Barcellona e Real Madrid, esordio con “over”

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola
Barcellona – Levante | domenica 19:00

Sarà la prima uscita, per il nuovo (ma manco troppo) Barcellona di Gerardo Martino. Del perché il Barcellona non parte come la squadra favorita per il titolo, secondo il veggente, ne parlavamo nel lungo articolo di ieri. Del perché non c’è alcun dubbio che oggi seppellirà comunque il Levante con un valanga di gol, ne parliamo ora. È la prima partita dell’anno, in casa, e c’è un pubblico da rassicurare immediatamente sul fatto che A) Gerardo Martino è l’uomo giusto e ha già il polso della squadra, e B) i 57 milioni di euro spesi per Neymar sono un investimento e non un azzardo.

Il Barcellona giocherà con la formazione e il modulo ideali di questa stagione: Messi dovrebbe essere disponibile – dopo aver saltato l’amichevole di mercoledì contro l’Italia – e probabilmente anche Fabregas, che se all’ultimo non dovesse proprio farcela sarà rimpiazzato da Pedro. Però cioè insomma, leggere la formazione che scenderà in campo – con o senza Fabregas – fa abbastanza paura: il miglior Barcellona di sempre + Neymar. L’avversario è il Levante, che ha chiamato l’allenatore Joaquin Caparros – ex Maiorca, uno che punta molto sulla resistenza fisica delle sue squadre – per cercare di tirar fuori una stagione dignitosa sebbene il mercato estivo abbia portato via dal Levante i migliori giocatori della scorsa stagione.

Tecnicamente, la vittoria del Barcellona è una odds-on bassissima (1.07 su Paddypower), roba che manco Federer dei tempi migliori al primo turno a Wimbledon. Il “gol” è troppo rischiosa, perché poi magari il Levante manco supera la metà campo; e l’“over” semplice (almeno 3 gol) è bassina pure. E quindi l’unica puntata ragionevole è l’“over 3,5”, buona sia nel caso di goleada sia nel caso in cui il Levante dovesse sorprendere tutti e segnare un gol a Valdés.

Probabili formazioni
BARCELLONA: Valdés, Alba, Mascherano, Piqué, Alves, Iniesta, Busquets, Xavi, Neymar, Messi, Fabregas.
LEVANTE: Navas, López, Vyntra, Navarro, Juanfran, Diop, Iborra, Ríos, Zhar, Jason, Barral.

PROBABILE RISULTATO: 4-0
OVER 3,5 (1.56, Paddypower)
OVER 1.5 primo tempo (1.66, Paddypower)

Real Madrid – Betis | domenica 21:00

Se quest’anno il Real Madrid parte come squadra favorita del veggente, significa che durante l’estate deve aver fatto le cose veramente per bene, considerando che parliamo di una squadra che l’anno scorso ha chiuso fuori dalla Champions, sconfitta dall’Atletico in finale di Coppa del Re, e a 15 punti dal Barcellona capolista. E quindi il problema era Mourinho? Ovviamente no, ma c’è da dire che Mourinho ha sempre lavorato bene nelle società in cui tutti remavano nella stessa direzione, quelle in cui dirigenti e giocatori appoggiavano ogni sua scelta: nel Real Madrid, per lunghi tratti, non è stato così. Ancelotti, da questo punto di vista, è un allenatore molto diverso: meno portato per le polemiche e solitamente più ben voluto dal gruppo dirigenziale. Per lui sarà una prova molto importante, ma avrà la squadra per vincere cose importanti. In ogni caso, del nuovo Real abbiamo parlato per bene ieri. Le uscite prestagionali sono state eccellenti: sei vittorie su sette partite, incluse quelle contro Chelsea, Inter e PSG.

Isco, il nuovo importante acquisto del Real, sarà subito titolare dal primo minuto, mentre Illarramendi è infortunato e non dovrebbe esserci. Cristiano Ronaldo c’è, e ieri spiegavamo perché quest’anno potrebbe segnare ancora più gol che nelle passate stagioni. Della Real Madrid titolare del 2013-2014 sono in dubbio Xabi Alonso, Varane, Coentrao e Pepe.

Il Betis viene dal miglior risultato in campionato degli ultimi sei anni: settimo in classifica e preliminari di Europa League raggiunti. In estate sono arrivati buoni giocatori a parametro zero, come l’ottima ala sinistra Joan Verdú dall’Espanyol (dove ha segnato 24 gol in 4 stagioni). Però ha perso Benat Etxebarria, approdato all’Athletic Bilbao, e non sarà facile rimpiazzarlo in quella parte del centrocampo. Il Betis non ha alcuna possibilità di portare via punti dal Bernabeu, considerando pure l’assenza per infortunio del miglior marcatore delle ultime tre stagioni: Ruben Castro (18 gol l’anno scorso).

