Catenaccio Apoel, “under” a Lione?

Champions League

Meno affascinante di Bayer Leverkusen-Barcellona è l’altro ottavo di finale in programma martedì sera, quello tra Lione e Apoel Nicosia. I ciprioti proveranno a fare la solita gara accorta in fase difensiva per tenere aperto il discorso qualificazione.

LIONE – APOEL NICOSIA

Per l’Apoel Nicosia è già un miracolo essere qui agli ottavi di finale di Champions League. Come hanno fatto i ciprioti, con una delle squadre dall’età media più alta della competizione, e priva di giocatori di caratura internazionale a raggiungere questo obiettivo? Semplice, con il catenaccio, stile Grecia agli europei del 2004. Non deve infatti ingannare lo schieramento iniziale, il 4-2-3-1 proposto dal tecnico Ivan Jovanovic. I due esterni sulla trequarti, Manduca e Charalambidis partono molto bassi, e attendono al varco i terzini. Solo nel caso in cui la squadra avversaria si scopre, nell’eventualità di riconquista della sfera, gli esterni partono in proiezione offensiva. Per questo motivo l’Apoel tiene poco il possesso palla, ma le rare volte che attacca lo fa sempre bene. Il Lione si troverà di fronte quindi una squadra schierata in fase difensiva con otto uomini. Il team francese guidato da Rémi Garde non se la passa benissimo in campionato, dove negli ultimi cinque turni ha conquistato appena quattro punti. Una delle delusioni più grandi di questa squadra è Gourcuff, che sta trovando sempre meno spazio in prima squadra. In avanti Gomis è il capocannoniere con nove reti, ma la sua scarsa mobilità dovrebbe favorire l’attenta difesa dell’Apoel. Che può andare in affanno solo con i giocatori abili nell’uno contro uno, anche se non basta per creare la superiorità numerica. Nel Lione non ce ne sono, Bastos usa più che altro la sua velocità, ma con la difesa sempre schierata serve a poco. L’unico che potrebbe inventare qualcosa sembra Lisandro Lopez, sempre tra i migliori. Se il Lione non trova subito la rete, mandando magari in confusione l’Apoel, questa è partita da “under”. Una quota alta potrebbe essere la vittoria col minimo scarto del Lione, che, va sottolineato, al Gerland in Champions sa sempre farsi rispettare.

Probabili formazioni:
LIONE: Lloris, Reveilliere, Kone, Cris, Cissokho, Gonalons, Kallstrom, Bastos, Briand, Lisandro Lopez, Gomis.
APOEL NICOSIA: Chiotis, Poursaiditidis, Jorge, Kaka, Oliveira, Morais, Pinto, Charalambidis, Marcinho, Manduca, Ailton.

# #

PRONOSTICI: X con Handicap • [ 3.40, # ] – 1 • [ 1.42, # ] – UNDER • [ 1.78, # ]