Austria Vienna-Dinamo Zagabria e Paok-Schalke 04

Champions League

Champions League

AUSTRIA VIENNA – DINAMO ZAGABRIA | martedì ore 20:45

La Dinamo Zagabria negli ultimi anni sta sempre vendendo i suoi giocatori migliori, ma ha un’ottima organizzazione delle squadre giovanili e si sta trovando in casa tanti talenti che hanno riempito le casse della società continuando a vincere in patria, dove il titolo arriva puntuale ogni anno dalla stagione 2005/2006. L’anno scorso sono stati ceduti Kovacic e Vida, quest’anno Jedvaj e Vrsaljko. Stavolta però la Dinamo Zagabria ha anche speso qualcosa per gli acquisti, perché arrivare alla fase a gironi della Champions League significa anche tanti soldini che entrano. Ecco allora Ivo Pinto, Bakary Saré, El Arbi Hillel Soudani e soprattutto Júnior Fernándes, arrivato in prestito dal Bayer Leverkusen, attaccante della nazionale cilena che dopo avere brillato nell’Universidad de Chile non è riuscito ad ambientarsi in Germania, ma sul suo talento non si discute, e a Zagabria sarà sicuramente seguito con maggiore attenzione.

Rinforzarsi però stavolta non è bastato, e la sconfitta per 2-0 in casa contro l’Austria Vienna sembra difficilmente recuperabile. La Dinamo Zagabria ha giocato bene soprattutto nel primo tempo della partita di andata, andando più volte vicina al gol. Quando queste partite non si sbloccano, c’è sempre il rischio che alla prima occasione buona gli avversari ti puniscano. Così è stato, l’Austria Vienna segnato il gol del vantaggio si è poi trovata a giocare con un uomo in più per l’espulsione di un genio della Dinamo Zagabria. Rukavina, entrato al 71′, è stato espulso al 72′. In panchina prima di entrare in campo aveva forse visto Karate Kid e ha deciso di punire il primo avversario che gli arrivava a tiro. Una follia costata poi il raddoppio dell’Austria Vienna. Ma che squadra è l’Austria Vienna e che ci fa agli spareggi di Champions League?

L’Austria Vienna è la squadra campione d’Austria, e a causa del dominio degli ultimi anni del Red Bull Salisburgo mancava in Champions dal 2006. L’Austria Vienna gioca col 4-3-3, è una squadra offensiva e l’anno scorso in campionato ha segnato 84 gol in 36 partite. Il giocatore più forte è un attaccante, si chiama Philipp Hosiner e ha 24 anni, nella nazionale ha segnato 2 gol in 3 partite, e piace alla Lazio.

Con un po’ di fortuna in più rispetto alla partita di andata, la Dinamo Zagabria un gol dovrebbe segnarlo e probabilmente potrà anche evitare la sconfitta come all’andata. L’Austria Vienna baderà a limitare i danni, e a conservare il vantaggio di due gol della partita di andata provando a colpire in contropiede.

Probabili formazioni:
AUSTRIA VIENNA: Lindner, Koch, Rogulj, Ortlechner, Suttner, Holland, Mader, Royer, Stanković, Jun, Hosiner.
DINAMO ZAGABRIA: Sandomierski, Pinto, Addy, Simunic, Pivaric; Ademi, Pamic, Soudani, Sammir, Fernandes, Beciraj.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.72, Paddypower)
X2 (1.55, Tipico)
PAOK – SCHALKE | martedì ore 20:45

Che ci fa il Paok agli spareggi di Champions League? Non era stato eliminato? Sì. Il Paok nel turno precedente le aveva prese di brutto dal Metalist Kharkiv ed era stato eliminato, solo che la squadra ucraina è stata esclusa dalla competizione dall’Uefa per un caso di combine risalente ad una partita del 2008 contro il Karpaty. Il Paok è stato ripescato e adesso spera in un altra botta di culo per raggiungere il girone di Champions League. Il sorteggio non è stato fortunatissimo, ma l’ottimo 1-1 della partita di andata e gli scarsi risultati dello Schalke in questo avvio di Bundesliga fanno sognare ai greci una clamorosa qualificazione.

Nel Paok giocano parecchi tipi della nazionale greca, i più conosciuti sono Katsouranis, Salpingidis, Tziolis e Spyropoulos. Sul mercato, pur perdendo il forte terzino sinistro Stafylidis, sono arrivati Iñigo López in difesa più Necid e Stoch in attacco. Una squadra meno forte dello Schalke – questo sì – ma manco così scarsa.

Il problema dello Schalke è lo stesso dello scorso anno, la tenuta della difesa che rimpiange l’infortunato Papadopoulos con cui era molto più tosta. Fuori Papadopoulos il più forte dovrebbe essere il nazionale tedesco Howedes. E invece proprio Howedes a pochi minuti dall’avvio di partita contro l’Hannover – nell’ultima di Bundesliga – si fa trovare fuori posizione e da fallo da ultimo uomo su un avversario regalando un calcio di rigore all’Hannover con tanto di espulsione. Se il migliore difensore commette errori di questo tipo, vuol dire che manca la giusta concentrazione e la sicurezza in fase difensiva. Fortuna per i tedeschi è che l’attacco con Farfan, Draxler e Szalai è capace di ottime cose. Come nella partita di andata però per le quote che vengono proposte dei bookmakers non vale la pena rischiare lo Schalke vincente, ed è meglio optare per un più probabile “gol” (entrambe le squadre segnano) a quota 1.72 su # che permette di puntare anche su Draxler marcatore a quota 3.00.

Probabili formazioni:
PAOK: Jacobo, Kitsiou, Katsouranis, Miguel Vitor, Lino, Lazar, Tziolis, Oliseh, Lucas, Stoch, Salpingidis.
SCHALKE 04: Hildebrand, Uchida, Matip, Höwedes, Fuchs, Höger, J. Jones, Farfan, Draxler, Clemens, Szalai.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.72, #)

Qui parliamo di Arsenal – Fenerbahce, Legia Varsavia – Steaua Bucarest e Basilea – Ludogorets Razgrad