Nba, Miami prima semifinalista?

nba

CHARLOTTE BOBCATS – MIAMI HEAT

C’è poco da fare: quando LeBron James decide di fare il fenomeno non ce n’è per nessuno. Stimolato dalla presenza di Michael Jordan a bordocampo, in gara-3 il Prescelto ha praticamente sgretolato da solo la difesa dei Bobcats, firmando l’ennesima tripla doppia della sua carriera (30+10+10) che ha permesso agli Heat di iniziare a scrivere la parola “fine” su questa serie. A Miami adesso basta una vittoria per approdare per il quarto anno consecutivo alle finali di Conference. Se arriverà già questa notte o in un’eventuale gara-5 non ci è dato saperlo. Certo è che gli Heat cercheranno di chiudere i conti al più presto per potersi godere un po’ più di riposo rispetto ai futuri avversari. Gara-4 per Charlotte rappresenta l’ultima opportunità per ottenere il primo – e l’ultimo, visto che dalla prossima stagione torneranno a chiamarsi Hornets – successo in una serie playoff della sua breve storia. In queste tre partite ci sono andati vicini soprattutto grazie alla solidità sotto canestro del centro Al Jefferson, il migliore dei suoi nonostante non al meglio fisicamente, ma nei finali di gara le individualità e l’esperienza di Miami hanno sempre fatto la differenza.

PRONOSTICI:
2 (1.23, #)
1 Handicap -8.5 (1.85, #)
1×2 1° quarto 2.5 punti – 1 (3.40, #)

INDIANA PACERS – ATLANTA HAWKS

Seppur con il fiatone, i Pacers sono riusciti a strappare via gara-4 dalla mani degli Hawks che si sono arresi proprio sul più bello, restituendo così il fattore campo a George e compagni. Il carattere e la personalità di Indiana hanno avuto la meglio quando ormai tutto sembrava finito e coach Vogel si vedeva già con le valigie in mano. Nel corso della partita Atlanta era stata abile nel mettere di nuovo alle strette i Pacers, tenuti a galla dai 24 punti di Paul George e dall’importante produzione in uscita dalla panchina di Evan Turner (15 punti per il giovane talento arrivato nell’ultimo giorno di mercato da Philadelphia) fino a quel momento assolutamente impalpabile. Nessun segnale di ripresa, invece, da parte di Roy Hibbert, che a parte qualche buona giocata difensiva continua ad essere l’ombra del bel giocatore ammirato e decantato lo scorso anno. Il fatto di aver riequilibrato la serie dovrebbe restituire un po’ di serenità a Indiana, che stanotte ha l’obbligo di non commettere altri passi falsi per non ritrovarsi nuovamente spalle al muro. Anche gara-5 sarà un match punto a punto, intenso a livello difensivo, che con ogni probabilità si deciderà ancora nei minuti finali.

PRONOSTICI:
2 Handicap 6.5 (1.92, #)
Over 185.5 (1.88, #)
1×2 – x 5.5 punti (2.85, #)

DALLAS MAVERICKS – SAN ANTONIO SPURS

A 37 anni suonati, Vince Carter rischia di mutare il destino di una serie che all’inizio sembrava dovesse essere una delle più scontate di questo primo turno. L’incredibile tripla di Vincredible – da rivedere più volte se possibile – a un secondo dal termine di gara-3 ha reso tutto più complicato per la favoritissima San Antonio, ora sotto 2-1 e coi fantasmi di una clamorosa eliminazione davanti a sé. Le due squadre finora hanno dato vita a tre incontri meravigliosi e appassionanti, tutti e tre superequilibrati. Dallas sta sfidando Popovich mettendo in mostra una sorprendente varietà di soluzioni offensive che ogni volta hanno un protagonista diverso: se in gara-1 l’x-factor era stato Devin Harris, in gara-3 ci ha pensato Monta Ellis (29 punti e 12/22 dal campo) a rendersi immarcabile per la difesa dei neroargento, spesso condannati a dover rincorrere gli avversari. I Mavs adesso se la giocano davvero, anche se bisogna fare attenzione agli Spurs quando sono feriti: una regola non scritta dell’Nba dice che ogni volta che San Antonio è stata messa all’angolo ha poi quasi sempre trovato il modo di rialzarsi. Ecco, stanotte potrebbe essere uno di quei momenti.

PRONOSTICI:
Under 200.5 (1.88, #)
2 (1.52, #)
1 Handicap -4.5 (1.88, #)