Germania e Belgio, qualificazione vicina

brasil2014

Per le qualificazioni le 53 squadre Uefa sono divise in 9 gruppi, e solo 13 di esse prenderanno parte al mondiale 2014 in Brasile. Ci sono 8 gruppi da 6 squadre e uno (il gruppo I) da 5 squadre. Si qualificheranno al mondiale i vincitori di ogni gruppo, mentre le migliori 8 seconde classificate disputeranno degli spareggi e solo le vincenti otterranno la qualificazione ai mondiali. Dato che nel gruppo I c’è una squadra in meno rispetto agli altri gironi, le partite contro le squadre classificatesi al sesto posto degli altri gironi non sono valide per il conteggio dei punti delle migliori seconde squadre.

GERMANIA – AUSTRIA | venerdì ore 20:45

Nel girone C delle qualificazioni ai mondiali ci sono pochi dubbi sul fatto che la Germania alla fine arrivi prima in classifica, però ancora non c’è la certezza matematica. La squadra di Loew ha cinque punti di vantaggio su Austria, Svezia e Irlanda che hanno tutte e tre 11 punti e che sono tutte in corsa almeno per il secondo posto. Per l’Austria il problema è questa partita, davvero difficile fare punti in Germania dove nell’ultimo scontro diretto è arrivata una sconfitta pesante per 6-2. Per quanto riguarda le formazioni, la Germania sarà priva dei due giocatori del Bayern Munich Bastian Schweinsteiger e Mario Gotze, tutti e due infortunati. A cauda della contemporanea assenza di Ilkay Gundogan a centrocampo, probabilmente sarà Kroos ad arretrare la sua posizione e a giocare al fianco di Khedira, con Ozil, Muller e Reus sulla trequarti e Klose attaccante. La Germania segna sempre, ma ultimamente ha la brutta abitudine di subire anche tantissimi gol, 10 nelle ultime 4 partite, senza dimenticare il brutto 4-4 con la Svezia dell’ottobre 2012. La Germania ha fatto 15 “over” nelle ultime 16 partite giocate, e contro l’Austria che è un’altra squadra offensiva – saranno titolari quattro giocatori offensivi come Harnik, Junuzovic, Arnautovic e Weimann – la partita dovrebbe dare vita a parecchi gol, con la Germania favorita.

Probabili formazioni:
GERMANIA: Neuer, Lahm, Boateng, Hummels, Schmelzer, Khedira, T. Kroos, T. Müller, Özil, Reus, Klose.
AUSTRIA: Almer, Garics, Dragovic, Pogatetz, Fuchs, Kavlak, Alaba, Harnik, Junuzovic, Arnautovic, Weimann.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 + OVER (1.48, Eurobet)
IRLANDA – SVEZIA | venerdì ore 20:45

Trapattoni fa spesso i miracoli, e ci proverà di nuovo. La sua Irlanda è molto più scarsa della Germania, e a ben guardare anche Svezia e Austria sembrano avere più qualità e talento. Eppure l’Irlanda è ancora lì, a 11 punti come Svezia e Austria, in lotta per il secondo posto. Sarà difficile resistere però a Ibrahimovic, la cui presenza in campo si noterà in una partita priva per il resto di giocatori di grande talento. Proprio per Ibrahimovic, in questa partita conviene giocare segna gol squadra ospite a quota 1.30 su Paddypower che accredita l’importo della prima scommessa effettuata, vincente o perdente che sia (fino a un massimo di 50€).

