo, tutti e tre – più che a supporto del trio di attacco – a copertura dei due difensori centrali Cabral e Sergi Gómez, che sostituisce lo squalificato Fontás. Questa soluzione tattica dovrebbe lasciare più libertà sulle fasce a Planas e Jonny, che saranno più impegnati nella costruzione dell’azione. Tra i convocati c’è anche il promettente esterno di attacco Theo Bongonda, un 19enne belga che giocava (poco) in Belgio con lo Zulte Waregem e che da poco è stato acquistato dal Celta Vigo nel mercato invernale, per tipo un milione e mezzo: l’anno scorso finì sui boxini di mezzo mondo per questo giochino notevole con gol durante una partita dei playoff contro il Lokeren. Vedremo. Magari è buono.

Per il Celta Vigo, a dirla tutta, la principale speranza di riuscire a tornare alla vittoria, addirittura in trasferta, risiede nel fatto che al Getafe manca mezza difesa titolare, il portiere titolare e diversi altri giocatori fondamentali. Dopo l’ingaggio di Quique Sánchez Flores come allenatore al posto di Cosmin Contra, il 5 gennaio scorso, i risultati sono addirittura peggiorati: una vittoria, un pareggio e tre sconfitte contro Real Madrid, Villarreal ed Eibar. Erano partite impegnative, e d’accordo, ma di certo la ripresa del Getafe per mano di Sánchez Flores sarà un percorso lungo e complicato. E l’assenza di titolari di certo non aiuta. Come detto, mancano per svariati motivi, tra infortuni e squalifiche: Vicente Guaita in porta, Velázquez e Valera in difesa, Lafita e Yoda (miglior marcatore della squadra) a centrocampo, e Babá Diawará in attacco. Insomma, pare una di quelle volte che il Celta un gol riesce a farlo. Pare. Fiducia.

Probabili formazioni:
GETAFE: Codina; Arroyo, Naldo, Alexis, R. Lago; Rodrìguez, Castro; León, Sammir, Sarabia; Álvaro.
CELTA VIGO: Álvarez; Planas, Gómez, Cabral, Jonny; Krohn-Dehli, Radoja, Fernández; Nolito, Larrivey, Orellana.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
Segna gol squadra ospite (1.33, William Hill)
UNDER (1.60, Paddy Power)
2 (2.40, Eurobet)