Autieri spiega il servizio di Report sulla Juve: “Segnale di sconfitta”

Daniele Autieri è intervenuto in diretta su Tvplay per fare chiarezza sul servizio di Report sulla Juventus andato in onda ieri.

L’autore del servizio, Il Bianco e il Nero, è il giornalista Daniele Autieri, intervenuto a fare chiarezza su quanto emerso ai microfoni di calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY.

Inchiesta Report Juve www.ilveggente.it
Cda Juve ©️LaPresse

Daniele Autieri giornalista e scrittore, a lavoro nella squadra di Report dal 2020, scrive anche per La Repubblica ed è autore di saggi di inchiesta e romanzi. A calciomercato.it ha parlato del servizio di ieri sera sull’inchiesta Prisma.

A mio avviso l’elemento più significativo è la sistematicità“, ha spiegato il giornalista di Report. “Leggendo gli atti dell’indagine e parlando con le persone coinvolte emerge che a un certo punto la Juve si è trovata in una reale difficoltà finanziaria e ha messo sul piatto tutte le sue competenze per cercare di appianare i suoi debiti in modo sistematico“.

Autieri si riferisce al tema della manovra stipendi, delle plusvalenze, dei calciatori “trattati come figurine“. Il tutto per risollevare il bilancio.

Secondi il giornalista di Report la Juve ha agito secondo uno schema in cui “conta l’ammontare che riesci a mettere a bilancio e non il giocatore…“.

Parla il giornalista di Report del servizio sulla Juve: “Segnale di sconfitta per il calcio

Questo è un po’ il segnale della sconfitta del calcio, quando il castello che metti in piedi non regge più e crolla sulla squadra in campo“, continua Autieri. E poi rivela: “È un problema che coinvolge tante squadre della Serie A, ma la Juventus in larga parte, perché è quotata in borsa e quindi soggetta a controlli particolari. Però la paura è che il sistema sia in grossa difficoltà”.

Juve, plusvalenze www.ilveggente.it
Agnelli ©️LaPresse

Infine Autieri ha rivelato che Report aveva l’interrogatorio di Gravina, che era un inedito assoluto. “Ne hanno parlato tanto i giornali ma noi avevamo i contenuti che sono significativi. Perché viene fuori il tema media company, i mancati controlli del calcio sulle plusvalenze. Poi chiaramente è un’inchiesta giudiziaria. Quello che si fa è cercare di dare voce ai protagonisti. Poi è difficile andare su quanto sta facendo la Guardia di Finanza, siamo ancora alla richiesta di rinvio a giudizio. Abbiamo messo insieme tutto quanto riguardava la Juventus e abbiamo tirato fuori delle perle ascoltando protagonisti come De Laurentiis, l’agente di Chiellini”.

Sul manager anonimo il giornalista parla di protezione. Report lo avrebbe difeso oscurandogli il volto come un vero e proprio pentito. “Lì emerge che alla Federcalcio erano stati portati a conoscenza di un problema plusvalenze già nel settembre plusvalenze, ben prima dell’attenzione della Consob e della Procura di Torino“.