Probabili formazioni
REAL MADRID: Casillas, Marcelo, Ramos, Pepe, Arbeloa, Ozil, Khedira, Modric, Ronaldo, Isco, Benzema.
BETIS: Andersen, Nacho, Perquis, Paulao, Chica, Nosa, Matilla, Verdú, Juanfran, Cedric, Molina.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1/1 parziale/finale (1.54, Paddypower)
OVER 1.5 primo tempo (1.72, Paddypower)
1 con handicap (0:2) (2.00, Tipico)
Osasuna – Granada | domenica 21:00

Osasuna e Granada sono due squadre che l’anno scorso si sono salvate per una manciata di punti. L’Osasuna ce l’ha fatta proprio all’ultimo, e ha evidenziato dei limiti enormi soprattutto in attacco (33 gol segnati, peggior attacco della Liga). Quest’anno potrebbe andare anche peggio, considerando che è andato via il miglior fromboliere della scorsa stagione, Kike Sola, approdato all’Athletic Bilbao. Al suo posto sono arrivati due quasi-sconosciuti: Oriol Riera, classe ’86, dall’Alcorcón (24 gol in due stagioni), e un paraguaino classe ’88, José Ariel Núñez, arrivato dal Club Libertad (Paraguay) in prestito con diritto di riscatto. Poca roba, insomma. Peraltro per questa partita d’esordio mancherà il difensore centrale Miguel Flano, che ne avrà per parecchio (si è lussato una spalla in un’amichevole estiva contro il Real Saragozza). E per infortunio mancheranno anche Lolo, Nino, Eneko Satrustegui e Francisco Silva, tutta gente che in teoria dovrebbe partire titolare.

Per il Granada la storia è diversa, perché stava già meglio dell’Osasuna l’anno scorso, e perché nel mercato estivo ci ha anche guadagnato: a centrocampo è arrivato Manuel Iturra dal Malaga, e in attacco sono arrivati Piti dal Rayo Vallecano (18 gol l’anno scorso) e Riki dal retrocesso Deportivo La Coruña (13 gol l’anno scorso). Riki non ci sarà perché deve scontare una squalifica, ma Piti sarà subito disponibile e titolare, come anche Iturra, che sarà l’uomo assist del Granada 2013-2014.

Probabili formazioni
OSASUNA: Andrés, Damiá, Arribas, Loties, Bertrán, Punual, Loe, Armenteros, Cuevas, Cejudo, Riera.
GRANADA: Roberto, Nyom, Mainz, Diakhité, Siqueira, Iturra, Rico, Piti, Buonanotte, Benitez, El-Arabi.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 (1.75, Tipico)
Siviglia – Atletico Madrid | domenica 23:00

L’Atletico Madrid parte anche quest’anno come terza forza della Liga. Ma il veggente scommette che a non troppi punti di distanza dall’Atletico chiuderà proprio il Siviglia, una squadra che durante il mercato estivo ha agito con oculatezza: ha fatto cassa vendendo pezzi importanti come Jesús Navas e Álvaro Negredo (entrambi al Manchester City) ma ha acquistati giocatori molto utili e di cui si dice un gran bene: dal Club Bruges è arrivato l’attaccante colombiano Carlos Bacca – uno dei migliori giocatori dello scorso campionato belga – e dal PSG è arrivato l’attaccante Kevin Gameiro, nazionale francese. A centrocampo ci sarà più spazio per Kondogbia, il gigante francese visto negli ultimi Europei Under-20 in Turchia. L’allenatore sarà ancora Unai Emery, che era arrivato a gennaio, e la continuità – in questi casi in cui si cambia già parecchio nella rosa – non fa mai male.

Purtroppo, a rendere un po’ meno equilibrato il match, c’è il fatto che al Siviglia mancheranno per squalifica due difensori titolari, Juan Cala e Fernando Navarro, e mancherà Cicinho, infortunato. All’Atletico invece non mancherà il nuovo attesissimo acquisto, David Villa, arrivato dal Barcellona. E pronto a subentrare, approfittando di eventuali (improbabili) partenze false di David Villa, ci sarà pure l’ottimo Léo Baptistão, arrivato dal Rayo Vallecano. L’Atletico riparte dalle certezze della passata stagione: un ottimo gruppo, nonostante la partenza di Falcao (destinazione Monaco), e una difesa molto solida. C’è da migliorare il rendimento in trasferta, che l’anno scorso non è stato esaltante, ma la possibilità di iniziare la stagione con una vittoria fuori casa c’è, anche se probabilmente sarà una partita molto combattuta.

Probabili formazioni
SIVIGLIA: Beto, Moreno, Pareja, Fazio, Coke, Jairo, Kondogbia, Rakitic, Marin, Gameiro, Bacca.
ATLETICO MADRID: Courtois, Juanfran, Miranda, Godin, Luis, Koke, Gabi, Suárez, Turan, Costa, Villa.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 (1.47, Tipico)
GOL (1.66, Paddypower)