Probabili formazioni:
IRLANDA: Westwood, Coleman, O’Shea, Clark, Wilson, Whelan, McCarthy, Hoolahan, Brady, Walters, Long.
SVEZIA: Isaksson, Lustig, Nilsson, Bengtsson, Olsson, Wernbloom, Ekdal, Larsson, Durmaz, Ibrahimovic, Elmander.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
SEGNA GOL SQUADRA OSPITE (1.30, Paddypower)
SCOZIA – BELGIO | venerdì ore 21:00

La Scozia ha perso 3-2 contro l’Inghilterra e non è stato un risultato sorprendente, però la Scozia era passata in vantaggio e ha giocato una bella partita, e quella è stata la novità dopo che nel biennio 2012-2013 era stata spesso deludente, come conferma la pessima classifica in questo girone di qualificazione ai mondiali, in cui è ormai fuori dai giochi per la qualificazione. Va a finire che la Scozia aveva più motivazioni ad agosto in amichevole contro i rivali dell’Inghilterra che ora contro il Belgio che è primo e vicino alla qualificazione ai mondiali. Potrebbe anche essere, di sicuro mancherà Kenny Miller che contro l’Inghilterra ha segnato ma che ha deciso di dire addio alla nazionale e non sarà più tra i convocati di Gordon Strachan. Il Belgio è primo in classifica e ha tre punti in più della Croazia che affronterà la difficile trasferta in Serbia. Questa potrebbe essere la partita giusta per mettere la qualificazione al sicuro, il Belgio ha una squadra molto più forte della Scozia e basta conoscere le squadre di Premier League e Liga per capirlo, visto che molti giocatori del Belgio giocano in questi due campionati: Vertonghen (Tottenham), Fellaini (Manchester United), de Bruyne (Chelsea), Chadli (Tottenham), Hazard (Chelsea) e Benteke (Aston Villa) in Premier League, Courtois e Alderweirel nell’Atletico Madrid, restano Lombaerts e Witsel che giocano nello Zenit di Spalletti.

Probabili formazioni
SCOZIA: Marshall, Hutton, Martin, Hanley, Whittaker, Brown, McArthur, Snodgrass, Forrest, Miller, Rhodes.
BELGIO: Courtois, Alderweireld, Lombaerts, van Buyten, Vertonghen, Witsel, Fellaini, de Bruyne, Chadli, Hazard, Benteke.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (1.74, Paddypower)

SERBIA – CROAZIA | venerdì ore 20:45

Serbia-Croazia sarà probabilmente la partita più seguita a livello internazionale tra quelle in programma venerdì per le qualificazioni ai mondiali, e non soltanto perché tutte e due le squadre hanno giocatori forti in grado di offrire uno bello spettacolo. Il passato di Serbia e Croazia è legato alla guerra civile jugoslava degli anni ’90, ai tifosi croati verrà vietato di seguire la nazionale in Serbia, per ovvi motivi. I tifosi serbi poi, al di là dei rapporti tesi con i tifosi croati, negli ultimi anni hanno provocato spesso dei disordini, ad esempio a Marassi nell’ottobre del 2010 nella partita contro l’Italia poi sospesa. E anche i tifosi del Partizan Belgrado, squadra serba, hanno fatto recentemente parlare di sé, e ancora una volta non per cose belle.

La Serbia ha giocato malissimo nel corso di questo girone di qualificazione, Mihajlovic nonostante gli ottimi giocatori a disposizione non è riuscito a creare un gruppo compatto per contendere la qualificazione a Croazia e Belgio. I tifosi serbi non sono contenti e per questo motivo i giocatori dovranno dare il massimo perché se la Croazia dovesse passare in vantaggio le cose potrebbero mettersi davvero male, e potrebbe subito esserci una contestazione pesante nei loro confronti. Tutte e due le squadre avranno paura di perdere questa partita, e di solito in casi come questi per le scommesse la scelta migliore è l’under, a quota su # che offre ai nuovi registrati un bonus pari al 50% dell’importo della prima scommessa (fino a un massimo di 50€).

Probabili formazioni:
SERBIA: Stojkovic, Ivanovic, Subotic, Nastasic, Kolarov, Fejsa, Matic, Tadic, Tosic, Markovic, Djordjevic.
CROAZIA: Pletikosa, Srna, Corluka, Lovren, Strinic, Vukojevic, Modric, Rakitic, Perisic, Mandzukic, Olic.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.50, #)