Luis Enrique ha annunciato la morte di sua figlia di 9 anni

luis enrique
(foto: Wikimedia Commons, ritagliata, licenza CC BY 2.0)

Luis Enrique, quarantanovenne allenatore ed ex calciatore spagnolo, ha fatto sapere giovedì che sua figlia di nove anni, Xana, è morta a causa di un osteosarcoma, un tumore delle ossa. L’annuncio è stato dato tramite il profilo Twitter dell’allenatore, che il 19 giugno scorso aveva lasciato l’incarico di commissario tecnico della nazionale spagnola. “Nostra figlia Xana è morta oggi all’età di nove anni dopo aver lottato per cinque intensi mesi contro un osteosarcoma”, ha scritto Luis Enrique.

L’allenatore ha rivolto un lungo ringraziamento al personale medico che ha curato Xana e anche all’equipe di cure palliative dell’ospedale universitario Sant Joan de Déu di Barcellona. Ha anche ringraziato per tutti i messaggi di affetto ricevuti dalla sua famiglia in questi mesi e per la discrezione mantenuta dagli addetti.

Ci mancherai moltissimo, ma ti ricorderemo ogni giorno della nostra vita nella speranza di incontrarci di nuovo in futuro. Sarai la stella che guiderà la nostra famiglia.
Riposa, Xanita.

Il 26 marzo scorso Luis Enrique aveva abbandonato il ritiro della nazionale spagnola, “per gravi motivi personali”. Non erano state fornite informazioni più dettagliate, ma in seguito Luis Enrique ha lasciato del tutto il suo incarico, passato al suo collega e amico Robert Moreno. In passato Luis Enrique è stato allenatore nella Roma, nel Celta Vigo e nel Barcellona (al 2015, con lui allenatore, risale l’ultimo Triplete del Barcellona). Xana era la terza figlia di Luis Enrique.