NBA: gara 4 con l’incognita Parker

SAN ANTONIO SPURS – MIAMI HEAT

Chi di massacro ferisce di massacro perisce. Degli indiavolati Spurs, ossigenati dall’aria del Texas, in gara 2 hanno fatto un sol boccone dei Miami Heat, restituendo (con gli interessi) ai campioni in carica l’umiliazione ricevuta due giorni prima in Florida. Il match che ha riportato avanti San Antonio nella serie (2-1) si è concluso 113-77 a favore dei neroargento. Gli eroi della serata non hanno nulla a che vedere con i più blasonati Big Three: si tratta di due ragazzi fino a qualche anno fa semisconosciuti che rispondono ai nomi di Danny Green e Gary Neal. Due scommesse di coach Popovich pescate rispettivamente dalla D-League e dal campionato italiano. Insieme i due hanno messo 13 triple (record assoluto delle Finals) segnando complessivamente 51 punti, contribuendo ad annichilire una difesa irriconoscibile degli Heat, spazzati via in soli tre quarti. Miami stavolta è stata tradita da tutti, finanche da uno spaesato LeBron James (15 punti con 7/21, ma solo 4 sino all’ultimo minuto del terzo periodo): difficile rintracciare negli almanacchi una prova così brutta da parte del Prescelto, che assomiglia sempre più a quello opaco delle Finali di due anni fa contro i Dallas Mavericks. La scelta (non si capisce bene se sia stata sua o di Spoelstra) di lavorare tanto per i compagni e poco per se stesso non sta pagando affatto. Imbrigliato dai “tentacoli” di Kawhi Leonard, James è apparso finora indeciso, titubante negli attacchi, a tratti dannoso. Conoscendolo, da lui ci si attende un riscatto. Come anche per gli stessi Bosh e Wade, che il coach di Miami potrebbe persino non far partire in quintetto nelle prossime gare. Fatto sta che gli Heat sono ancora una volta spalle al muro e stanotte, in una gara 4 probabilmente già decisiva, non possono più commettere errori. Gli Spurs invece hanno la grossa occasione di portarsi sul 3-1 e di ipotecare il quinto titolo della loro storia: molto dipenderà dalle condizioni di Tony Parker, due notti fa infortunatosi alla coscia destra e in dubbio per questa notte. Senza di lui San Antonio avrebbe un’arma in meno per fare male ai campioni.

PRONOSTICI: Miami vincente (1.80 su Paddypower)under 180.5 punti (2.60 su Paddypower)