Le partite di domenica in Spagna

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Liga e Segunda Divisiòn

GRANADA – ESPANYOL | domenica h. 12:00

Quante possibilità ci sono che tra Granada ed Espanyol ne venga fuori una partita interessante di quelle che ti fanno dire di domenica mattina «sai che? mò mi guardo proprio Granada-Espanyol in tv»? Pochissime. «Vabbè, ci rifacciamo nel pomeriggio», dirà Battista Lottimista.
Col cazzo: pomeriggio c’è Getafe-Osasuna, deprimente sfida salvezza già alla quarta di campionato. Tristezza. Ma andiamo con ordine. A guardare le posizioni di campionato uno potrebbe pure cascarci, che potrebbe venirne fuori una buona partita: l’Espanyol è clamorosamente sesto con due pareggi e una vittoria (cioè, rendetevi conto) e il Granada è nono con una vittoria, un pareggio e una sconfitta.

In teoria l’Espanyol sarebbe pure una squadra tosta da battere, quando gioca al “Cornellà-El Prat” (il Valencia ci ha perso 3-1, alla seconda di campionato), ma il valore tecnico della squadra è davvero troppo basso, dato che sul mercato non hanno fatto praticamente niente, e i limiti della rosa presto o tardi riemergeranno. La partita col Valencia non fa neppure troppo testo: erano andati in svantaggio e poi grazie a due gol su palla inattiva si sono riportati avanti (il terzo gol è arrivato alla fine della partita). Il Granada “sorride” perché Piti ce l’ha fatta a recuperare da un lieve infortunio e ci sarà, ma “piange” perché in compenso ci sono i titolari Riki e Brahimi in forte dubbio. È una di quelle partite in cui del pareggio ci si potrebbe accontentare molto presto. E un’altra di queste partite dovrebbe essere Granada-Espanyol, che mò ci arriviamo.

Probabili formazioni:
GRANADA: Roberto, Angulo, Diakhité, Mainz, Nyom, Yebda, Iturra, Benitez, Brahimi, Piti, El-Arabi.
ESPANYOL: Casilla, Lopez, Fuentes, Colotto, Moreno, Lopez, Sanchez, Stuani, Thievy, Simao, Garcia.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
Under (1.65, Tipico)
X (3.30, Tipico)
GETAFE – OSASUNA | domenica h. 17:00

La tristezza intrinseca di questa partita è confermata da un dato desolante: in questa Liga il Getafe ne ha perse due e pareggiato una, l’Osasuna le ha perse tutte; il Getafe ha segnato in totale due gol, l’Osasuna uno. Poi magari oggi ne esce un clamoroso “over”, che ne sai, ma le premesse non ci stanno proprio: per ora chiudono meritatamente la classifica della Liga all’ultimo e al penultimo posto. La novità più importante è che l’Osasuna fin qui ha fatto talmente schifo da spingere la dirigenza a esonerare l’allenatore Jose Luis Mendilibar per prendere Javi Gracia, che s’è pigliato una di quelle patate bollenti che il tuo mestiere lo devi amare proprio assai. È un maestro delle promozioni, e loro sperano che lo sia anche delle salvezze: l’anno scorso ha portato l’Almeria in promozione, e questa sarà la sua prima esperienza nella massima categoria spagnola.

Nell’Osasuna mancherà Miguel de las Cuevas, che significa che gol se ne vedranno difficilmente da quelle parti; però rientra il terzino Bertran sulla fascia destra, che potrebbe offrire qualche opzione in più in fase di manovra (se mai manovreranno, che dio li aiuti). Come sempre quando c’è da risolvere grossi guai in ogni reparto, la prima buona regola è: non prenderne. E magari è la volta buona che l’Osasuna non ne prende. Magari.

Probabili formazioni:
GETAFE: Moyà, Valera, Rafa, ALexis, Lago, Borja, Michel, Lafita, Sarabia, Castro, Colunga.
OSASUNA: Andrés, Bertràn, Loties, Arribas, Oriol, Loe, Punal, Sisi, Armenteros, Torres, Riera.

