Zaniolo alla Juventus, la prima pagina della Gazzetta fa esplodere i social

Zaniolo alla Juventus, la prima pagina della Gazzetta dello Sport fa esplodere i social: polemiche per la scelta del quotidiano rosa

Una prima pagina che fa discutere. Anzi, che fa esplodere letteralmente i social. Sì, perché la Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola apre con il “gossip” di mercato: un like su Instagram dell’attaccante della Roma per lanciare una trattativa che al momento non c’è ma che in estate potrebbe esplodere. Una scelta che non è andata giù, soprattutto per quello che ieri ha detto il campionato e anche per le sanzioni Fifa nei confronti della Russia.

Zaniolo alla Juventus
Zaniolo ©️LaPresse

I temi per una prima diversa ci sarebbero, eccome: la vittoria della Roma al 99esimo per esempio su rigore e le polemiche di Thiago Motta subito dopo la partita. O cosa decisamente più importante anche la vittoria del Napoli sul campo della Lazio che ha regalato alla truppa di Spalletti il primo posto in classifica. E, alla fine della settimana, ci sarà anche il big match contro il Milan che potrebbe se non decidere – difficile, ovviamente – indirizzare senza dubbio il campionato. Insomma, la scelta appare sicuramente sbagliata in un momento come questo.

Zaniolo alla Juventus, sui social impazza la polemica

Chi parla di una prima pagina che sembra di un settimanale di gossip, chi invece rimarca quello che abbiamo scritto prima con un campionato che vede tre squadre – più la Juventus, forse – che si daranno lotta fino all’ultima giornata. Eppure il mercato, chiuso al momento e che riaprirà i battenti solamente in estate, tiene banco. Ok, non c’è dubbio che Zaniolo in bianconero sarebbe un colpaccio decisamente importante, ma appare prematuro parlare di questo soprattutto guardando alla Serie A che, dopo molti e molti anni, vede almeno un tris di formazioni che si possono dare battaglia.

Insomma, una scelta che sotto gli occhi di tutti appare errata e che ha già fatto partite un tam-tam social incredibile. Ecco, infine, la prima pagina della discordia.