L’Inter cerca la rimonta contro il Tottenham

Europa League

Nella fase ad eliminazione diretta di Europa League che parte – una volta terminati i gironi – con i sedicesimi di finale, vengono disputate partite di andata e ritorno in cui ogni squadra gioca una volta in casa e una volta in trasferta. La squadra che segna il maggior numero di gol nell’arco delle due partite si qualifica al turno successivo. In caso di eventuale parità per determinare la vincitrice, si ricorre alla regola dei gol segnati in trasferta. Se infatti la somma dei risultati, che viene definita risultato aggregato, è un pareggio, passa il turno la squadra che ha segnato più gol in trasferta. Se la somma dei risultati è un pareggio e le due squadre hanno segnato lo stesso numero di gol in casa e in trasferta, o non ne hanno segnato (è ad esempio il caso di due partite terminate 0-0), si ricorre ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore.


INTER – TOTTENHAM | giovedì ore 19:00

Nella partita di andata l’Inter è stata presa a pallate dal Tottenham che ha vinto 3-0. Merito della squadra inglese, e demerito della squadra allenata da Stramaccioni che – come il veggente va ripetendo da qualche settimana – da quando si è infortunato Milito non è riuscito a dare una nuova precisa identità tattica ai suoi. La sconfitta in casa contro il Bologna è stata la certificazione definitiva dello stato di crisi. Se anche Chivu ha dichiarato che l’Inter gioca male, il problema è grande. Già si inizia a parlare dei candidati per la panchina dell’anno prossimo, in casa Inter quando c’è da fare polemica non si perde mai un attimo e questo di sicuro non aiuta.

La qualificazione ha ormai preso la strada di Londra, città dove gioca il Tottenham. Né l’assenza del fortissimo Gareth Bale – squalificato – può indurre a credere in una rimonta che avrebbe del clamoroso. Perché l’Inter un paio di gol magari potrà pure segnarli impostando una gara all’attacco, ma sarà molto difficile non subirne visto che in campionato non mantiene la porta inviolata da 9 partite, contro il Pescara.

Il Tottenham è già al sicuro, ma per evitare sorprese dovrà segnare un gol. A quel punto l’Inter dovrebbe vincere con quattro gol di scarto per passare il turno (ad esempio 5-1). Stramaccioni ha una lista di indisponibili lunghissima e anche Rocchi, Schelotto, Kuzmanovic e Stankovic non possono giocare perché non inseriti nella lista Uefa. Pronosticare la vittoria dell’una o dell’altra squadra è davvero difficile, ma i gol visto il risultato della partita di andata non dovrebbero mancare. Entrambe le squadre a segno a quota 1.66 e “over” (almeno tre gol complessivi nel corso della partita) a 1.72 su Paddypower che per questa partita propone il Power Bonus con rimborso in caso di gol nei minuti di recupero.

Probabili formazioni:
INTER: Handanovic, Zanetti, Ranocchia, Chivu, Juan Jesus, Gargano, Cambiasso, Kovacic, Guarin, Cassano, Palacio.
TOTTENHAM: Friedel, Walker, Vertonghen, Gallas, Assou-Ekotto, Dembele, Parker, Lennon, Sigurdsson, Holtby, Defoe

PRONOSTICO: 2-1
BORDEAUX – BENFICA | giovedì ore 19:00

A causa della sconfitta nella partita di andata del Chelsea – che prima dell’inizio degli ottavi di finale era la candidata principale per la vittoria della competizione – attualmente in cima alle preferenze dei bookmakers per il trionfo in Europa League c’è il Benfica. E dato che loro – i bookmakers, appunto – ci mettono i soldi, qualche buona motivazione i quotisti l’avranno e lo si è visto anche nella partita di andata contro il Bordeaux vinta con il risultato di 1-0. Non è un vantaggio per il quale stare troppo tranquilli, però. E così la concentrazione del Benfica nell’affrontare questo impegno sarà massima.

Il Bordeaux – che come ricordato alla vigilia della partita di andata ha venduto nel corso del mercato invernale il suo capocannoniere in Europa League, l’attaccante Gouffran ceduto al Newcastle – in Ligue 1 è tornato nell’ultimo turno alla vittoria dopo una serie negativa di quattro sconfitte consecutive. Il Bordeaux per passare il turno dovrà vincere con due gol di scarto, e dovrà per questo motivo attaccare puntando sull’imbattibilità casalinga europea che dura da 13 partite. Per risolvere il problema del gol – ne ha segnati solo sei nelle ultime nove partite – l’allenatore Gillot punterà su una squadra un po’ più offensiva, schierata con tre attaccanti. Lo stesso tecnico è consapevole però del fatto che al momento manca un attaccante d’area di rigore, e fare più di un gol al Benfica – che ha mantenuto la porta inviolata nelle ultime cinque partite ufficiali – sarà molto difficile. Così come evitare di subirlo. Un gol del Benfica metterebbe la qualificazione della squadra portoghese in discesa, perché a quel punto – scongiurati i tempi supplementari – il Bordeuax dovrebbe vincere con almeno due gol di scarto (3-1 ad esempio).

