Il sorteggio degli ottavi di finale di Champions League

champions league
(bigstockphoto/artjazz)

Il sorteggio per stabilire gli accoppiamenti degli ottavi di finale di Champions League si è svolto oggi a Nyon, in Svizzera. Tre squadre italiane partecipano a questa fase del torneo: Juventus, Napoli e Atalanta. È andata bene alla Juventus e all’Atalanta, che affronteranno rispettivamente il Lione e il Valencia, e meno bene al Napoli, che ha pescato il Barcellona.

Gli ottavi di finale della Champions League 2020

Partite di andata:

Napoli – Barcellona
Chelsea – Bayern Monaco
Lione – JUVENTUS
Tottenham Hotspur – Lipsia
Atletico Madrid – Liverpool
Real Madrid – Manchester City
Borussia Dortmund – Paris Saint-Germain
Atalanta – Valencia

Partite di ritorno:

Valencia – ATALANTA
Liverpool – Atletico Madrid
Bayern Monaco – Chelsea
Paris Saint-Germain – Borussia Dortmund
Juventus – Lione
Barcellona – NAPOLI
Manchester City – Real Madrid
Tottenham Hotspur – Tottenham Hotspur

Le partite di andata degli ottavi sono in programma martedì 18, mercoledì 19, martedì 25 e mercoledì 26 febbraio 2020. Quelle di ritorno si giocheranno martedì 10, mercoledì 11, martedì 17 e mercoledì 18 marzo, tutte alle 21, come anche quelle di andata. Il sorteggio per la composizione dei quarti di finale e delle semifinali si svolgerà il 20 marzo.

Partecipavano al sorteggio di oggi tutte le squadre che hanno concluso la fase a gruppi in prima o in seconda posizione in classifica. Tra le teste di serie c’erano Barcellona, Bayern Monaco, Juventus, Lipsia, Liverpool, Manchester City, Paris Saint-Germain e Valencia. Le altre otto squadre erano Atalanta, Atletico Madrid, Chelsea, Borussia Dortmund, Lione, Napoli, Real Madrid e Tottenham.

L’Atalanta prenderà parte agli ottavi di finale di Champions League per la prima volta nella sua storia, dopo la qualificazione ottenuta all’ultima giornata della fase a gruppi.

Le regole del sorteggio degli ottavi di Champions League

Il regolamento dei sorteggi degli ottavi di finale di Champions League prevede che le squadre teste di serie giochino in casa la partita di ritorno. Ogni squadra nell’urna delle teste di serie viene abbinata tramite estrazione a una squadra nell’urna delle non teste di serie. Il regolamento a questo punto del sorteggio impone che non si incontrino squadre dello stesso paese né squadre che hanno giocato la prima fase nello stesso gruppo.