Nba: statistiche, notizie e pronostici sulle partite del 5 maggio

Nba
Paul e Booker (Getty Images)

Nba, nella notte tra il 4 e il 5 maggio, dalle 1:00 (ora italiana) si giocano sette partite: ultime notizie, statistiche e pronostici.

Fino a qualche mese fa, i Cleveland Cavaliers davano l’impressione di poter rientrare fra le prime dieci della Eastern Conference e strappare uno slot per i prossimi playoff. Invece una lunga fila di sconfitte consecutive ha tagliato le gambe ai ragazzi di coach Bickerstaff, ormai aritmeticamente fuori dalla post-season. Insieme ad Orlando e Detroit, è una delle tre franchigie ad essere ufficialmente “in vacanza”, già proiettate verso il Draft e verso un futuro tutto da costruire.

Hanno ripreso a volare invece i Phoenix Suns, guidati da un Chris Paul superlativo che, in barba alla carta d’identità, sta facendo sfracelli anche in Arizona. Quattro vittorie di fila per i ragazzi di coach Williams: secondi nella Western Conference, stanno conducendo una lotta serratissima per il primo posto con Utah, che molto probabilmente si deciderà nell’ultimo match di regular season. In Ohio, stanotte, non dovrebbero esserci dubbi su chi si aggiudicherà la sfida: probabile vittoria Suns con oltre dieci punti di scarto sui Cavs.

Nba: Nets, sarà vendetta sui Bucks?

Premeditano un’immediata vendetta, i Brooklyn Nets, sconfitti domenica nello scontro diretto con i Milwaukee Bucks per 117-114. Quella in Wisconsin è stata la seconda sconfitta di fila per Kevin Durant e compagni: proprio KD7 ha una grande responsabilità nel bruciante k.o., avendo sbagliato il tiro che avrebbe portato la gara all’overtime. Nel frattempo, non ci sono notizie sul rientro di James Harden: il “Barba” verosimilmente resterà fuori fino all’inizio dei playoff.

Nba
Kevin Durant (Getty Images)

Dal canto loro, i Bucks punteranno di nuovo sulla difesa e su Jrue Holiday, un vero fattore quest’anno durante la fase di non possesso. Tenterà di prendersi nuovamente la scena Giannis Antetokounmpo, autore di ben 49 punti due notti fa: il greco ha messo in seria difficoltà Brooklyn, soprattutto nei dintorni del ferro. Sarà con ogni probabilità un’altra gara equilibrata, con punteggi sempre piuttosto alti, da più di 220 punti complessivi.

Nba: Warriors in piena lotta per i playoff

Golden State vuole i playoff, così come li vuole la sua stella, Steph Curry. Il play dei Warriors sembra essere tornato sui livelli di qualche anno fa. Ovvero quando la franchigia californiana vinceva anelli su anelli. Contro i Pelicans, ieri notte, il talento di Akron ne ha messi 41. Assistito da Wiggins (26 punti) e dalla tripla doppia di Green (10 punti, 13 rimbalzi e 15 assist). Finisse oggi la regular season, Golden State sarebbe ottava e giocherebbe il cosiddetto play in, una sorta di spareggio per partecipare alla postseason vera e propria.

A distanza di 24 ore si rinnoverà la sfida con New Orleans: anche i Pelicans sognano di raggiungere i playoff – in questo momento tuttavia ne sarebbero fuori – e faranno di tutto per vendicare la sconfitta per 123-108 subita in casa, allo Smoothie King Center. La stanchezza del back-to-back peserà per entrambe, ma Golden State potrebbe avere di nuovo la meglio con un Curry così on fire.

Leggi anche: Mourinho nuovo allenatore della Roma, il comunicato ufficiale

Nba: le possibili vincenti

Phoenix Suns (Cleveland Cavaliers-Phoenix Suns, 5 maggio ore 1:00)
Charlotte Hornets (Detroit Pistons-Charlotte Hornets, 5 aprile ore 1:00)
Miami Heat (in Miami Heat-Dallas Mavericks, 5 maggio ore 2:00)
Golden State Warriors (New Orleans Pelicans-G.S. Warriors, 5 maggio ore 2:00)
Los Angeles Clippers (Los Angeles Clippers-Toronto Raptors, 5 maggio ore 4:00)

Partite da oltre 220 punti complessivi

Milwaukee Bucks-Brooklyn Nets, 5 maggio 1:30
New Orleans Pelicans-Golden State Warriors, 5 maggio ore 2:00
Oklahoma City Thunder-Sacramento Kings, 5 maggio 2:00