Le quote più alte per il pareggio (3.30) e per il “gol” (1.95, entrambe le squadre a segno almeno una volta) sono di Williamhill che offre anche un bonus di benvenuto ai nuovi utenti che si registrano.

Probabili formazioni:
BORDEAUX: Carrasso, Mariano, Henrique, Sané, Trémoulinas, Poko, Plasil, Saivet, Obraniak, Maurice-Belay, Diabaté.
BENFICA: Artur, Almeida, Jardel, Roderick, Melgarejo, Gaitan, Perez, Matic, John, Aimar, Rodrigo.

PRONOSTICO: 1-1
RUBIN KAZAN – LEVANTE | giovedì ore 18:00

Domenica scorsa è ricominciato il campionato russo e il Rubin Kazan ha vinto in casa contro lo Zenit 1-0 grazie ad un gol del forte attaccante Rondon, al decimo centro stagionale su 24 partite. Ripetendo lo stesso risultato contro il Levante, la squadra russa otterrebbe la qualificazione ai quarti di finale. Dopo lo 0-0 dell’andata sarà importante non subire gol, in quel caso infatti il pareggio darebbe la qualificazione agli avversari. In casa la squadra allenata da Kurban Berdyev in questa stagione ha subito tra campionato ed Europa League appena 7 gol su 14 partite, merito di una difesa di ferro. Di solito il Rubin Kazan è squadra che bada prima di tutto a non subire gol, a maggiore ragione sarà così dopo lo scomodo 0-0 di sette giorni fa. Lasciare spazi in contropiede agli avversari potrebbe essere un autogol clamoroso, anche se il Levante non potrà contare più sulla velocità del suo attaccante Martins ceduto in settimana ai Seattle Sounders. Al suo posto ci sarà l’ex Bologna Robert Acquafresca.

Il Rubin Kazan – che nei sedicesimi di finale ha eliminato l’Atletico Madrid, altra squadra spagnola ben più forte del Levante – è favorito per la vittoria, e la quota più alta è l’1.82 proposto da Eurobet. Il fattore climatico potrebbe favorire leggermente i giocatori del Rubin Kazan maggiormente abituati a giocare al freddo gelido russo.

Probabili formazioni:
RUBIN KAZAN: Ryzhikov, Kuzmin, Sharonov, Kaleshin, Orbaiz, Kasaev, Natcho, Kislyak, Marcano, Karadeniz, Rondón.
LEVANTE: Keylor Navas, Navarro, Barkero, Iborra, Juanfran, Ballesteros, Pedro López, Diop, Zhar, Acquafresca, Rubén García.

PRONOSTICO: 1-0
ZENIT – BASILEA | giovedì ore 18:00

Lo Zenit di Spalletti è in difficoltà. Sconfitto 2-0 in casa del Basilea nella partita di andata, domenica ha perso la prima partita del campionato russo giocata nel 2013, 1-0 in trasferta contro il Rubin Kazan. Si tratta della terza sconfitta di fila, la prima della serie fu il 3-1 subito a Liverpool che però grazie al 2-0 della partita di andata non costò l’eliminazione. Le parti però adesso si sono invertite, è lo Zenit che deve cercare la rimonta. L’allenatore Spalletti ha dichiarato che la sua squadra dovrà naturalmente attaccare ma senza scoprirsi troppo, perché un gol subito aumenterebbe di parecchio il grado di difficoltà. A quel punto infatti lo Zenit per passare il turno dovrebbe vincere con tre gol di scarto.

L’esempio di rimonta più fresco è quello del Barcellona col Milan. Spalletti ha detto che il segreto sarebbe trovare subito il gol, ma servirà una squadra bilanciata fin dalle prime battute. Servirà pazienza, perché in attacco con l’incredibile sinistro di Hulk un gol prima o poi arriva. I precedenti contro le squadre svizzere, due vittorie su due in casa, lasciano ben sperare. La vittoria dello Zenit ha la quota più alta su Unibet (1.48) bookmaker che offre anche un ottimo bonus di benvenuto ai nuovi utenti che si registrano.

Probabili formazioni:
ZENIT: Malafeev, Lombaerts, Bruno Alves, Hubocan, Rodic, Danny, Shirokov, Semak, Denisov, Witsel, Hulk.
BASILEA: Sommer, Joo-Ho Park, Philippe Degen, Dragovic, Schar, David Degen, Die, Diaz, Salah, Cabral, Zoua.

PRONOSTICO: 2-0