PROBABILE RISULTATO: 0-0
Under (1.70, Tipico)

Intervallo

C’è una promozione conveniente – per davvero, non per finta – per gli utenti che non hanno ancora un conto con Betclic, e ne parliamo qui.

                                       Registrazione a Betclic
MALAGA – RAYO VALLECANO | domenica h. 19:00

Cose che, in quanto italiani fanatici della Serie A, potrebbero interessarci di questa partita ma anche no: nel Malaga dovrebbe giocare in attacco dal primo minuto l’olandese-marocchino El Hamdaoui, in prestito dalla Fiorentina fino a fine stagione con diritto di riscatto fissato a 2,5 milioni. Esticcazi? No, è una cosa importante da sapere, perché nel Malaga non è che ci sia tutta st’abbondanza, quest’anno. Però va detto che, dopo due partite a secco di gol e di punti, è arrivato un pareggio in trasferta contro il Siviglia (2-2) che al Malaga stava pure stretto, perché non aveva giocato affatto male ed era passato due volte in vantaggio prima di farsi recuperare.

Nel Rayo mancherà quel pirla di Lass, che nella scorsa partita ha fatto la stronzata di farsi espellere al 61′ per una pedata al petto di non so chi del Levante (fallo di reazione). Mettici che s’è fatto male seriamente pure il nuovo arrivato Iago Falqué (fuori due mesi), la trasferta si complica non poco. Per il Rayo, che i suoi problemi ce li ha già con tutti i titolari, ogni volta che c’è un infortunio o una squalifica rimpiazzare un giocatore è un gran casino. Ma malgrado queste non esaltanti premesse, forse è più una partita da “gol” e “over” che non da “under”, perché il mitico Paco Jémez – allenatore del Rayo – preferisce attaccare e prenderne anche cinque, piuttosto che chiudersi lì dietro a difendere.

Probabili formazioni:
MALAGA: Caballero, Antunes, Sanchez, Angeleri, Gamez, Tissone, Camacho, Darder, Fabrice, Cruz, El Hamdaoui.
RAYO VALLECANO: Martinez, Tito, Galeano, Galvez, Nacho, Trashorras, Niguez, Adrian, Perea, Bueno, Larrivey.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
OVER (1.80, Tipico)
1 (1.95, #)
REAL BETIS – VALENCIA | domenica h. 21:00

Chiudiamo questa drammatica rassegna con una possibile vittoria in trasferta. Se non fosse già abbastanza la superiorità del Valencia (di cui già abbiamo parlato all’inizio della stagione), le uniche cose buone del Real Betis sono tutte in infermeria: Rubén Castro non ha ancora recuperato da un infortunio alla schiena, dicono, e Joan Verdú (24 gol in 4 stagioni all’Espanyol) sta recuperando da un infortunio alla caviglia.

Vabbè, ma il Valencia non ha fatto pure abbastanza cacare finora? In fondo una vittoria e due sconfitte in tre partite. Beh sì, ma sono state due sconfitte un po’ strane: contro l’Espanyol al “Cornellà-El Prat” l’hanno persa sul piano fisico, e hanno preso gol su palle inattive, per errori veramente scemi, disattenzioni sugli uomini da marcare; contro il Barcellona in casa stavano sotto di tre gol dopo 40 minuti, eppure a momenti la riprendevano, e alla fine hanno chiuso 2-3.

Comunque si è capito che c’è Postiga in stato di grazia (tre partite, tre gol), e ne parliamo da un pezzo: se ti fa doppietta pure col Barcellona, giocarlo marcatore sempre fino a natale non è detto che sia una cattiva idea.

Probabili formazioni:
REAL BETIS: Andersen, Nacho, Paulao, Perquis, Chica, Matilla, Nosa, Cedric, Sevilla, Vadillo, Molina.
VALENCIA: Alves, Pereira, Rami, Costa, Guardado, Fuego, Michel, Pabòn, Banega, Canales, Postiga.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (2.70, #)
POSTIGA MARCATORE (2.85, Paddy Power)

Questa cosa dei marcatori