Jose Mourinho è il nuovo allenatore del Tottenham

Pronostici del weekend
José Mourinho (foto: Aleksandr Osipov / flickr.com, licenza Creative Commons)

L’allenatore portoghese Jose Mourinho è il nuovo allenatore del Tottenham Hotspur in seguito all’esonero di Mauricio Pochettino. La notizia della fine del rapporto tra l’argentino e la società londinese, ufficializzata martedì sera, circolava con insistenza da giorni. Il Tottenham, finalista nella scorsa edizione della Champions League, è attualmente quattordicesimo nella classifica della Premier League dopo un deludente inizio di stagione.

Mourinho, che vive ancora a Londra dopo l’esonero dal Manchester United, ha firmato con il Tottenham un contratto di tre stagioni più quella in corso. “Con José abbiamo uno degli allenatore più vincenti nel calcio”, ha detto il presidente del club Daniel Levy. “Lavorare con calciatori di questa qualità è la cosa che mi ha convinto”, ha commentato Mourinho.

Cosa cambia da Pochettino a Mourinho

Pochettino, rimasto in carica per cinque stagioni, non è riuscito a vincere alcun trofeo con il Tottenham, pur ricevendo in diverse occasioni gli apprezzamenti dagli addetti. Nella stagione scorsa a Madrid il Tottenham ha nettamente perso 2-0 a Madrid contro il Liverpool, dopo la clamorosa rimonta in semifinale contro il Barcellona. Con il Manchester United Mourinho ha vinto una Europa League e una English Football League Cup. In precedenza nel campionato inglese aveva vinto il titolo tre volte con il Chelsea, oltre a una FA Cup.

Dopo aver rifiutato offerte di lavoro in Cina, Spagna e Portogallo, Mourinho siederà sabato prossimo – in trasferta all’Olympic Stadium contro il West Ham – sulla panchina di una squadra che non vince una partita in Premier League da cinque giornate. E alcuni commentatori appaiono al momento perplessi riguardo alla possibilità che il suo nuovo club possa soddisfare in pieno le sue future prevedibili richieste. In molti ritengono che il Tottenham non abbia risorse economiche paragonabili a quelle, per esempio, del Real Madrid o del Manchester United, due delle squadre allenate da Mourinho nell’ultimo decennio.